Contenuto Principale
Coppa Italia : una Imoco straordinaria supera 3-0 la Uyba e si prende la coppa. PDF Stampa E-mail
Scritto da Roberto   
Domenica 02 Febbraio 2020 21:44

Tags: Coppa Italia | Imoco Conegliano | Unet E-Work Busto Arsizio | Uyba

IMG 5937 Copia

 

Finalissima al PalaYamamy tra le prime due forze del campionato che sorride ancora alla super corazzata dell’Imoco Conegliano che si sbarazza con un 3-0 (25-20; 25-18; 25-16) delle padrone di casa della Uyba.    

 

              

La regina che sale sul “trono di spade” è la solita cannibale Imoco Conegliano che dopo essersi laureata campione del mondo si mette al collo la seconda medaglia pesante della stagione e lo fa con una supremazia e una leggerezza che sono disarmanti per chiunque si trovi sul suo cammino. Con una qualità senza paragoni e una fame di vittoria indescrivibile le “pantere” giocano tre set tutti in crescendo senza mai vacillare per un momento, nonostante la Uyba ce la metta tutta per provare lo sgambetto. Dopo un primo parziale giocato quasi alla pari e lasciato per strada nel finale, la Uyba da la sensazione di perdere qualcosa della via maestra e nel secondo e terzo, complice anche la forma non ottimale di Gennari, pare non trovare mai il modo per mettere pressione all’Imoco e arginare le sue bocche di fuoco. Il risultato è netto ma la Uyba paga senza dubbio la condizione non ottimale di Gennari che costringe Lavarini a ricercare un assetto nuovo tra cui spicca anche l’esordio assoluto di Piccinini con la maglia delle “farfalle”, ma ancora non prontissima per giocare. I numeri dicono lo stesso con Busto che chiude con un baso 23% in attacco e le sole Herbots e Lowe a quota 8, di contro le venete chiudono a 50% con Egonu che fa registrare la bellezza di 18 punti con 62%, differenza che si registra anche in difesa con un 68% contro 44%. La squadra di Santarelli è di un altro pianeta sotto tutti i punti di vista e lo dimostra una volta di più in questo cammino perfetto di Coppa in cui non lascia per strada neanche un solo set alle avversarie e alza al cielo con capitan Wolosz, MVP, la seconda coppa della storia e lancia un messaggio chiaro anche per il campionato. Lavarini ora avrà il compito di analizzare la gara in vista dell’importantissima sfida contro la grande assente di queste final four, l’Igor Novara, in programma per il prossimo weekend. 

 

Lavarini parte con la formazione vista in campo ieri contro Monza. Santarelli risponde con Wolosz in palleggio in diagonale con Egonu, De Kruijf – Folie al centro, Sylla e Hill in banda con De Gennaro libero. Nel primo parziale si gioca nel segno del grande equilibrio.  La fase di studio si interrompe sul turno di servizio di Lowe con l’ace che vale il break. Le ospiti inseguono e invertono subito la rotta sul turno dai 9 metri di Hill. Busto firma ancora il break sfruttando a dovere gli errori delle venete. Si gioca un punto a punto senza tregua con nessuna delle due compagini decisa a mollare. Lavarini con Gennari non al top prova la carta Villani. Le ospiti allungano trascinate da Sylla e serve. Cambio di diagonale per le bianco rosse con Cumino-Bici, ma non è abbastanza perché Folie regala quattro set ball alle compagne. La stessa numero 7 alla prima occasione utile capitalizza e chiude i conti (20-25). Un primo parziale equilibrato nel quale la campionesse del mondo devono sudare per portarsi a +1 nel conto dei set contro una Uyba che paga qualche errore di troppo al servizio e una incisività ridotta (28% di squadra). La seconda frazione vede la Uyba ripatire con la diagonale titolare, ma le venete spingono fin da subito e sono le prime a siglare il mini break di vantaggio. Busto si mette subito all’inseguimento, ma le bocche di fuoco ospiti non sono clementi ed il gap non accenna a diminuire. Le “farfalle” faticano a prendere le misure alle attaccanti stratosferiche dell’Imoco, che da la sensazione di tenere salde le redini. Prova il tutto per tutto Lavarini che chiama in causa l’esperienza di Piccinini al suo esordio assoluto al posto di Gennari e Berti per Washington. Non cambia la musica perché Conegliano tiene il ritmo senza lasciare spazi. Nel finale ci pensa la solita Egonu a regalare sei set ball alle compagne, la palla spedita out da Herbots chiude il parziale alla prima occasione (18-25). Nel terzo e ultimo set è l’Imoco a trovare per prima il break con una difesa strepitosa che non lascia cadere nulla. Lavarini prova a pescare un jolly dal mazzo alternando diverse formazioni. Conegliano trema per Egonu che esce dal campo dolorante al ginocchio sul 7-9, ma non è nulla di grave ed è breve la sua assenza dal campo. La Uyba deve sudare per trovare le contromisure e Conegliano ne approfitta per la fuga che sa tanto di resa. L’armata di Santarelli fa capire a chiare lettere di non voler andare oltre e mettere subito le mani sulla coppa allungando il gap a +7. Nulla da fare nel finale con l’Imoco che di forza si prende la bellezza di otto match ball con la solita Egonu (16-24). A mettere la parola fine al match ci pensa sempre la numero 18 a mette a segno la una doppietta stratosferica che vale la coppa.

