Contenuto Principale
Il vicentino Chimirri domina il Derby di Predazzo PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 08 Luglio 2012 22:16

La prima volta di Vincenzo Chimirri nel Derby di Predazzo. Tante partecipazioni nelle 17 edizioni della competizione simbolo della 10 Giorni Equestre, che ha chiuso definitivamente il programma 2012, ma mai

nessuna affermazione e mai sul podio in questa competizione che simula un percorso di caccia per il 38enne calabrese, ormai da anni residente a Grisignano di Zocco, in provincia di Vicenza. Chimirri, che difende i colori della Polizia di Stato, ha fatto valere il fattore esperienza: la sua di cavaliere visto che vanta una decina di vittorie nella Coppa Nazioni e numerose affermazioni in Concorsi di tutto il mondo e soprattutto quella del suo cavallo Temptation Van Herikhave, un Baio olandese di 12 anni. Determinato, veloce e preciso nell'affrontare i 19 impegnativi ostacoli, compreso il Talus simbolo del Centro Ippico fiemmese Le Fontanelle, il binomio ha fatto registrare un eccellente tempo “macchiando” una prestazione esemplare con un errore proprio sull'ultimo ostacolo. Ma alla fine la velocità ha permesso a Chimirri e al suo cavallo di esultare e di far proprio il Memorial Franco Marazzini, abbinato al Premio Comune di Predazzo. L'aspetto curioso riguarda il fatto che insolitamente in questi giorni di gara Chimirri non ha vinto alcun concorso, quasi a volersi preparare con dovizia proprio per il Derby. E così è stato.
Delusione per il bergamasco Enrico Frana su Pakitas, che per la terza volta consecutiva deve accontentarsi della piazza d'onore, con il rammarico di aver commesso due errori all'ostacolo 10 e al 19. L'ex carabiniere ha comunque dimostrato tanto talento soprattutto in una gara lunga come il Derby. Cronometro alla mano Chimirri ha impiegato complessivamente (penalità compresa) 131 secondi e 82 centesimi, mentre Frana ha chiuso la sua prova con 135 secondi e 61 centesimi.
Al terzo classificato, il veneziano Marco Coana sul castrone grigio Caliban, rimane comunque l'importante soddisfazione di essere stato l'unico ad aver concluso il percorso con zero penalità, a scapito purtroppo della velocità: 137”62 il tempo finale. Podio sfiorato invece per una delle protagoniste più attese, Virginia Argenton su Isetto, particolarmente veloce ma con ben 3 errori. Ha deluso anche il fiorentino Cristian Pitzianti su Aoreen Flb, il più rapido fra i partenti ma in difficoltà per la stanchezza della sua cavalla nella parte finale, con tre errori di fila negli ostacoli conclusivi e un quinto posto finale. Seguono in classifica Luca Graziotti su Bugs Bunny, Marco Ferrari su Thio e Andrea Uboldi su Doblesse. Infine spettacolare caduta all'uscita della Fossa Ferrarese per un altro dei cavalieri più attesi, il padovano Alberto Boscarato che si è rialzato, dovendosi però ritirare.


INTERVISTA DI CHIMIRRI
«Avevo già partecipato a quattro Derby ma mai ero riuscito a salire sul podio. Questa volta invece è andata bene e sono veramente felicissimo».
Hai commesso un solo errore, all'ultimo ostacolo. Hai temuto di non farcela? «Avevo rischiato molto, compiendo un giro molto veloce. L'errore all'ultimo ostacolo mi ha lasciato un pizzico di amaro in bocca ma tuttavia sapevo che il tempo era buono e che quantomeno sul podio sarei salito. E' andata bene, Coana non ha commesso alcuna penalità ma ha chiuso con un tempo più alto, la scelta di attaccare il percorso spingendo al massimo alla fine si è rivelata indovinata».
Le difficoltà maggiori te le hanno create gli ostacoli naturali o la lunghezza del tracciato? «Temptation è un cavallo molto sfacciato e molto coraggioso, aveva già partecipato ad un Derby e dunque non è rimasto sorpreso dagli ostacoli naturali proposti dal Derby. La lunghezza del tracciato è certamente notevole ma avevo allenato il cavallo sulla resistenza proprio in ottica di questa gara e alla fine del percorso non era nemmeno troppo stanco».
Cosa ti spinge a non perderti un'edizione della 10 Giorni Equestre di Predazzo? «E' un bellissimo concorso e l'ambiente qui a Predazzo è davvero eccezionale, diverso da tutti gli altri concorsi. Durante il giorno siamo tutti rivali ma la sera si mangia allo stesso tavolo e si fa festa tutti assieme. L'accoglienza da parte del comitato organizzatore è eccezionale e poi c'è una temperatura che non si trova da nessun'altra parte. Ecco perché cerco sempre di non mancare».


