Contenuto Principale
La Uyba vola in Final Four di Coppa Italia superando la Pomì Casalmaggiore. PDF Stampa E-mail
Scritto da Roberto   
Martedì 22 Gennaio 2019 00:33

Tags: Coppa Italia | Pomì Casalmaggiore | Uyba

IMG 8770 Copia

Il Monday night del PalaYamamy regala il pass per la final four di Coppa Italia alla Uyba che supera con un doppio 3-1 la Pomì Casalmaggiore. 

La Uyba non tradisce le aspettative e fa il suo dovere nei quarti di finale di Coppa Italia, la sfida di ritorno tra le mura amiche, dopo il 3-1 del PalaRadi regala una seconda vittoria con il medesimo risultato che vale l’accesso alla Final Four di Verona dove troverà la Igor Novara, vittoriosa senza problemi contro Cuneo.  La banda Mencarelli non fallisce la chiamata ed esattamente come nella gara di andata, subisce l’approccio teso e l’esuberanza del team di Gasapri nel primo set prima di attivare gli ingranaggi e prendersi la partita. Le cremonesi dopo un primo set giocato già con la marcia inserita grazie agli squilli di Caceres e Rahimova (17 punti top scorer), scalano bruscamente con la lampadina che via via si spegne e le “farfalle” che crescono punto dopo punto. Decisivo l’ingresso tra le fila bianco blu di Herbots, che dal secondo set in poi infonde sicurezza alla squadra con tutta la sua grinta, che la caratterizza fin dalle sue prime uscite in bianco rosso. Buon la prova anche della neo arrivata Samadan (2 ace e 2 muri) che dimostra di essere entrata subito nei meccanismi di squadra e risponde presente alla chiamata e la “gemella” belga Grobelna (MVP con 13 punti) capace di reggere da sola il peso dell’atto nei momenti difficili. La vittoria è confezionata anche grazie alla sapiente e lucida distribuzione in cabina di regia di Orro, che grazie alla nuova battuta in salto è capace spesso di fare la differenza anche dai 9 metri. Ora l’appuntamento è per la final four di Verona, con la semifinale in programma sabato 2 Febbraio ore 20.30. 

 

Mencarelli parte in modo inedito con Orro al palleggio in diagonale con Grobelna, Samdan dal primo minuto al centro con Bonifacio,  Meijners – Gennari in banda con Leonardi libero. Gaspari risponde con Pincerato al palleggio in diagonale con Rahimova, Bosetti – Caceres in banda, Arrighetti – Kakolewska al centro, la ex Spirito libero. 

Nel primo parzialeparte meglio la Pomì che approccia bene la gara e fa il break in avvio. Busto si mette a rincorrere trascinata soprattutto da Grobelna. Le cremonesi tengono bene il ritmo mandando in tilt la Uyba costretta a inseguire a meno sette. Le bianco rosse provano la reazione alla ripresa dopo lo stop e accorciano. Nel finale cambio tutto belga con Grobelna che lascia il campo a Herbots, ma non basta per rialzare la testa perché la Pomì si prende di forza nove set ball con Rahimova ed è cinica a chiudere alla prima sfruttando l’errore di Samadan (15-25). Busto paga il calo di precisione in attacco con il solo 83% di Grobelna che non può bastare su un 10% complessivo di squadra per fare la differenza. La seconda frazionevede le squadre partire in equilibrio grazie ai tantissimi errori dai 9 metri da ambo i lati. Nel faccia a faccia successivo a prevalere è la formazione di casa che esce avanti sfruttando il doppio errore ospite. La Pomì prima scivola poi accorcia a una sola lunghezza e Mencarelli corre ai riparti con Herbots per Meijners. La carica della belga si sente eccome e le “farfalle” spiccano il volo inchiodando le ospiti sul 10 e scappando a più sei. La Pomì non riesce a sciogliere il bandolo della matassa e affonda. Nel finale, ormai scritto, la Uyba si prende di forza sei set ball e capitalizza alla seconda con Bonifacio (25-19). Nel terzo e decisivo setbuono l’approccio della Pomì che trova il break in avvio e replica dopo il recupero bustocco. La Uyba a testa bassa tiene il ritmo e rimane con il fiato sul collo delle ospiti. Il ribaltamento di rotta arriva con l’ace di Gennari su Spirito che carica le compagne. Nulla di fatto però perché si gioca ancora botta e risposta da cui ne esce avanti la squadra di casa trascinata da Herbots. Busto approfitta del momento di poca lucidità delle ospiti e prova l’allungo decisivo. La Uyba non sbaglia la chiamata e si prende quattro occasioni per chiudere il set che vale il pass per la finale. Buona la terza con Samadan che regala la finale alle compagne (25-22). Pura formalità e statistica il quarto se le “big”  bianco rosse  si accomodano in panchina e parte il turnover. Nonostante ciò la Uyba rimaneggiata combatte punto a punto per oltre metà set e poi schiaccia sull’acceleratore nel finale mettendo la parola fine al match con il muro di Samadan (25-18).

