Contenuto Principale
Stacey Cristofaro, grinta da modella e passione ultrà PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 30 Aprile 2018 19:17

Tags: Reggina | Stacey Cristofaro | Vibonese

31709716 10213978263042687 4863524539679637504 n

Un vulcano di brio e simpatia. Stacey Cristofaro, calabrese di nascita, è una modella che spacca l'obiettivo, ma al tempo stesso è l'unica donna ultrà della Vibonese. E' il caso di dire quando fascino e calcio vanno in simbiosi.

31494928 10213978264162715 2567307471299280896 n


Stacey, fammi una piccola cronistoria della tua 'doppia' vita...iniziamo dalla modella.

"Ho iniziato per passione a 18 anni partecipando a un concorso di bellezza, ho iniziato tardi rispetto ad altre ragazze perché prima ero dedita allo studio. Quando mi venne proposto, accettai immediatamente perché ho sempre avuto una grande autostima della mia persona e, da lì, nel mio percorso cominciai a vincere qualche fascia in ambito locale. Ma il mondo dei concorsi e delle sfilate non era il mio. Conobbi però un po' di persone e un paio d'anni dopo fui contattata per un casting da un'agenzia belga (i titolari sono Peter Demoulener e Cindy Clemens, in Italia Pierpa Tramonte e l'organizzatore Johnny Fusca) che ha una succursale a Cosenza. Crearono così il mio primo booking con una decina di foto. E' un'agenzia molto seria, che lavora specialmente a Malta, in Belgio, nei Paesi Bassi, ma che ha anche sedi in Italia a Torino e in Sicilia. Ebbe inizio il mio percorso con alcuni fotografi calabresi e non. Non tutte siamo predisposte al lavoro di fotomodella. Devi avere personalità e carattere, che a me non mancano, e queste mie qualità traspaiono in ogni singolo scatto. Tra un shooting e una partita di calcio della Vibonese non ho mai tralasciato gli studi, ho frequentato per tre anni l'Università e sono diventata maitre di sala".

31506227 10213978264522724 5364042363154989056 n



E poi c'è il tuo lato B, inteso come ultrà della Vibonese...

"Sono l'unica donna ultrà, in mezzo a una cinquantina di uomini, della società rossoblù. Tutto iniziò quattro anni fa, per caso, quando fui portata allo stadio da un amico in occasione del match casalingo con la Reggina. Andai in curva, contrariamente alla maggior parte delle donne di qui che vanno in tribuna, e scoprii subito che quello era il mio habitat naturale. All'interno del gruppo venivo trattata come una di loro. Non è facile vivere la realtà della mia città, dove ci sono 33 mila abitanti, ma tu sei una donna e devi per forza andare in chiesa la domenica indossando i tacchi. Io non sono così e mai lo sarò. Non sono vista bene dalla gente perché una donna non può andare allo stadio in curva. La mia storia di ultrà è apparsa su molti giornali locali ed è per questo che un fotografo decise di farmi uno shooting all'interno dell'impianto sportivo. Sono una ragazza capace di passare da pose sensuali e delicate di nudo artistico all'essere un maschiaccio sugli spalti. Da quella prima volta in curva sono sempre andata a tifare Vibonese, anche in trasferta. Un ultrà non deve conoscere i ruoli dei calciatori o le regole del gioco del calcio, ma lo scopo è quello di difendere la città e i propri colori sociali. Essere ultrà è uno stile di vita. Tutti mi vedono come una ragazza estrosa, egocentrica, con quel colore di capelli, quei grandi occhi, come quella che si veste diversa dalle altre. Ma se non mi conoscono come possono giudicarmi? Io trasmetto questo nei miei profili social, ma poi rimangono sorpresi quando scambiano due parole con me. Quando cominciai ad andare allo stadio scoprii che mio padre era stato un ex ultrà eppure non me lo aveva mai rivelato, da lì capii che siamo due gocce d'acqua, la fotocopia l'uno dell'altra, anche per gli aspetti caratteriali. Sono una ragazza con una vena di follia: c'è chi prende a pugni il sacco della boxe, chi fa palestra, chi la sua corsetta, io invece vado allo stadio. Che male c'è? La settimana la vivo sempre al campo d'allenamento, non ne salto uno. Può capitare la contemporaneità di uno shooting fotografico con una partita, ma mi attrezzo con il bluetooth e l'ascolto alla radio"

31530602 10213978262562675 7442835765966405632 n



Quindi, qualche volta, hai messo a rischio la tua incolumità allo stadio?

