Contenuto Principale
Intervista al portiere e capitano Federica Lavi pre Rapallo Pallanuoto vs Torre del Grifo (A1 femminile) PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 26 Aprile 2019 16:34

Tags: Federica Lavi | RAPALLO PALLANUOTO | Torre del Grifo

Federica Lavi

Penultima partita della regular season, ultima sfida casalinga per il Rapallo Pallanuoto che domani alle 15, al Poggiolino, ospiterà il Torre del Grifo.

Siciliane che chiudono la classifica e già aritmeticamente retrocesse, Rapallo terzo a 37 punti e intenzionato a mantenere la posizione che agevolerebbe gli incroci nella Final Six in programma a Catania dal 10 al 12 maggio.

Per Lavi e compagne, in questa fase, è fondamentale tenere alta la concentrazione. Ed è proprio il capitano gialloblu a fare il punto della situazione.

«Siamo arrivate alle battute finali del campionato: sicuramente ci stiamo preparando al meglio per la Final Six di Catania senza però sottovalutare le nostre ultime due avversarie e cercando di finire la regular season positivamente - sottolinea Lavi - Aver perso a Catania con l’Orizzonte ha messo in mostra angoli che dovremmo smussare in queste ultime due settimane di lavoro per arrivare preparate e concentrate alla Final Six».

Obiettivo: arrivare all’appuntamento con le finali al meglio della condizione. Questo perché, guardando l’andamento della stagione e la classifica, mai come quest’anno l’esito conclusivo del campionato è all’insegna dell’incertezza.

«Quello di quest'anno è stato forse il campionato migliore degli ultimi anni, ha dimostrato che se non si scende ad ogni partita in acqua concentrate il risultato può essere compromesso - osserva infatti il capitano gialloblu e secondo portiere del Setterosa - Stiamo lavorando tanto sul livello di concentrazione durante gli allenamenti per arrivare alla final six pronte sotto ogni aspetto, soprattutto quello mentale che a volte, durante il campionato, ci ha messo in difficoltà. Sicuramente il fatto che quest'anno quattro squadre siano in corsa per lo scudetto rende tutto più competitivo. Ad essere avvantaggiata sarà la squadra che, in quei tre giorni, riuscirà ad emergere sia dal lato fisico e tattico e  che si presenterà all’appuntamento più preparata delle altre a livello mentale e di concentrazione».

Nella foto Federica Lavi

 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...