Contenuto Principale
Ren Zen annuncia l’uscita mondiale del disco Se ascoltassi PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 29 Maggio 2019 15:39

copertina anime assopite quadrata

Ciao Ren Zen, piacere e complimenti per il disco. Un lavoro di portata mondiale, pensavi di arrivare a questo quando hai iniziato?


In realtà pensavo di arrivarci molto prima: in gran parte, si tratta di canzoni che avevo nel cassetto da più di un decennio e l’idea della prima raccolta era piuttosto chiara nella mia mente. Le idee poi si realizzano se il cuore è d’accordo... E’ solo una questione di tempo. Oggi mi sto focalizzando maggiormente sulla Musica, rispetto alla formazione e alla letteratura, perché questo veicolo del messaggio filosofico ‘Ren Zen’ può diventare più facilmente universale. Sono molto soddisfatto di questo lavoro e non vedo l’ora di ritornare in studio…

Parlami nel dettaglio di cosa si tratta.
“Se ascoltassi” è un album quasi sperimentale che contiene 11 tracce, il cui filo conduttore è per l’appunto l’ascolto, la base di una vita centrata e di una comunicazione sana. Si va dall’elettronica al rock, dal cantautorato classico al pop con una voce baritonale che interpreta versi impegnati. E’ un percorso, parzialmente autobiografico, che parte dal respiro e da uno stimolo all’autoanalisi con le domande esistenziali del singolo ‘Electrozen’ fino all’approdo spirituale allo Zen, alla vita vissuta qui e ora, in ‘Questo momento’. L’opera è stata prodotta con ‘Canzoni Inedite’ di Roma, arrangiata assieme a Marco Di Martino e mixata da Marco Canigiula.

Come nasce la tua musica?
Nasco come autore e quindi parto spesso da poesie e testi. Ma mi è capitato più volte di lavorare col metodo classico insegnato dal maestro Mogol: ascoltare le composizioni di altri musicisti e scoprire le parole che già viaggiano nell’armonia delle note. Avendo lavorato per due anni con un trio acustico, ho anche composto contemporaneamente musica e testi. Dunque, non c’è una regola se non quella di entrare nel flusso creativo, ognuno a suo modo, con lo scopo di esprimere la propria originalità nella forma più idonea al messaggio che s’intende condividere.

ritratto viola

 

Ti consideri un artista completo?
Faccio fatica a definirmi. L’unico appellativo che accetto volentieri è quello di ‘poeta’ perché sicuramente vado alla ricerca del ‘fare armonioso’ (dall’etimologia greca poesis). Certamente sono un cantautore, uno che, più che cantare, interpreta i suoi versi senza imitazioni né orpelli. Non so cosa significhi “artista completo”; diciamo che ho già scoperto la mia Sintesi, il Fondamento della mia essenza, e quindi mi dedico a curarne l’espressione. Noto che troppi presunti artisti legittimamente si esprimono senza aver ancora indagato il proprio Intento: ma, così facendo, non hanno niente di autentico da dire e – di conseguenza – non possono essere considerati veri artisti. Serve un percorso introspettivo e di vita.

Il significato dei tuoi contenuti?
Dietro i contenuti di questo album c’è una lunga ricerca personale di significato, un’autoanalisi spietata dei processi interni e di quelli relazionali. Dunque, ogni canzone presenta frasi da approfondire a livello psicologico, sociologico ed evolutivo. E’ un percorso che, in questo caso, conduce – anche attraverso la comprensione della sofferenza – alla Luce, al sentirsi parte dell’Universo, al centro di un sistema dove tutti gli esseri sono potenzialmente in grado di cogliere i messaggi che viaggiano nell’etere. Tuttavia, a metà album si incontra un bivio che può portare anche nell’abisso: dipende da noi, dal nostro grado di consapevolezza, dagli strumenti che abbiamo a disposizione per comprenderci e comunicare.

Il tuo cantante o gruppo preferito del passato e quello dei giorni nostri?
Da piccolo amavo Celentano (lo imitavo pure) ed ho scoperto molto presto tutti i più grandi cantautori che ancora oggi conservano un grande pubblico. Ho seguito soprattutto Renato Zero, Bon Jovi, Elisa e Tiziano Ferro. Ma stimo talmente tanti artisti che ho difficoltà a scegliere un nome.

