Contenuto Principale
La Uyba va vicina all'impresa arrendendosi solo per 3-2 alla Igor Novara. PDF Stampa E-mail
Scritto da Roberto   
Domenica 23 Dicembre 2018 21:50

Tags: Igor Gorgonzola Novara | Unet E-Work Busto Arsizio | Uyba

 

Lo scontro ad alta quota a pochi giorni dal via delle feste natalizie che va in scena al PalaYamamy regala grandissimo spettacolo ed un 3-2 per la Igor che rimane così in vetta. 

Il derby del Ticino dice di una Novara ancora imprendibile, ma non così lontana dalla truppa Mencarelli, che sfiora l’impresa salvo poi abbassare troppo la guardia nei momenti decisivi del quarto set dove Novara costruisce la rimonta e la successiva vittoria. Nell’arena di Viale Gabardi che fa registrare il tutto esaurito (oltre 4100), come mai prima d’ora in campionato, con un tifo caldissimo, la Uyba non sfigura affatto contro la corazzata di Barbolini, che centra la decima vittoria su dieci gare soffrendo però molto e soccombendo a tratti a Gennari e compagne. L’organico della Igor è stellare e lo si vede dal fatto che nella serata non brillante di Carlini, Plak, Piccinini e Sansonna è l’ingresso di Nizetich dalla panchina nel terzo set a dare la svolta alla partita delle piemontesi. La Uyba pecca e molto nel quarto set, dove avanti di quattro lunghezze a pochi passi dalla vittoria che sarebbe valsa il primato a pari punti proprio con le “azzurre” si lascia andare troppo e si fa rimontare portando la gara avanti. Partita superlativa tra le bianco rosse di Grobelna, che dopo qualche uscita negativa, mostra tutto il suo valore sbagliando poco e facendo registrare ben 26 punti, buona la prova anche delle altre attaccanti ben innescate da una attenta Orro. Novara può contare sulla solita Paola Egonu che mette a referto 33 punti pur non essendo nella sua miglior serata. La Uyba rimane dietro ma con il fiato sul collo delle “igorine” in attesa dell’ultima sfida del 2018 contro la seconda potenza del campionato, Imoco Conegliano. 

 

Mencarelli sceglie il sestetto classico. Bardolini, contro i pronostici, risponde con Carlini in regia opposta a Egonu, la coppia Chirichella – Veljkovic al centro, l’ex Bartsch con Plak in banda, Sansonna libero. Nel primo parziale il confronto punto a punto è serratissimo e sembra non voler finire mai. Le “farfalle” con una Grobelna in serata di grazia trovano due lunghezze di vantaggio, ma non è abbastanza perché Egonu dai 9 metri fa male e sigla il contro break (0-5) che allontana Busto. Le piemontesi sbagliano troppo e la Uyba rientra in partita con Herbots che rimette tutto in discussione. Nel finale, deciso sul filo del rasoio, Grobelna prima e Herbots poi regalano a Busto la chance per chiudere, che non sbaglia portandosi in vantaggio (26-24). La seconda frazione vede le padrone di casa viaggiare sulle ali dell’entusiasmo e portarsi avanti. La Igor non ci sta e risponde subito presente andando a prendersi tre lunghezze di margine. Le ospiti tengono il ritmo e allontanano sempre più le padrone di casa (0-4), che rimangono a meno sei. Nulla di fatto perché la Uyba alza di nuovo la testa (4-0), sul turno di servizio di Orro, riducendo il gap. Novara va in tilt e le “farfalle” ne approfittano per mettere il piede sull’acceleratore ribaltando tutto e portandosi avanti. Le bianco rosse ci prendono gusto e cavalcano l’onda con Novara, decisamente sotto tono. Le piemontesi non mollano mai e ribaltano tutto macinando punti e ristabilendo la parità. Si decide tutto ai vantaggi con la Uyba che getta al vento cinque occasioni, ma alla sesta non sbaglia con l’errore di Veljkovic che mette fine ai giochi (30-28). Nel terzo set, Barbolini sceglie Nizetich al posto di Plak per dare una scossa al suo attacco e la scelta ripaga. La numero 5 da la scossa sia a muro che al servizio con il doppio ace che vale il doppiaggio. Busto va in crisi e sprofonda a nove lunghezze lasciando la strada quasi spianata.  Novara mette il turbo e domina la frazione senza mai vacillare, conquistando una marea di set ball e capitalizzando alla terza occasione con Bartsch (19-25). La quarta frazione si apre ancora nel segno del botta e risposta senza fine. E’ la squadra ospite a trovare per prima il bandolo della matassa trascinata da Bartsch. La Uyba non cede e si rimette subito in pista centrando anche il mini break sul turno di servizio di Orro. Novara stacca la spina e regala alle bianco rosse che accolgono con piacere e allungano. Peruzzo indirizza bene il set centrando un ace fondamentale, ma si deve ancora soffrire. La Uyba cala e le “azzurre” alzano la testa ribaltando tutto con Egonu che è un cecchino al servizio e capitalizza l’occasione di allungare la partita (24-26). Il tie break si apre nel segno delle piemontesi che allungano grazie al duo Bartsch – Egonu. La Uyba accorcia le distanze ma Veljkovic, grazie all’aiuto del nastro, sigla l’ace che vale tre lunghezze al cambio campo. La Igor non sembra voler arrestare la sua corsa e ancora la serba Veljkovic regala sei occasioni per chiudere la gara. Dopo due errori è buona la terza con Bartsch che mette a terra la palla della vittoria finale (10-15).

