Contenuto Principale
La Uyba concede solo il primo set poi abbatte la Pomì. PDF Stampa E-mail
Scritto da Roberto   
Martedì 06 Marzo 2018 00:24

Tags: Pomì Casalmaggiore | Unet E-Work Busto Arsizio

IMG 4706 Copia

La Uyba si riprende il quarto posto tornando a vincere per 3-1 contro la Pomì Casalmaggiore,nell’ultima giornata di regual season davanti al proprio pubblico.

Nell’insolito monday night, posticipo della penultima giornata di regual season, la Uyba è chiamata a rialzarsi dopo la doppia sconfitta della final four di Coppa Italia e quella con strascichi più polemici della trasferta pesarese. La squadra di Mencarelli non fallisce la chiamata e risponde presente con una vittoria da 3 punti contro la Pomì che vale il controsorpasso a Monza per il quarto posto in classifica. Busto concede solo il primo parziale poi alza il ritmo e asfalta Casalmaggiore, incapace di reagire alla scoppola rimediata nella seconda frazione, dove Stevanovic e socie non superano il muro dei 15 punti. Stufi e compagne dopo un primo set che evoca brutti fantasmi, decidono che è ora di tirare fuori le unghie da farfalla tigre e lo fanno nel migliore dei modi. L’imbarcazione Pomì affonda colpo dopo colpo non riuscendo i nessuno dei parziali a superare quota 20 punti. La squadra di Lucchi, dopo una prima frazione giocata sopra le righe con Martinez superlativa, stacca la spina e non oppone resistenza all’urto bustocco. Le cremonesi sono troppo discontinue e mostrano ben poche idee di fronte a una Uyba che quando alza il ritmo diventa davvero difficile da contenere. La Pomì involve su sé stessa in maniera impressionante, dopo un primo set in cui nonostante la bellezza di 9 errori riesce a gestisce la gara mostrando una superiorità preoccupante poi non si vede più nulla se non la Uyba che torna a correre con i giusti giri e le casalasche a guardare inermi. Per Busto le note positive arrivano da Orro, che dopo il primo set in cui si accomoda anche in panchina, rientra nel secondo e non sbaglia più nulla, gestisce in modo lucido e sicuro non sbagliando mai la scelta di attacco e garantendo l’ormai sua consueta solidità anche difensiva oltre a 2 punti messi a referto. Ma non è finita qui, le note dolci sono anche nella prestazione di Stufi e Berti, che scomparse un po’ dai radar nelle ultime giornate, tornano a farsi vedere e incidere chiudendo la gara rispettivamente con 8 e 9 punti. Acquisita ormai la certezza matematica di non scivolare oltre la quinta piazza e l’avversaria del turno playoff, la Saugella Monza, la squadra di Mencarelli dovrà dare battaglia nell’ultima gara stagionale, nella difficilissima trasferta di Scandicci, per conservare la quarta piazza e avere il favore del campo nell’eventuale gara 3 del playoff.

Mencarelli con tutte le ragazze a disposizione sceglie il sestetto classico. Lucchi risponde con Lo Bianco al palleggio in diagonale con Drews, Guiggi – Stevanovic al centro, Martinez e Grotheus in banda con Sirressi libero. Prima dell’inizio della gara anche il mondo del volley ricorda con un minuto di raccoglimento la dolorosa scomparsa prematura del capitano della Fiorentina Davide Astori. Nel primo parziale grande equilibrio in campo tra le due formazioni fino a quando è Bartsch a spaccare il parziale. L’americana è incontenibile e prova a trascinare Busto, ma Drews risponde per le rime e tiene a galla le casalasche. Le cremonesi si prendono due lunghezze di vantaggio, trascinate da Drews, e provano a gestire il parziale. Busto crolla in attacco e Martinez allarga il gap a quattro punti. Mencarelli le prova tutte mandando in campo Dall’Igna al posto di Orro in difficoltà. La regista prova a variare le soluzioni, ma non è abbastanza, nel finale le ospiti si prendono sei set ball per chiudere. La Uyba si risveglia annullandone quattro ma alla quinta occasione Drews non sbaglia (22-25). Busto in grande difficoltà nelle scelte offensive con la sola Bartsch che regge solo nelle prime battute del parziale e non può bastare, Diouf in grandissima difficoltà. La seconda frazione vede Busto partire subito con il piede giusto, con la retroguardia in rosa che va in crisi nera. Bartsch al servizio è una vera spina nel fianco con il gap che sale a cinque lunghezze. Le ragazze di Lucchi staccano la spina e la Uyba ne approfitta per prendere il volo con un 4-0 che vale il più otto. Senza storia il finale di set con Busto che passeggia sua una Pomì con la testa già al prossimo parziale. Sono ben dieci le chance per chiudere e la neo entrata Botezat non sbaglia alla prima (25-14).Orro gestisce meglio con leggerezza e precisione, chiamando in causa anche i centrali e i risultati si vedono. Il terzo parziale vede Busto tenere un buon ritmo con la Pomì ancora in difficoltà soprattutto nelle soluzioni offensive. La Uyba è un treno in corsa che non vuole fare fermate intermedie e le ospiti non trovano il modo di mettere bastoni tra le ruote. Casalmaggiore si aggrappa a Martinez, ma la domenica è troppo discontinua per fare reparto da sola. Messo al sicuro il risultato Stufi e compagne vanno a prendersi gli stessi dieci set ball del precedente parziale. Buona la seconda con la pipe di Diouf che chiude (25-15). Il quarto e ultimo set si apre con una fase di studio inziale dalla quale sono le padrone di casa ad avere la meglio, il doppiaggio che arriva subito nelle fasi iniziali. Le ”farfalle” non vogliono lasciare spazi e tengono il piede sull’acceleratore senza permettere alla Pomì di rientrare. Nulla da fare per le cremonesi che non trovano la via di uscita dal tunnel e implodono. Il 6-0 siglato con Bartsch al servizio sa tanto di condanna definitiva per le ragazze di Lucchi. Finale già scritto e solo da completare, Diouf mette a terra il diagonale che vale sette match ball. Ed è sempre la numero tredici a scrivere la parola fine alla seconda occasione utile (25-18).