 

La Cronaca

 

Unet E-Work Busto Arsizio:  5 Grobelna, 6 Gennari, 8 Orro, 13 Bonifacio, 14 Meijners, 17 Samadan, 9 Leonardi (L). All. Mencarelli.

 

Pomì Casalmaggiore:  9 Bosetti C., 13 Arrighetti, 14 Carcaces, 15 Kakolewska, 16 Pincerato, 17 Rahimova, 5 Spirito (L),. All. Gaspari, 2° Bertocco.

 

Primo set, parte bene la Pomì che va fu subito break con Caceres (0-3). Grobelna e Samdan riportano a le compagne a meno due (5-7). Spettacolare lo scambio che assegna alle ospiti il più quattro sulla palla chiusa out da Gennari (6-10). Il muro alzato da Rahimova su Meijners costringe Mencarelli a fermare tutto con le lunghezze da recuperare che salgono a sette (8-15). Bosetti picchia dura e mantiene la distanza di sicurezza (9-18).  Nel finale gli squilli della sola Grobelna non bastano perché Rahimova regala nove set ball alle compagne scardinando il muro (15-24). Buona la prima con l’errore in fast di Samadan che chiude il parziale (15-25). 

 

Secondo set, equilibrio in campo segnato soprattutto dai tanti errori al servizio da entrambe le parti (4-4). Punto a punto da cui ne esce la squadra di casa con l’ace di Grobelna su Caceres (8-5). La Uyba spinge e centra il doppiaggio alla ripresa dopo lo stop di Gaspari (10-5). La Uyba ne sbaglia tre e l’ace di Pincerato vale il meno uno con Mencarelli che si gioca la carta Herbots al posto di Meijners (10-9). Samadan trova due ace che permettono alle “farfalle” di allungare di nuovo (14-10). Le cremonesi staccano la spina e perdono lucidità in attacco nonostante il cambio in regia (18-12). Gennari affonda nel muro e mantiene la distanza di sicurezza saldamente (20-13). Nel finale Busto contiene la timida reazione e si prende di forza sei set ball (24-18). Buona la seconda con Bonifacio che chiude (25-19). 

 

Terzo set, buono il break iniziale della Pomì, subito però annientato dal duo Gennari – Hebrots (2-3). Le bianco rosa replicano con Kakolewska che fa doppietta e allungo (3-6). Grobelna tiene a galla le compagne che restano in scia (6-8). E’ ancora la belga numero 5 ad affondare ristabilendo la parità (10-10). Si gioca punto a punto che Rahimova confezione parità e vantaggio (13-14). Herbots fa male al servizio e Bonifacio affonda al centro regalando tre lunghezze (18-15). Casalmaggiore spegne la lampadina in attacco e la Uyba allunga a quattro lunghezze (21-17).  Il muro su Caceres vale quattro set ball che significherebbe pass per la finale (24-20). Buona la terza con Samadan che regala la finale (25-22). 

 

Quarto set, solo a fini statistici senza nessuna valenza ormai sulla della gara. Mencarelli se la gioca con le “seconde linee. Si gioca punto a punto per oltre metà set. Allungo bianco rosso nel finale con la Pomì che alza bandiera bianca. Ci pensa ancora Samadan a chiudere i conti e la partita (25-18). 

 

Roberto Bojeri 

Ultimo aggiornamento Martedì 22 Gennaio 2019 23:30
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...