Contenuto Principale
Nazionale Femminile : Italia sconfitta 1-3 nel primo test match con il Giappone. PDF Stampa E-mail
Scritto da Roberto   
Lunedì 07 Maggio 2018 22:45

Tags: giappone | Italia | Nazionale Volley Femminile

 IMG 7688 Medium

Il primo test match della stagione dell’Italia targata Davide Mazzanti va in scena al PalaYamamay, dove le azzurre escono sconfitte per 1-3, nel primo dei due confronti con la squadra ospitante i prossimi mondiali (in programma 9-13 Settebre), il Giappone.

Un test e nulla di più quello che va in scena al PalaYamamy di fronte a oltre 1500 spettatori. Una Italia in fase molto sperimentale quella schierata da Davide Mazzanti con un mix di freschezza e spregiudicatezza giovanile ed esperienza, viste anche le molte assenze tra cui le reduci dalla finale scudetto dell’Imoco Conegliano e Igor Gorgonzola Novara. Il Giappone si presenta in maglia nera, senza numeri , scelta tecnica per evitare una preliminare fase di studio troppo accurata dal team di casa. Le azzurre durante la gara pagano sicuramente la poca esperienza (37 errori contro 18) sia a livello tecnico tattico che a livello di affiatamento, vista la formazione sperimentale con 2/6 della formazione sempre U19, esordienti assolute. Da aggiustare sicuramente è la battuta, fondamentale dal quale scaturiscono decisamente troppi errori, punti facili da non regalare quando la posta in gioco sale. Quello che emerge dal test bustocco dice di una formazione comunque dal grande potenziale con giovani di ottime prospettive come Pietrini, Lubian e Fahr e giocatrici di ottime qualità. Conferma, che arriva anche da questa prima uscita è il terzetto d’oro della regia azzurra, dove sarà difficile scegliere chi togliere dalla lista, con Malinov, Cambi e Orro, che sono una garanzia in gestione. Ora per le azzurre, che andranno sempre più ad essere al completo , è previsto subito un secondo allenamento congiunto domani ,a porte chiuse, al Pavesi, mentre giovedì ore 20 a Brescia andrà in scena il secondo test match.

Coach Mazzanti dopo aver iniziato il lavoro al Centro Pavesi di Milano decide di partire con Malinov al palleggio in diagonale con Ortolani, Guerra e Sylla in banda, Olivotto con Lubian al centro e Parrocchiale libero. Una Italia frizzante quella del primo set con il Giappone che sembra scivolare in avvio per poi ingaggiare un lunghissimo punto a punto. Nipponiche ben organizzate e concrete capaci di creare qualche difficoltà alle azzurre. L’ingresso di Mingardi e Cambi a metà set cambia l’inerzia del parziale (22-19) che va in tasca alla azzurre all’ultimo respiro grazie all’errore delle ospiti (25-22). Nel secondo parziale il Giappone gioca il botta e risposta fino a metà set quando prova l’allungo andando a più tre. L’Italia non ritrova sè stessa e scivola sotto i colpi delle nipponiche che mettono sei lunghezze di margine. Le azzurre provano la reazione ma non basta, le ospiti si prendono quattro set ball ed è subito buona la prima grazie all’indecisione sull’asse Cambi – Guerra (20-25). La terza frazione vede l’Italia con qualche novità in campo tra cui Lucia Bosetti, Elena Pietrini e Sara Fahr. Bene il Giappone in avvio che prova a gestire. L’Italia incappa in una fase di stallo realizzativa che vale doppiaggio per le ospiti (5-10). Il nuovo assetto crea qualche difficoltà alle azzurre, Pietrini non trova spazi e le ragazze in maglia nera tengono la distanza di sicurezza. Il secondo traguardo viene tagliato ancora dalle giapponesi, avanti sei lunghezze sulle padrone di casa (10-16). Le ospiti staccano leggermente la spina e subiscono il break che riporta le ragazze di Mazzanti a stabilire parità e vantaggio (19-18). Nel rusch finale sono le nipponiche a invertire di nuovo rotta prendendosi tre ste ball, il secondo dei quali messo a segno (22-25). Nel quarto e ultimo set , stessa formazione per Mazzanti che non fa cambi. Una serie di errori al servizio da entrambe le parti lascia le due formazioni a minima distanza (3-5). La difesa delle ragazze in nero fa gli straordinari, ma l’ace di Bosetti vale il primo traguardo avanti per le azzurre. Arriva il momento dell’ Ingresso in campo, accompagnato dall’ ovazione del pubblico, per la bustocca Beatrice Berti, confermata con la maglia Uyba anche per la prossima stagione (9-12). Le azzurre accorciano le distanze, ma sono sempre le ospiti a far suonare per prime la campanella (13-16). Berti si stampa sul muro avversario decretando il meno cinque (16-21). Nel finale l’errore in pipe di Bosetti regala sette match ball al Giappone per chiudere. Buona la terza il primo tempo delle ospiti che chiude la gara (19-25). Miglior marcatrice dell'incontro Serena Ortolani con 20 punti.

Roberto Bojeri

Ultimo aggiornamento Martedì 08 Maggio 2018 22:08
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...