Contenuto Principale
RISTORANTE ENOLIBRERIA NOUVELLE VAUGUE PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 28 Maggio 2012 02:09
VENERD Venerdì 1 Giugno 2012, a partire dalle 18.00, inaugurazione della nuova stagione del  Caffè, Ristorante Enolibreria Nouvelle Vauge (Vico De Gradi, 4r  16123 Genova; a due passi dalla cattedrale; 010 265442; http://www.nouvelle-vague.it/) che, recentemente, dopo profondi lavori di rinnovamento, a fianco del noto chef Roberto Cantatore ha visto subentrare come titolare l’esperto barman Federico Pastorino.  Al pubblico verrà proposto un aperitivo di…vino con  buffet di degustazione dedicato al pesce azzurro. Si andrà dalle acciughe marinate, a quelle impanate e ripiene, ma non mancheranno anche focacce e vari tipi di pasta. Il tutto, sfruttando al massimo le potenzialità della ricca enoteca, potrà essere abbinato a diversi vini. Spazio dedicato anche allo spettacolo con il gruppo rock Dassistassy (Pagina Facebook: Dassistassy) in cui milita anche l’eccellente musicista Elisa Montaldo, stella dei notissimi Il Tempio delle Clessidre  , in procinto di partire per una Tournèe negli USA! Pastorino e Cantatore vantano un lungo curriculum: il primo ha lavorato in locali del calibro dell’Osteria del Bai e Dalla  Rina dove si è specializzato nella preparazione di piatti di pesce e carne, il secondo vanta una lunga carriera da barman che lo ha portato, nel ’95, a vincere anche il premio come miglior barman ligure al concorso “Bar Giornale”. Una curiosità: il noto chef ha riscosso così tanto successo con la produzione del suo pesto che ha deciso di commercializzarlo, l’architetto Luca Mazzari, consumatore del tradizionale condimento ha elaborato  il logo per lanciarlo sul mercato. Non mancheranno gli assaggi. I due formano un cocktail di professionalità e di produzione idee che, sicuramente, farà emergere in maniera ancora più decisiva uno dei locali più particolari del centro storico genovese. Il Nouvelle Vauge, infatti, si profila come un vero e proprio alfiere del cibo di qualità, in controtendenza all’anonimato di molti locali moderni che si fondano sul mangiare velocemente ed alzare i tacchi. La creatura di Cantatore, invece, offre un ambiente intimo e raffinato dove potersi immergere nella piacevole lettura di un libro, la libreria è molto vasta e spesso aggiornata, magari gustando un buon vino in attesa che arrivi il piatto ordinato. Il Nouvelle, inoltre, è ottimamente climatizzato. Il risultato di questa concezione del ristorante enoteca, in piena sintonia con la tradizione della tavola italiana, è un menù fresco e genuino che fa del pesce ,  della carn e del buon vino  il fiore all’occhiello.  Questo non esclude la possibilità di prendere anche un aperitivo o semplicemente un bicchiere di vino, leggendo con tranquillità il libro adocchiato.Questa tipicità rende il locale non solo un luogo accogliente ove potersi “rifugiare”, scampando al chiasso e alla frenesia del centro città, ma anche una meta per tanti turisti. La facilità di accesso al locale dei tanti visitatori di Genova è data anche dalla presenza del caposala Massimiliano Pesce che consoce ben cinque lingue, fra cui il giapponese. Una garanzia per chi non vive all’ombra del tricolore italiano. Pesce ha lavorato presso Cracco e Gualtiero Marchesi e vanta una lunghissima carriera internazionale. «Abbiamo deciso di fare dei lavori all’interno del locale per renderlo ancora più accogliente – spiega Pastorino – la programmazione della nuova stagione prevede una serata fissa alla settimana dove sarà protagonista la musica, altre con varie degustazioni di vini e formaggi e poi iniziative culturali, come presentazione di libi o reading. Stiamo prendendo contatti con l’editore Antonello Cassan e Claudio Pozzani con cui organizzeremo incontri con i protagonisti del Festival della Poesia. Avremo anche un occhio di riguardo per i giovani che molte volte non trovano spazi per esprimersi. La cucina con prodotti freschi e di qualità, ovviamente, sarà il nostro cavallo di battaglia, il menù sarà ricco di piatti di carne e di pesce che potranno andarsi ad abbinare ai tantissimi vini che offre la nostra cantina».  