"E' capitato in alcune occasioni, ad esempio ad Eboli, a Lamezia Terme, a Fratte, ma anche a Messina.

31543131 10213978260882633 5242836290117828608 n

 

Ma cosa capiterà da qui alla fine della stagione?

"Manca una partita. Siamo primi in classifica in serie D e dobbiamo vincere il campionato. Siamo a pari punti con il Troina, ma questa promozione la vogliamo a tutti i costi per tornare in Lega Pro. Sono convinta che raggiungeremo il traguardo perché seguo la loro preparazione quotidianamente, so come lo vogliono i ragazzi della rosa e la grinta che ci mettono sul campo"

31562075 10213978261442647 4879265242632159232 n



L'episodio più bello e quello peggiore della tua vita da ultrà?

"La gioia maggiore è stata la vittoria a Messina per 5-0, la soddisfazione più bella della nostra vita contro una squadra che ha giocato in passato in serie A. La più brutta delusione è arrivata due anni fa contro la Frattese quando all'88' Parisi prese il gol che ci fece perdere il campionato"

31562318 10213978263682703 675140185729531904 n



E dal punto di vista fotografico?

"Tutto sempre splendido. Il top è stato uno shooting con un fotografo di Matera in un castello dismesso a Rossano. Lui e sua moglie mi misero nelle condizioni di essere più naturale possibile e infatti gli scatti che uscirono erano bellissimi. Sembrerà strano, ma nel nudo artistico do il meglio di me. Sono molto più tranquilla senza vestiti"

31587823 10213978265122739 3090885004251627520 n



Il tuo rapporto con i social?

"Il mondo reale ormai è inesistente, se non sei social non esisti. Ci sono aspetti buoni e altri non tanto buoni. Mi si apre però un mondo lontano dalla realtà delle nostre culture e tradizioni, si scoprono cose che permettono di aprire le proprie conoscenze a tutto il mondo. Io li uso soprattutto per lavoro. Chi non mi conosce, come ti ho detto, vede il mio profilo e pensa che sia una ragazza arrogante, egoista ed egocentrica, ma questa è l'immagine che io voglio dare al mondo"

31646756 10213978261642652 8739974760475131904 n



Deduco che il tuo armadio sia molto vivace...

"Trovi di tutto e di più. Colori vivaci ovviamente, ma compatibili con il colore dei miei capelli. Non voglio andare in giro ed essere scambiata per un semaforo..."

31655683 10213978262282668 1403657155566895104 n

E il futuro cosa riserva?

"Se parliamo di futuro immediato allora ti posso dire che fra un paio di settimane farò un 'body painting' in una location ancora da definire. Più in là nel tempo, diciamo a settembre, mi trasferirò in un'altra città, probabilmente a Bologna. Mi rendo conto che non posso avere niente dalla mia città. Non si rispettano le diversità, non si rispettano le persone di colore, anche il colore dei miei capelli viene visto male. Voglio girare libera in una città dove nessuno ti punta il dito perché ti reputano diversa. Bologna l'ho vissuta già in un paio di occasioni e lì non ci sono diversità. Il colore dei miei capelli passerebbe inosservato. E' una città alla mia portata, non parlo dal punto di vista economico, ma a livello di lato umano. Questo mi impedirà di seguire la Vibonese. Cercherò di organizzarmi per qualche trasferta e per i match interni quelle volte che tornerò a casa. Il mio sogno è condurre un programma sportivo, improntato sul calcio, quella sarebbe la mia giusta collocazione, diciamo la 'Melissa Satta del Tiki Taka'. So tutto, come la regola del fuorigioco e dell'offside passivo. Ma non solo, chiedimi qualsiasi cosa, vedrai il mio grado di preparazione"

Qualcuno che vuoi salutare in particolare?

"Si, grazie. Volentieri un grande saluto a 'I fratelli supporter' e a Giuseppe Servelli"



foto: enzocarito.com, Michele Zaffino photographer, Nellas fotography, Trudy Abela fotography, the Frog

Ultimo aggiornamento Lunedì 30 Aprile 2018 19:51
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...