Contenuto Principale
La Uyba risolve senza problemi la pratica Chieri con un secco 3-0. PDF Stampa E-mail
Scritto da Roberto   
Mercoledì 30 Gennaio 2019 23:45

Tags: Reale Mutua Fenera Chieri | Unet E-Work Busto Arsizio | Uyba

IMG 9918 2 Copia

Turno infrasettimanale positivo per la Uyba, che dopo lo stop del weekend, torna in campo e risolve in poco più di un ora la pratica Chieri con un secco 3-0.

 

Le bianco rosse fanno il loro compito prima di trasferirsi a Verona per la Final Four di Coppa Italia contro una Chieri penultima in classifica e decisamente meno attrezzata del team di Mencarelli. 

La squadra di Sinibaldi non sfigura nella serata del PalaYamamay restando spesso in partita, ma non riuscendo mai a trovare il colpo decisivo in grado di mettere in difficoltà le padrone di casa.

Mencarelli lascia a riposo precauzionale Samadan per un fastidio alla schiena per il resto lascia spazio al duo Meijners – Botezat nei primi due parziali prima di dare ancora spazio a Herbots e Berti nel terzo. Orro (MVP del match) gestisce bene in regia le sue attaccanti, da Bonifacio (8 punti con 62%) a Grobelna (top scorer con 14), e spinge al servizio con la “nuova” battuta al salto che funziona sempre di più e vale due ace sui 5 punti totali. Archiviata la pratica necessaria per rimanere incollata al terno di testa ora davvero è tempo di chiudere le valige e pensare alla semifinale di Coppa Italia di sabato sera a Verona contro la Igor Novara. 

 

Mencarelli con Samadan out precauzionalmente, per un risentimento alla schiena schiera Orro in regia opposta a Grobelna, Meijners con Gennari in banda, Botezat – Bonifacio coppia centrale con Leonardi libero. Sinibaldi, contro i pronostici, risponde con Poulter in palleggio in diagonale con De La Caridad Silva, Akrari – Middleborn al centro, Perinelli e la ex Angelina in banda con Caforio libero. Nel primo parzialeè buono l’approccio della Uyba che sul turno di servizio di Orro fa il break  (3-0) che costringe le ospiti al primo stop della gara. Le piemontesi accorciano le distanze portandosi a due lunghezze trascinate da Perinelli. Busto non si fa sorprendere e schiaccia il piede sull’acceleratore per il nuovo allungo. La squadra di Sinibaldi si comporta bene e tiene ritmo riportando tutto in equilibrio sull’errore di Orro. La Uyba nel finale allunga di nuovo e si prende quattro occasioni per chiudere con Meijners che fa tripletta e l’errore di De La Caridad Silva che mette fine alla seconda chance (25-21). La seconda frazionevede un’iniziale faccia da cui ne esce avanti la squadra ospite, che trova il break sfruttando le tante disattenzioni in campo avversario. La Uyba non ci sta e rimette tutto in parità con il muro di Gennari che lancia il successivo break per le compagne. Sinibaldi si gioca la carta De Lellis in regia per provare a cambiare gli equilibri, ma la sinfonia non cambia con Grobelna che piazza un pesante 4-0 dai 9 metri. La Uyba amministra sapientemente il vantaggio accumulato, non lascia spazi e si prende nove set ball grazie all’ace di Meijners. Buona la prima con l’errore ospite che consegna anche il secondo parziale (25-15). Nel terzo e ultimo setla Uyba vola sulle ali dell’entusiasmo trascinata da una ispirata Grobelna. Mencarelli vuole tenere calda anche Herbots che subentra al posto di Meijners. Chieri non si da per vinta e prova a rimanere in scia a tre lunghezze. L’ace di Orro è determinante per l’allungo bianco rosso. Le “farfalle” prendono le redini del gioco e non le mollano, nonostante gli squilli piemontesi, fino a quando il muro di Bonifacio concede quattro occasioni per chiudere il match. Buona la seconda con la stessa numero 13 che alza ancora il muro e mette la parola fine alla gara (25-21).

 

La Cronaca

 

Unet E-Work Busto Arsizio:  5 Grobelna, 6 Gennari, 8 Orro, 13 Bonifacio, 14 Meijners, 18 Botezat, 9 Leonardi (L),. All. Mencarelli, 2° Musso.

Reale Mutua Fenera Chieri:  2 Poulter, 3 Perinelli, 10 De La Caridad Silva, 12 Angelina, 13 Middleborn, 18 Akrari, 1 Bresciani (L). All. Sinibaldi, 2° Rostagno.

Primo set, parte bene la Uyba che fa break con il primo tempo di Bonifacio (5-2). Al rientro in campo dopo lo stop le ospiti accorciano le distanze con Perinelli (6-4). Le piemontesi restano con il fiato sul collo prima che le “farfalle” accelerino nuovamente con il muro di Gennari (11-7). La Uyba non riesce a trovare il colpo del ko con Chieri che prova a rimanere in partita (13-10). Mencarelli si gioca la carta Peruzzo dai 9 metri, ma Angelina affonda proprio sulla numero 3 tenendo le compagne a meno due (17-15). Orro ci prova di seconda ma l’errore millimetrico regala l’equilibrio (18-18). Dura poco perché l’ace di Gennari riporta avanti le sue (20-18). Nel finale ci pensa Meijners con la sua tripletta a regalare quattro chance per chiudere (24-20). Buona la seconda con l’errore di De La Caridad Silva al servizio che regala il parziale (25-21). 

 

Secondo set, punto a punto da cui ne esce avanti la squadra ospite con De La Caridad Silva che trova il mini break (2-4). Gennari alza il muro sul tentativo di seconda di Poulter e riporta la parità in campo (5-5). Accelerazione bianco rosse con il muro di Gennari che vale il più quattro (9-5). Cambio in regia tra le piemontesi con l’ingresso di De Lellis (10-6). Grobelna fa male al servizio e lancia le compagne (14-6). Meijners non sbaglia il diagonale e tiene le compagne a distanza di sicurezza (16-10). Chieri prova la timida reazione ma non basta perché il gap resta consistente (19-12). Le “farfalle” si prendono la bellezza di nove set ball con l’ace di Meijners (24-15). Buona la prima con l’errore ospite che chiude i giochi (25-15). 

 

Terzo set, botta e risposta in avvio ancora favorevole alle padrone di casa che trovano il vantaggio con la doppietta di Grobelna (7-3). Spazio anche per Herbots che prende il posto di Meijners (9-5). Chieri prova ad alzare la testa accorciando le distanze a meno tre (10-7). Altro avvicendamento in campo con Berti che prende il posto di Botezat e affonda subito in fast (12-8). Le ospiti ce la mettono tutta ma l’ace di Orro lancia nuovamente le compagne (15-11). Busto prende il volo con Peruzzo al servizio, il gap sale a sei lunghezze (19-13). Reazione piemontese con il margine che si riduce a soli tre punti (19-17). Nulla di fatto perché il muro di Bonifacio regala quatto match ball (24-20). Ci pensa ancora la stessa Bonifacio ad alzare la saracinesca che mette al parola fine alla gara (25-21).

 

Roberto Bojeri 

Ultimo aggiornamento Giovedì 31 Gennaio 2019 23:53
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...