Contenuto Principale
A Poznan la flotta azzurra approda nelle finali di Coppa con 13 equipaggi PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Sabato 22 Giugno 2019 15:54

Tags: Coppa del Mondo 2019 | Poznan

MP3 0877

Foto Mimmo Perna

La trasferta polacca del canottaggio italiano è arrivata al penultimo giorno durante il quale si sono disputati i due recuperi che hanno registrato l’acceso in finale del quattro con paralimpico PR3 Misto, vincitore del proprio ripescaggio, e dell’ammiraglia senior maschile, quarta alle spalle di Canada, Australia e Nuova Zelanda.

Delle 13 barche in semifinale, 7 di queste sono riuscite a superare l’ultimo scoglio di qualificazione: il due senza senior maschile e femminile, il quattro senza senior maschile, il doppio pesi leggeri maschile e femminile e il singolo pesi leggeri maschile e femminile. Nel pomeriggio di oggi, con inizio alle 16.15, 5 barche delle tredici presenti in finale disputeranno la finalissima che assegna le medaglie: i due singoli pararowing PR2 maschili, i singoli pesi leggeri maschili e femminili e il quattro di coppia pesi leggeri maschile.

Per quanto riguarda le semifinali delle barche olimpiche – poiché quelle non olimpiche hanno la finale nel pomeriggio e le tratteremo più tardi nel comunicato finale – da registrare la performance del doppio pesi leggeri di Stefano Oppo e Pietro Willy Ruta che, oltre a vincere la propria semifinale, hanno anche il miglior tempo di qualifica registrato al termine di una gara fatta di tattica e testa. Buona anche la prestazione del due senza femminile di Aisha Rocek e Kiri Tontodonati protagoniste di un finale tiratissimo che le ha viste prima in rimonta e poi seconde dietro alla Nuova Zelanda, che gli è valso anche il miglior terzo tempo complessivo di qualifica.

Secondo posto per il quattro senza senior maschile di Marco Di Costanzo, Giovanni Abagnale, Bruno Rosetti e Matteo Castaldo, artefice di una gara in contrapposizione a Polonia, prima, e Sud Africa, terzo, ma senza strafare nella parte finale. Sono andati in finale, con il terzo posto ottenuto nel turno di semifinali odierne, il doppio pesi leggeri femminile di Federica Cesarini e Valentina Rodini che, col quarto tempo di qualifica, si sono piazzate alle spalle di Nuova Zelanda e Cina, e il due senza senior maschile di Giuseppe Vicino e Leonardo Pietra Caprina che, dal quinto posto iniziale, hanno attaccato e sono risaliti di posizioni agguantando sul traguardo il terzo posto, dietro a Nuova Zelanda e Serbia, al termine di un serrate al cardiopalmo.

Nell' immagine  il due senza senior femminile

 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...