 

La Cronaca : 

 

Unet e-work Busto Arsizio: 1 Washington, 4 Herbots, 6 Gennari, 8 Orro, 11 Lowe, 13 Bonifacio, 9 Leonardi (L). All. Lavarini, 2° Musso.

 

Imoco Volley Conegliano : 5 De Kruijf, 7 Folie, 14 Wolosz, 15 Hill, 17 Sylla, 18 Egonu, 10 De Gennaro (L) . All. Santarelli, 2°Alessio .

 

Arbitri : Simbari - Vagni

 

Primo set, lungo punto a punto iniziale che si interrompe in favore della Uyba che trova il break con Washington e Lowe (8-5). Conegliano a testa bassa ripristina subito l’equilibrio con Hill (8-8). Si gioca il botta e risposta da cui ne esce ancora avanti la squadra di casa (12-9). Le “farfalle” provano a tenere le redini del set, ma Egonu mette a terra la palla della parità (13-13). Si gioca tutto sul filo del rasoio con la Uyba a mettere pressione alle ospiti (17-15). Sylla non ci sta e picchia duro per la parità (17-17). Le ospiti schiacciano sull’acceleratore e Lavarini ferma tutto (17-19). Alla ripresa sale in cattedra De Kruijf ed è incontenibile (17-21). Bici risponde alla chiamata e accorcia le distanze, ma non è abbastanza perché Folie regala quattro set ball alle compagne (20-24). Buona la prima con la stessa centrale che alza il muro e chiude i conti (20-25). 

 

Secondo set, Sylla in pallonetto lancia il primo mini break in favore delle venete (3-6). La Uyba si mette ad inseguire, ma Gennari sbatte sul muro e le distanze rimangono invariate (6-9). La Uyba prova con tutte le sue forze a rimanere a galla, senza però riuscire ad accorciare (9-13). Egonu affonda ancora un diagonale altissimo e Lavarini ferma il gioco (9-14). Al rientro in campo Hill spinge dai 9 metri e De Kruijf consegna il più sette (9-16). Lavarini prova la carta inattesa, Piccinini in campo per Gennari. La musica non cambia perché le lunghezze sono ancora otto (10-18). Herbots prova a suonare la carica, ma Folie affonda (13-20). Herbots ci prova a reggere il peso dell’attacco da sola, ma Egonu mette a terra la palla che vale sei set ball (18-24). Buona la prima con l’errore di Herbots che mette la parola fine (18-25). 

 

Terzo set, è l’Imoco per prima a trovare il break di vantaggio con una difesa strepitosa che non lascia cadere nulla (5-7). Problema per Egonu che esce dolorante dal campo sul 7-9. Sylla e Hill picchiano duro ed ecco confezionato il più quattro (7-11). Le venete tengono il ritmo e le distanze con Wolosz (9-13). De Kruijf coglie impreparata Villani e mette a terra l’ace del più cinque (11-16). Egonu è incontenibile la palla messa a terra vale il 15-21. Ci pensa la solita Egonu a fare la doppietta che scrive la parola fine alla gara e consegna la coppa nelle mani di Wolosz e compagne (16-25). 

 

Roberto Bojeri 

Ultimo aggiornamento Lunedì 03 Febbraio 2020 15:27
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...