Contenuto Principale
L’altare in S. Ambrogio dedicato al beato Jacopo 200 anni dopo PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 14 Settembre 2018 16:58

Tags: don Claudio Doglio

Sabato 15 settembre 2018, nella Chiesa di Sant’Ambrogio, con inizio alle ore 17:30 si terrà una conferenza sulla storia dell’altare e della tela di Santino Tagliafichi, che nel 1818 la Città di Varazze ha dedicato al beato e suo compatrono.



Cerimonia organizzata dal Parroco don Claudio Doglio in collaborazione con la Città di Varazze, il Centro Studi Jacopo da Varagine e il Coro Polifonico Beato Jacopo da Varagine.

Programma:

- Ore 17:30 intervento di Sara Badano (Archivio Storico O. P. – Torino), che terrà una breve conferenza, con intermezzo musicale del Coro Polifonico Beato Jacopo da Varagine: “La comunità di Varazze e la dedicazione al beato Giacomo di un altare nella chiesa di S. Ambrogio”.

- Ore 18:00 Messa solenne dedicata al b. Jacopo, animata dal Coro Polifonico Beato Jacopo da Varagine.

A seguire:

- Interventi delle Autorità Civili e Religiose.

Il DONO

- L’Avv. Rachele Delfino in Braun consegna al Presidente del Centro Studi Jacopo da Varagine il cofanetto con l’opera in francese “La Légende dorée de Jacques de Voragine editions diane de selliers” (due volumi con 400 opere di oltre 120 pittori). Un’altra versione della "Legenda Aurea", l'opera del beato Giacomo (Jacopo) da Varazze, Arcivescovo di Genova, potrà così essere messa a disposizione della comunità varazzina, di studiosi e ricercatori.

La cittadinanza è invitata a partecipare alla conferenza e alla santa Messa in onore del beato Jacopo.



– Per approfondire

Santino Tagliafichi (1756-1829). Tradizione e modernità a Genova tra Sette e Ottocento.
Editore SAGEP - Autore Gianni Bozzo.

Descrizione - «Il libro costituisce la prima monografia sul pittore Santino Tagliafichi (1756-1829), fratello del celebre architetto neoclassico Andrea, figura di spicco del momento di transizione dell'arte genovese dalle forme barocche a quelle, classicheggianti, dei primi decenni dell'Ottocento. Pittore colto, formatosi nell'ambito dell'Accademia Ligustica, Tagliafichi realizza una singolare sintesi tra le clausole formali rococò e il nuovo rigore archeologizzante. Riformatore, senza mai del tutto interrompere i legami con la tradizione, Santino fu profondo conoscitore dell'arte genovese e delle ricchissime quadrerie dei nobili locali, presso cui svolse ininterrotta attività di restauratore, di perito, di mediatore per compravendite di opere d'arte, nel momento cruciale della dispersione della maggior parte delle collezioni aristocratiche cittadine.»

www.ponentevarazzino.com

 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...