 

La Cronaca

 

Unet E-Work Busto Arsizio:  4 Herbots, 5 Grobelna, 6 Gennari, 8 Orro, 13 Bonifacio,  15 Berti, 9 Leonardi (L). All. Mencarelli, 2° Musso.

 

Igor Gorgonzola Novara: 1 Carlini, 4 Plak, 10 Chirichella, 14 Bartsch, 17 Veljkovic, 18 Egonu, 11 Sansonna (L). All. Barbolini, 2° Baraldi. 

 

Arbitri: Sobrero – Prati

 

Primo set, situazione di equilibrio che si interrompe in favore delle piemontesi grazie all’errore di Grobelna (3-5). La Uyba risponde colpo su colpo ristabilisce la parità (8-8). Botta e risposta serratissimo e senza fine, da cui ne esce avanti la squadra di casa grazie all’errore di Egonu che costringe Barbolini a fermare il gioco (18-16). Al rientro in campo le “igorine” rimettono tutto a posto sfruttando la potenza di Egonu al servizio, restituendo così il break (18-21). Nulla di fatto perché Carlini sbaglia il tocco di seconda che vale la parità in campo (21-21). Finale al cardiopalma con Grobelna che regala la chance alle compagne di chiudere, Bartsch annulla (24-24). La “gemella” Herbots concede la seconda e questa volta le bianco rosse non sbagliano e chiudono i conti (26-24). 

 

Secondo set, parte con il piede giusto la Uyba che si mette avanti con il duo Herbots – Grobelna (3-1). Doppio errore bianco rosso e parità confezionata (4-4). La Igor allunga con la doppietta di Veljkovic, mettendo così tra sé e le avversarie tre lunghezze (6-9). Egonu alza il muro su Herbots e costringe Mencarelli a fermare tutto (7-11). Al rientro in campo la doppietta di Bonifacio a cui si aggiunge anche Grobelna riduce le distanze (11-14). Cambio tra le fila ospiti, con Piccini in campo per Plak, il suo doppio errore regala a Busto pareggio e vantaggio (16-15). La Igor non ci sta e rialza la testa annullando tutto con il muro di Veljkovic e ribaltando le cose (22-23). Orro alza il muro su Plak regalando l’occasione per chiudere (24-23). Veljkovic ne omaggia una seconda, ancora annullata da Egonu (25-25). Dopo tre chance sprecate, arriva anche la sesta (29-28). Finalmente è quella buona con Veljkovic che spedisce in rete e mette fine al parziale (30-28). 

 

Terzo set, punto a punto iniziale da cui ne esce avanti la Igor con la chiusura a rete di Chirichella sul servizio insidioso di Veljkovic (5-9). Nizetich suona la carica con il doppio ace che vale il doppiaggio e non solo (7-16). La Uyba va in crisi, ma non si da per vinta e sfrutta le disattenzioni ospiti per ridurre il gap (10-17). Le “azzurre” macinano punti e tengono la distanza di sicurezza con Egonu (14-20). Non perdona ancora la numero 18 che picchia duro e non lascia scampo alle “farfalle” (15-22). Novara sbaglia due occasioni per chiudere, ma alla terza Bartsch non perdona chiudendo il parziale (19-25). 

 

Quarto set, ennesimo botta e risposta senza fine, che si risolve solo temporaneamente con il mini break siglato da Bartsch (9-11). La Uyba non molla e rimane in scia ristabilendo la parità (12-12). Ne esce avanti la Uyba dal secondo faccia a faccia con l’attacco di Grobelna che vale il più tre dopo il servizio insidioso di Orro (20-16).  Novara prova a rialzare la testa con il muro di Veljkovic su Grobelna che costringe Mencarelli a fermare tutto (21-19). L’ace di Peruzzo nel finale indirizza il set e le compagne verso la vittoria (23-19). La Igor non  finita e reagisce annullando tutto con Chirichella (23-23). Grobelna mette a terra la palla che vale il match ball, ma spedisce in rete dai 9 metri (24-24). Nizetich concede la palla che potrebbe allungare la partita e Egonu è un cecchino dai 9 metri che allunga la gara (24-26).

 

Quinto set, Igor che parte con il piede giusto grazie al break lanciato dal due Egonu -Bartsch (2-5). La Uyba non molla e accorcia con Grobelna portandosi a meno uno (4-5). Veljkovic sfrutta l’aiuto del nastro per trovare l’ace che vale il più tre al cambio campo (5-8). Nizetich picchia duro e le ospiti prendono il largo scappando a cinque lunghezze (6-11). Ci pensa Veljkovic a regalare ben sei match ball alle compagne (8-14). Buona la terza con Bartsch che chiude la gara (10-15). 

 

Roberto Bojeri 

Ultimo aggiornamento Domenica 23 Dicembre 2018 22:03
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...