Contenuto Principale
PALAZZO DUCALE PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 24 Maggio 2012 13:11
CONVEGNO "GLI IDEALI EUROPEISTICI DI GIUDITTA PODEST  

Giovedì 31 Maggio 2012 a Palazzo Ducale (Genova,Piazza Matteotti 5), alle ore 17, si terrà il convegno “Gli ideali europeistici di Giuditta Podestà alla luce dell’attuale crisi economico-finanziaria”. L’incontro è stato organizzato dall’Associazione Santa Maria La Vite “Giuditta Podestà” in collaborazione con l’Università degli Studi di Genova Dipartimento di Antichità, Filosofia e Storia e l’Accademia ligure di scienze e lettere. Interverranno: Amedeo Amato, Luigi Cattanei, Giuseppe Leone, Luciano Malusa, Paola Massa Piergiovanni, Dieter Rügge, Roberto Zambonini. Verrà presentato l’ultimo libro di Giuseppe Leone “L'ottimismo della conchiglia. Il pensiero e l’opera di Giuditta Podestà fra comparatismo e europeismo”, edizioni Franco Angeli. Il libro di Leone, vicepresidente dell’associazione organizzatrice,  è fondamentale per capire il pensiero dell’intellettuale italiana, cugina di Carlo Emilio Gadda, formatasi culturalmente proprio a Genova: Giuditta Podestà,  portatrice  di un pensiero mai così attuale come in questo momento. «Ho conosciuto gli studi di Giuditta Podestà un anno dopo la sua morte – ha spiegato Leone -  è stata una conoscenza casuale: faccio parte, infatti, di un’associazione, il “Melabò”,  che si occupa di spettacoli di musica e poesia. Quando mi trovai al Convento di Santa Maria la Vite, in occasione di uno di questi spettacoli, conobbi l’associazione omonima che custodiva molti suoi lavori. Da lì mi appassionai alla sua storia, intrecciata con quella di Genova, per questo il libro che ho scritto su questa grande intellettuale verrà presentato proprio nella Superba. Sarà un’occasione anche per approfondire il tema dell’Europa, delle sue istituzioni e della mancanza di un terreno culturale comune che possa unire tutti gli Stati che ne fanno parte».  Già, perché il contributo più  significativo che ha lasciato Podestà riguarda proprio la sensibilizzazione ad una letteratura comparata che affonda le radici nelle visioni europeistiche di un altro grande pensatore, genovese, Giuseppe Mazzini. Argomento approfondito e conosciuto nel dettaglio dall’autore. «Le opere di Giuditta – ha continuato Leone – sono ancora molto attuali infatti ella capì, prima di molti, come la costruzione di un’Europa unita dovesse partire dal popolo, dal basso e non da volontà finanziare od economiche. L’unificazione doveva essere, per prima cosa, culturale, letteraria. Come Mazzini incitava i giovani a leggere autori stranieri, anche Podestà, nella sua visione cosmopolita e democratica, sognava un’Europa fondata su una cultura condivisa che portasse spontaneamente alla scrittura di una Costituzione. Stati Uniti d’Europa sorti da un confronto culturale, per abbattere i beceri nazionalismi: questa era la grande utopia di Giuditta. Un progetto che, ad oggi, sembra essere quasi obbligato a diventare realtà, osservando la crisi che attanaglia le istituzioni europee, per consentire al Vecchio Continente di rialzarsi».



APPROFONDIMENTI:


NOTE SULL’AUTORE

Giuseppe Leone si è laureato a Pavia in Lettere Classiche, ha insegnato letteratura italiana e storia nelle scuole superiori. Ha pubblicato i saggi: Ignazio Silone scrittore dell'intelligenza (1996),Silone e Machiavelli (2003), La poesia di Carlo Del Teglio (2003); è autore anche di romanzi e opere teatrali. Vive e lavora a Lecco, dove collabora con riviste letterarie nazionali e internazionali e con il Centro Studi Ignazio Silone di Pescina. È direttore artistico dell'associazione culturale "Il Melabò".



GIUDITTA PODESTÀ. BIOGRAFIA


Si laurea all'Università di Genova, nel 1942 in Lettere Classiche, con una tesi su: "Le satire lucianesche di Teodoro Prodromo", con Quintino Cataudella, e nel 1943 in Filosofia, con Michele Federico Sciacca e una tesi su "L’Action di Maurice Blondel". Nel 1955 onsegue la laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università Bocconi di Milano con Giovanni Vittorio Amoretti e una tesi dal titolo "Bildung und Werden bei Franz Kafka". Ha insegnato Letteratura comparata in varie Università europee: in Germania, Spagna, Inghilterra, Irlanda e negli Stati Uniti d’America; ha anche diretto e fondato Istituti di Italianistica in varie sedi europee. Giuditta Podestà si è dedicata allo studio e alla divulgazione della Letteratura comparata, attraverso l’insegnamento, i convegni nazionali e internazionali, e la pubblicazione di saggi, mettendo in luce il peso che questa disciplina potrà avere sul processo politico e culturale dell'Europa Unita nonché sull’elaborazione della Costituzione Europea ai fini della definizione delle radici comuni fra i popoli europei.

Nel 1983 ha fondato il Centro Internazionale di Studi Lombardi (CEISLO), ospitato nell'ex Convento di Santa Maria la Vite a Olginate. Muore il 25 Ottobre del 2005.


APPROFONDIMENTI SULL’OPERA DI GIUSEPPE LEONE:


Il volume raccoglie i saggi di autori, perlopiù amici e colleghi di Giuditta Podestà (1921-2005), che in vario modo e con competenze disciplinari diverse, portano alla riscoperta di un'intellettuale dotata di profonda cultura e viva intelligenza, docente e critico letterario militante ad un tempo, ma poco riconosciuta nelle nostre università dove, peraltro, ha insegnato per lunghi anni. I vari punti di vista, benché numerosi, offrono nel complesso un ritratto univoco e unitario di una studiosa che ha avuto il merito di diffondere il comparatismo in Italia e in Europa già a partire dagli anni '50, promuovendolo attraverso scritti, convegni e istituzioni culturali di vario genere, da lei fondate in Europa e in America. Dal saggio di Leone, che esamina le opere di critica letteraria della Podestà, a quello di Malusa che si sofferma sull'attività convegnistica della studiosa, passando per i testi di Cattanei che la segue sul terreno dell'insegnamento della letteratura comparata, della Ruminelli che ne descrive la portata umanistica, di Ferraris che si intrattiene sulla Podestà fondatrice e docente della scuola di italianistica di Wolfsburg, questo volume ci restituisce nella sua integrità l'immagine di un'intellettuale moderna, che riscopre nella letteratura comparata argomenti e strumenti tesi a favorire l'avvicinamento e l'integrazione fra i popoli in questo processo di globalizzazione che il nostro mondo attuale sta vivendo.

Ultimo aggiornamento Giovedì 24 Maggio 2012 13:11
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...