Contenuto Principale
Si alza il sipario sulla Uyba 2017-2018 PDF Stampa E-mail
Scritto da Roberto   
Giovedì 24 Agosto 2017 20:50

Tags: Uyba

FB IMG 1503655850952
Foto Volleybusto.com

Tanti volti nuovi e tanta voglia di tornare in alto ecco  tutte le novità su come sarà la nuova Uyba versione 2017/2018, che inizia oggi il lavoro, nonostante molte assenti, con la presentazione e il raduno ufficiale. 

 
La Uyba 3.0 cambia volto per il terzo rilancio in poche stagioni, la veste 2017/2018 vede prima fra tutti la conferma della guida tecnica, con Marco Mencarelli, che dopo essere stato sull’orlo del precipizio a seguito delle brutte sconfitte in campionato, viene riconfermato dalla dirigenza bianco rossa insieme a tutto il suo staff mantenendo in vita il progetto concordato due stagioni fa, con la terza che però deve essere quella buona, quella che riporti Busto dove merita. Le prime mosse estive del club bianco rosso partono dalle conferme, con il club di via Maderna che alle prime luci estive rende pubblici i nomi del quintetto azzurro che continuerà a vestire la maglia Uyba , Valentina Diouf, Beatrice Berti, Ilaria Spirto, Beatrice Negretti e Federica Stufi, lasciando come incognita il futuro delle altre, ma facendo capire che il il destino delle altre azzurre non sarà più con la casacca bianco rossa sulle spalle.  La mossa successiva arriva dagli States, mercato con i quale la dirigenza bustocca ha decisamente un buon feeling, dopo i crak Lloyd e Lowe ecco che arriva Sarah Wilhite. La giovanissima scommessa è il primo colpo di mercato, classe 1995 si presenta come uno dei fiori all’occhiello del campionato universitario americano, nominata miglior giocatrice della stagione NCAA dalla AVCA e convocata con la nazionale di Kiralay per il World Gran Prix.  Con l’addio sempre più imminente di Martinez, la dirigenza si fionda su un altro prodotto a stelle e strisce con l’arrivo di Michelle Bartsch, l’americana già testata nel campionato tricolore, ha mostrato di essere una delle migliori schiacciatrici già nella scorsa stagione con la maglia di Bolzano. Bartsch porta in dote punti e discreta solidità difensiva  alla nuova Uyba, con 323 punti in 82 set e 45,83% in ricezione. Dopo anni di corteggiamento e avances arriva anche il matrimonio con la schiacciatrice azzurra Alessia Gennari, classe 1991 dalla Foppapedretti, dove alla corte di Lavarini non ha trovato molti spazi per mettersi in luce. La giocatrice parmigiana però ha tanta voglia di farsi vedere e dimostrare tutto il suo valore andando a puntellare con solidità e tecnica la seconda linea bianco rossa. Con Mencarelli a fare da mediatore di eccezione, la dirigenza biancorossa apre il carrello della spesa in casa Club Italia, con tre giocatrici che dopo aver fatto da ospiti del PalaYamamay, ne diventeranno padrone di casa. La prima in ordine di tempo è la schiacciatrice Vittoria Piani, classe 1998, 187 cm di altezza, la giocatrice nata a Milano con sangue brasiliano da parte di madre, ha mostrato grande flessibilità tanto da poter essere impiegata sia come schiacciatrice e all’occorrenza come opposto, qualora Diouf avesse bisogno di tirare il fiato. A completare il reparto di attacco, dalla Bulgaria, per la precisione dal Maritza Plodiv, arriva Silvana Chausheva , 22enne che già aveva incontrato sul suo cammino la Uyba nei sedicesimi di finale di Cev Cup e la ritroverà ora senza il biglietto di ritorno in valigia. Il suo curriculum recita voci non di poco conto, tra le quali tanti punti, esperienza nazionale e internazionale, convocazioni con la nazionale maggiore e anche per lei grande duttilità con la possibilità di impiegarla come opposta. Reparto di attacco al completo, un mix dall’età media impressionante, 23 