La Cronaca :

Unet E-Work Busto Arsizio: 2 Stufi, 6 Gennari, 8 Orro, 13 Diouf, 14 Bartsch, 15 Berti, 5 Spirito (L). All. Mencarelli, 2° Musso

Pomì Casalmaggiore : 1 Martinez, 6 Grotheus, 7 Guiggi, 11 Drews, 14 Lo Bianco, 15 Stevanovic, 5 Sirressi (L). All. Lucchi, 2° Bonini

Arbitri : Brancati – Rolla

Primo set, sono le ospiti a trovare per prime il break con l’ace di Martinez (2-4). La fuga è breve perché Bartsch ristabilisce la parità (4-4). Dal botta e risposta ne esce avanti la squadra di casa con l’americana che non sbaglia la palla vagante sulla ricezione lunga di Grotheus (7-5). La Uyba allunga a più tre con l’ace di Bartsch e Lucchi è costretto a fermare il gioco (10-7). Alla ripresa le ospiti tornano a viaggiare, con la tripletta di Drews invertono rotta (12-13). Bartsch spedisce out lasciando invariato il gap (15-17). Martinez è in serata e non risparmia la sua ex squadra siglando il più quattro (16-20). Mencarelli prova la carta Dall’Igna al posto di Orro. Nel finale la Pomì non sbaglia nulla e va prendersi sei set ball con l’attacco di Drews (18-24). Busto si sveglia tardi ne annulla quattro, alla quinta chiude i conti sempre Drews (22-25).

Secondo set, botta e risposta iniziale da cui esce avanti la squadra di casa che trova il break 3-0 con Lucchi costretto a fermare il gioco (6-3). Bartsch al servizio sembra non volersi più fermare fino a quando Martinez riporta a galla le compagne (8-4). Orro alza il muro su Grotheus ed è doppiaggio (12-6). La Pomì cade al tappetto con Stufi che fa tripletta e fa salire il margine a otto lunghezze (14-6). L’ace di Orro vale il più dieci (18-8). Con il set ormai in tasca, la Uyba si concede qualche leggerezza, prima di prendersi dieci set ball con l’errore delle cremonesi (24-14). Buona la prima con la neo entrata Botezat che chiude i conti (25-14).

Terzo set, Pomì ancora in palla spedisce out con Drews e Giuggi scivolando a meno quattro in avvio (6-2). Gennari tiene la distanza di sicurezza mettendo a terra la palla del doppiaggio (8-4). Spirito difende l’impossibile e Bartsch ripaga in attacco (12-6). La Uyba non stacca il piede dall’acceleratore, l’erroraccio di Drews condanna le compagne a sette punti di distacco (15-8). Le cremonesi non trovano il bandolo della matassa e restano a guardare (20-12). In un finale ormai scritto, ci pensa Bartsch in diagonale a regalare, ancora una volta, dieci set ball (24-14). Buona la seconda con Diouf che chiude i conti in pipe (25-14).

Quarto set, la Uyba rompe per prima gli equilibri trovando il doppiaggio che costringe Lucchi allo stop (6-3). Bartsch spedisce out e riporta la Pomì a una sola lunghezza (7-6). Le farfalle non staccano il piede dall’acceleratore e tengono la distanza di sicurezza con Diouf (11-7). Le cremonesi si aggrappano al doppio errore di Bartsch per non perdere terreno (14-10). Bartsch al servizio è devastante, Diouf mette a terra il 6-0 che sa tan to di sentenza di condanna (20-10). Poco da dire nel finale, il treno in corsa non si arresta, Diouf regala sette match ball (24-17). Buona la seconda con la numero tredici che chiude i conti e scrive la parola fine alla gara (25-18).

Roberto Bojeri

Ultimo aggiornamento Martedì 06 Marzo 2018 22:40
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...