ELISA MONTALDO . BIOGRAFIA DI UNA STELLA.  Elisa Montaldo si racconta…….. Già all'età di due anni dimostravo interesse per i tasti bianchi e neri di un pianoforte giocattolo. I genitori e il mio maestro elementare si sono accorti della mia spontanea inclinazione alla musica e così ho iniziato a studiare pianoforte classico all'età di 9 anni (privatamente dal prof Flavio Dellepiane) che ho dovuto interrompere dopo 13 anni per motivi familiari. Lo studio prima e il lavoro poi hanno reso più difficile la mia crescita musicale, ma non mi sono data per vinta e non ho mai smesso di suonare e comporre musica. Dal 1992 ho preso parte a diverse formazioni di giovani musicisti, dapprima in cover band (Anonimi, Heaven in black, Alchemy, Dassistassy) e dal 2000 anche in band di musica inedita (Trama, Hidebehind, Narrow Pass, Thought Machine). Con le diverse cover band ho avuto l'occasione di suonare in moltissimi locali genovesi e piemontesi. Finalmente nel 2006 si concretizza il mio progetto di creare un disco di musica inedita e di sviluppare in un gruppo le mie idee: Il Tempio delle Clessidre prende vita. Il progetto comprende, oltre alla musica e al "concept" del disco, anche la cura del look e della scena in ambito live, data la mia predisposizione allestetica e al make up. Nel 2010 esce l'album di debutto per la Black Widow Records, il quale riscuote un buon successo a livello internazionale (attualmente alla terza ristampa, risultato assai rilevante per il mercato discografico "di nicchia"). Nel frattempo collaboro discograficamente con altre realtà musicali (Doracor, Ianva, Daedalus). Dal 2011 il Tempio delle Clessidre viene invitato a festival e concerti importanti: Roma, Milano e ad ottobre 2011 persino a Seoul. A breve uscirà il dvd/blue ray del concerto coreano, per me esperienza indimenticabile e di importante spessore artistico. Il prossimo giugno potrò suonare la mia musica negli Stati Uniti: il Tempio delle Clessidre sarà l'unico ospite italiano al più importante festival del genere rock progressivo, il NearFest. Un altro sogno che si avvera.Nonostante le difficoltà della vita e le restrizioni di dividersi tra lavoro e musica (un vero e proprio secondo lavoro non retribuito), con molti sacrifici cerco di portare avanti questa mia "vocazione". Compongo musica di diversi generi, ho una fiorente ispirazione propria della mia personalità sognante e romantica. Prediligo le atmosfere gotiche e dark, ma non disdegno melodie dolci e arie melodiche.Suono il pianoforte e le tastiere, amo i suoni dell'organo Hammond e dei sintetizzatori analogici degli anni '70. Compongo ed arrangio mescolando diversi timbri e ottenendo sonorità il più possibile personali per dare colori ai miei pensieri musicali.Parallelamente al mio progetto compositivo, calco i palchi dei locali genovesi con gli amici di lunga data Dassistassy, che ad ogni concerto agitano le folle con il sapiente mix di rock, anni '70, metal, hard rock e musica italiana. In versione elettrica od acustica riusciamo a coinvolgere il pubblico con dosi di "erotismo musicale" assicurando il divertimento a tutti i presenti. Attualmente tutte le mie forze ed energie sono volte a fare dell'arte e della musica il mio sostentamento oltre che vitale anche economico, cosa assai difficile (se non impossibile) in questo periodo storico e soprattutto in questo Paese sempre più culturalmente piatto.
Ultimo aggiornamento Lunedì 28 Maggio 2012 02:09
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...