anni in 6, insomma  giovanissime, di talento e con il curriculum già impreziosito da pepite di grande valore, ora sarà di Mencarelli il compito di gestire e valorizzare dalla panchina il suo pacchetto di attacco. Dal campo ? Problema palleggiatrice? il dubbio sulla prescelta a cui consegnare la regia aleggia per mesi dalle parte di Via Maderna, con Signorile fuori dai candidati per un infortunio, la scelta ricade su una delle promesse più brillanti del panorama italiano, anche lei dal Club Italia, Alessia Orro. La “piccola” sarda, neo diciannovenne festeggiata in Cina con la nazionale azzurra, riceve così consacrazione dei suoi sforzi e compie il salto di qualità tanto atteso dopo essere cresciuta stagione dopo stagione al Pavesi.  Mencarelli, che ha valorizzato la giocatrice quando era in azzurro, crede fortemente in Alessia e non ha dubbi a consegnarle le chiavi della regia bianco rossa nonostante le sua giovanissima età. La giocatrice dal curriculum già ricco, porta con sé doti che non sono affatto nascoste e grande talento che metterà senza dubbio al servizio della squadra. La dirigenza bianco rossa per il ruolo di seconda le affianca una giocatrice di grande esperienza per farle da chioccia se Alessia dovesse incontrare dei momenti difficili  nel corso della stagione, lei è Stefania Dall’Igna. Dopo un valtzer italo-francese che l’ha vista con sei casacche differenti, per lei è un ritorno a casa, tornerà a vestire la maglia che l’ha lanciata sul grande palcoscenico della serie A1. Una delle palleggiatrici più esperente del nostro campionato ed elemento fondamentale per sopperire alle difficoltà. Ultimo ma non meno rilevante arriva l’annuncio della 12esima farfalla che completerà il rooster bianco rosso per la prossima stagione. Si tratta del terzo prodotto di casa azzurra, la centrale Alexandra Botezat, anche lei classe 1998, cresciuta nel Bassano e passata poi al Club Italia è una delle centrali più promettenti e ha mostrato una grande crescita nel corso della stagione scorsa agli ordini di Lucchi. Il mercato bianco rosso chiude così il sipario consegnando nelle mani di Mencarelli un team ben costruito e ancora una volta secondo il dictat del tecnico di valorizzazione dei giovani, elemento questo che Mencarelli dovrà trasformare in valore positivo evitando che diventi presto in alibi perché alla terza stagione il progetto deve diventare realtà e la Uyba deve tornare al livello che le compete. 
Completa il catalogo di novità il nuovo nome della società bianco rossa che sostituisce il vecchio “Futura Volley”, con l’acronimo nato quasi per gioco e diventato marchio ben riconosciuto, “Uyba Volley”, acronimo ( U di Unendo Energia Italina,  Y di Yamamay, BA di Busto Arsizio) che si prefigge di conservare le vecchie origini, ma di sviluppare il brand insieme ad un nuovo logo che caratterizzerà le attività della società.  Da sottolineare, come sempre, il grande attivismo della società di Pirola, che oltre a lanciare le ormai consuete campagne estive social (Uyba Summer Photo Contest), allarga il suo spettro di iniziative con il Progetto Casa Uyba, oltre ai campi da Beach Volley inaugurati all’esterno del PalaYamamay.
Ufficializzate le date del prossimo campionato per la Uyba sarà esordio nella casa delle campionesse d’Italia della Igor Gorgonzola Novara il 15 Ottobre, il debutto davanti al pubblico di casa sarà il weekend successivo contro la matricola Filottrano. 
Le farfalle, con molte assenti, hanno iniziato oggi il lavoro con il raduno ufficiale agli ordini del vice allenatore Musso vista l'assenza di Mencarelli impegnato nel mondiale under 18.
 
Roberto Bojeri 
Ultimo aggiornamento Lunedì 28 Agosto 2017 21:48
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...