Cosa ripudi (se ripudi qualcosa) della musica dei giorni nostri?
Devo ammettere che, nell’ultimo decennio, sto ascoltando molta meno musica rispetto a prima. Trovo pochi progetti entusiasmanti: da una parte, i cantautori hanno per lo più esaurito quella straordinaria vena creativa che li rese grandi; dall’altra emergono voci che sembrano cloni di interpreti passati, oggetti di produzioni costruite, più che create, ad hoc. I rap dicono molto, forse troppo, e troppo velocemente per i miei gusti. O forse, sto soltanto soffrendo la sovrapproduzione di lettere e note che rende tutto un magma impazzito nel vortice di un mercato per lo più orientato all’usa e getta. Per purificarmi, sono quindi costretto a ripudiare le muse ufficiali e ad isolarmi nel rifugio dell’Indie. Ma, in verità, non ripudio nulla. Va bene così – dicono i maestri zen.

Possiamo dire che tutti con l'aiutino tecnologico possono fare oggi musica?
Certo, ci si può divertire, replicare e costruire facilmente melodie. Da questo, a produrre capolavori o anche solo prodotti validi, originali e magari poetici, ce ne passa…

Progetti futuri a medio o breve termine?
Adesso sono focalizzato sulla promozione dell’album: dovrei realizzare a breve un video clip ed un progetto live. Ho già in embrione almeno altri due progetti discografici, per cui sto cercando un’etichetta. A settembre uscirà il 24° libro: “Vuoto Integrazione Amore”, un saggio che delinea la visione spirituale Ren Zen, su cui si baserà una scuola di orientamento e mentoring a sostegno soprattutto dei giovani e delle scuole. Sto cercando una sede adatta.

www.facebook.com/RenZenOfficial
www.renzen.it

Copertina album Se ascoltassi


È uscito in tutto il mondo l'album di Ren Zen dal titolo "Se ascoltassi". La raccolta cantautorale dello scrittore triestino, trapiantato nella capitale, presenta varie sfumature fra pop, rock ed elettronica ed è stato prodotto da 'Canzoni Inedite' di Roma e dallo stesso autore, che firma musiche e testi degli undici brani, arrangiati assieme a Marco Di Martino e mixati da Marco Canigiula, che ha curato anche la grafica.

Il formato CD è disponibile presso l'autore e si può ordinare sulla pagina FB http://www.facebook.com/RenZenOfficial/, mentre i singoli e l'intera opera sono scaricabili su tutti gli store presenti in rete, fra cui iTunes, YouTube, Deezer, CdBaby.

Il filo conduttore dell'album è l'ascolto, quel approccio Zen cui è approdato l'autore dopo anni di studi e ricerca spirituale. Ogni brano, seppur trattando diverse tematiche (fra cui il rapporto genitori/figli e il disagio delle nuove generazioni) invita alla consapevolezza, alla presenza nel qui ed ora in una sorprendente varietà di stili, tenuti assieme dalla voce baritonale e originale dell'interprete. Il primo singolo è "Electrozen" canzone quasi dance già in rotazione radiofonica.


Tracklist
1. Electrozen
2. Voglio parlare a te
3. L'arte povera
4. Giovane Giulio
5. Se ascoltassi
6. L'anima nel cemento
7. Amico fidati
8. La luna incomincia a chiedersi
9. Canto di primavera
10. Le comete sognano
11. Questo momento

Biografia
Ren Zen arriva a quest’opera dopo un lungo cammino che parte dai 7 anni di pianoforte classico e passa per il percorso letterario e filosofico, il gruppo acustico ‘Stati ALTerati, la Scuola di Musica 55 di Trieste, una serie di registrazioni in vari studi italiani, l’esperienza al CET di Mogol, la realizzazione di video ed una serie infinita di incontri culturali e interventi musicali in locali, associazioni, teatri. Scrive e pubblica poesie, pensieri, prose, affiancando la produzione letteraria e musicale a un costante impegno nel campo della formazione. Pubblica una ventina di opere e si avvicina gradualmente allo Zen soprattutto attraverso la via poetica. Dopo una decennale attività nel mondo associativo e aziendale, decide di promuovere una filosofia di vita legata alla semplicità, senza rinunciare a conferenze, seminari e incontri individuali volti ad una sintesi personale che tiene saldamente al centro Uomo e Natura, nella pienezza di una vita volta al benessere, all’armonia e alla verità dell’essere. Considera il respiro e la meditazione come elementi essenziali per la conoscenza dell’universo, il raggiungimento della pace interiore e la creazione consapevole che, partendo dall’intuizione, trasforma il mondo.

 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...