LE ALTRE GARE
E' risultata la gara più seguita in assoluto il Mini Derby, Premio Consorzio dei Comuni Bim dell'Adige per la categoria C120, soprattutto perché i partecipanti erano addirittura 54, che hanno affrontato un percorso di caccia su un totale di 15 ostacoli, fossa ferrarese e talus basso compreso. Alla fine ha primeggiato il cavaliere di Frosinone Donato Cinelli su Gottal Del Colle Sanmarco con lo straordinario tempo di 98”60, ma altrettanto bravo è stato il trevigiano Filippo Argenton su Lolli Popp, che ha chiuso a soli 18 centesimi dal vincitore in una gara particolarmente tirata, dove i primi due sono stati gli unici a scendere sotto i 100 secondi di gara. Terzo posto per il veronese Dennis Ortolani su Jasmine Du Cil, seguito da Giorgio Bernardi su Lara Rosata ed ancora da Donato Cinelli su Jolie Boy.
Si chiude con un bilancio decisamente positivo la 10 Giorni Equestre del cavaliere di Altavilla Vicentino Stefano Nogara, vincitore di ben nove gare in questa edizione dei concorsi fiemmesi, l'ultima delle quali nel Premio Magnifica Comunità di Fiemme della categoria C130. Nogara in sella a Nature 4 ha concluso la gara con il tempo di 28 secondi e 13 centesimi, davanti alla fiorentina Carolina Cambi su Offa e alla trentina Manuela Baldassarini su Armony De La Rotonda.
Entusiasmante anche il Premio Itas Assicurazioni per la categoria C135, dove si è imposto grazie ad una gara particolarmente veloce Marco Porro su Colombea. Il bresciano ha chiuso la sua prova con lo straordinario tempo di 32 secondi e 36 centesimi, precedendo di oltre un secondo il modenese di Fiorano Paolo Paini su Reve Des Etisses, cavaliere che ha pure centrato il terzo posto con l'altro cavallo Con Amore 6.
Nelle due gare minori della giornata il vicentino Davide Gallo su Erisea si è imposto nel Premio B-Com con una super prestazione, visto che ha staccato di quasi 9 secondi l'altoatesino Vicky Plunger su Lola 14; mentre nella competizione riservata alla categoria B110 mista ha primeggiato Domenico Versace su Santano Vd Breemeers davanti a Maria Elena Dalla Fontana su Askoll Rocky.
Va in archivio dunque la trentaseiesima edizione della 10 Giorni Equestre con un bilancio positivo. Negli otto giorni di gara al Centro Ippico Le Fontanelle di Predazzo hanno partecipato 750 binomi in rappresentanza di 10 nazioni. La concomitanza dei campionati italiani che iniziano fra pochi giorni ha forse tolto qualche partecipante in più, ma la splendida location dolomitica e la struttura fiemmese riescono sempre ad avere un grande appeal per gli appassionati del mondo equestre.

JavaScript disabilitato!
Per visualizzare il contenuto devi abilitare il JavaScript dalle opzioni del tuo browser.

Ultimo aggiornamento Domenica 05 Giugno 2016 19:02
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...