Contenuto Principale
GIUSTINIANI IN FESTA PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 29 Maggio 2012 10:15
Auditorium delle Clarisse, venerd E’ ormai un appuntamento consueto quello che la GIUSTINIANI celebra ai primi di giugno a conclusione del percorso didattico annuale con gli studenti e le loro famiglie. Un appuntamento per così dire “di ritorno”, per un patto fiduciario tra l’Istruzione pubblica e i genitori chiamati ad interagire responsabilmente nel futuro dei propri figli. Ora è tempo di risultati, che anche quest’anno non sono proprio mancati: classificati ai Concorsi nazionali di matematica, inglese, certificazioni esterne con l’Università di Cambridge, appuntamenti con l’informatica, eccellenze interne, anche sportive… e pure musica con l’orchestra formata dagli studenti di strumento. Un incontro, dunque, ed un messaggio di speranza anche per il territorio, per la Città.
Quest’anno poi la Festa dura l’intera giornata per l’appuntamento serale con il teatro: “Rinvio a giudizio dei Promessi Sposi” rilettura del romanzo di Alessandro Manzoni in forma di processo. Un atto con epilogo: testo scritto e messo in scena a cura della prof.ssa Marina Maffei.
In un’aula di tribunale, i personaggi dei Promessi Sposi sono messi alla “sbarra” da un implacabile pubblico ministero che contesta la loro verosimiglianza: “Manzoni aveva la pretesa che i suoi personaggi potessero essere uomini e donne realmente vissuti, con nomi diversi, con storie diverse, ma con le stesse caratteristiche. Tuttavia, secondo la “Critica” non possono esistere o essere esistite persone così e io lo dimostrerò”. Il processo si snoda in modo vivace e imprevedibile fino al colpo di scena finale.
“Rinvio a giudizio dei Promessi Sposi” è stata una grande sfida per gli alunni e gli insegnanti che lo hanno messo in scena, in due anni di lavoro. Dice la prof.ssa Maffei: “All’inizio, temevo che il testo fosse improponibile a dei ragazzi di scuola media, non certo attori, e con difficoltà, più o meno evidenti, legate alla dizione, alla capacità di memoria. Incontrare un testo come quello di Manzoni e, per di più, rinviarlo a giudizio per scoprire le pieghe nascoste dei suoi personaggi, non era assolutamente scontato”. Dunque, una scommessa? “Più che una scommessa, una promessa. Alcuni personaggi si sono rinnovati, proprio a partire dal modo con cui i ragazzi (circa 70 calcano la scena) si sono immedesimati in essi. A poco, a poco“l’opera” è cresciuta in modo inaspettato; è fiorita, come una pianta, dall’interpretazione e dalla caratterizzazione che i ragazzi ne hanno fatto”.
“La GIUSTINIANI non è nuova a queste sfide, come già per lo spettacolo dell’Iliade”, dice il Dirigente Anna Macera, “e quest’anno va in scena con un altro colosso della letteratura, a smentire, tra l’altro, chi ritiene che giganti della letteratura come Omero, Dante, Manzoni odorino di muffa e siano da esonerare dai percorsi dell’istruzione perché ormai superati. Una grande vittoria, dunque, per la diffusione della cultura nei giovani e per la società”.


Ultimo aggiornamento Martedì 29 Maggio 2012 10:15
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...