Contenuto Principale
La Uyba strapazza Novara nel derby del Ticino e consolida il secondo posto. PDF Stampa E-mail
Scritto da Roberto   
Domenica 09 Febbraio 2020 21:58

Tags: Igor Gorgonzola Novara | Unet E-Work Busto Arsizio | Uyba

IMG 6046 Copia

 

Il big match del PalaYamamy conferma una Uyba in stato di grazia che strapazza 3-0 (25-20; 28-26; 25-17) la Igor Novara e cristallizza il secondo posto in classifica (+7). 

 

Il derby del Ticino di scena nella splendida cornice di Viale Gabardi vestita a festa per l’occasione con un tutto esaurito da brividi conferma che la Uyba c’è e batte un colpo fondamentale. Dopo la scoppola con Conegliano nella finalissima di Coppa Italia e la sconfitta di Cev in Polonia con il brivido del golden set, serviva una risposta ed è arrivata nel migliore modo possibile. Gennari e compagne mettono subito in chiaro le cose nel primo parziale dove dominano una Novara priva di certezze e fanno capire che la musica sarà diversa da quella gara di andata. Nel secondo la Igor prova ad aggrapparsi alle sue giocatrici di maggior qualità, ma le “farfalle” con grinta, cuore e carattere rimontano e scappano il set con un break che lascia inchiodata al muro la squadra di Barbolini. Le “igorine” calano, il ritmo in battuta si abbassa ed hai vantaggi è la Uyba ad avere la meglio dimostrando una voglia incredibile di non lasciare nulla per strada. La conferma più forte che mai arriva nel terzo, dove bastano un paio di disattenzioni in campo piemontese per scatenare il “panico” e avere strada libero verso il tripudio bianco rosso.  Il meccanismo sapientemente architettato da Lavarini sembra funzionare a perfezione e lo dimostrano i numeri che dicono di una squadra che viaggia a ritmo impressionante alle spalle del solo mostro sacro Conegliano. Pur non brillando in serata la solita Lowe chiude a quota 16, ma è impressionante la crescita ed il ritmo su cui si sta assestando Washington, vera spina nel fianco novarese, anche oggi a quota 13 punti con un impressionante 78%. A dirigere l’orchestra in campo ci pensa poi Alessia Orro, mvp del match, sempre lucida, precisa e attentata con le sue mani fatate illumina il gioco e si prende anche la scena quando decide il tocco di seconda spiazzante per tutte le avversarie o trova le righe dai 9 metri. Insomma la Uyba mette la prima ciliegina sulla torta e cristallizza in modo pesante la seconda posizione in classifica mettendo tra se le piemontesi, prime inseguitrici, ben 7 punti di distacco. Ora non c’è tempo per riposare perché mercoledì si torna in campo per il turno infrasettimanale e bisogna evitare scivoloni. 

 

Lavarini parte con il 6+1 classico che bene ha fatto fino ad ora. Barbolini risponde con Hancock al palleggio in diagonale con Brakocevic, Chirichella – Veljkopvic coppia centrale, Vasileva – Courtney in banda con Sansonna libero. Nel primo parziale la Uyba parte subito fortissimo con Orro che dai 9 metri lancia il primo break. Novara insegue a testa bassa provando a non perdere troppo terreno. Le piemontesi ci riescono ma non trovano mai la via della parità e subiscono ancora il break. La Uyba schiaccia forte sull’acceleratore e la Igor tra errori e scarsa efficienza d’attacco scivola. Le padrone di casa sembrano avere vita facile per chiudere i conti con quattro set ball a disposizione, ma non è così perché le ospiti ne annullano due per cedere poi alla terza sull’affondo di una devastante Washington, 6 punti con 83% a tabellino (25-20). La seconda frazionevede la Igor trovare il break di vantaggio con la capitana Chirichella. La Uyba sembra subire il colpo, ma non è propriamente così perché Gennari e compagne ci impiegano poco per rimettersi in carreggiata con un pesante break (5-0). Busto tiene salde tra le mani le redini del set e allontana le offensive piemontesi. Non è tutto fatto perché la squadra di Barbolini si riporta con il fiato sul collo. Si decide tutto nel finale dove servono i vantaggi per decidere,  la Uyba getta al vento due occasioni, ma alla terza non sbaglia e chiude con Herbots (28-26). Nel terzo e ultimo set, si gioca un lungo botta e risposta in avvio da cui è sempre la squadra di casa ad uscire vincitrice grazie al muro solido che ferma le attaccanti ospiti. Le piemontesi ci provano a farsi sotto ma le offensive sono sempre arginate e il gap aumenta. La Uyba, trascinata da una prova maiuscola di Orro, salva tutto in difesa e illumina in attacco mandando fuori fase le ospiti che scivolano. La Igor, nonostante l’avvicendamento Di Iulio- Courtney, non trova mai la retta via e le bianco rosse non stanno a guardare. Nessuna reazione per la Igor che lascia in anticipo il campo e affonda. Orro regala sette match ball alle compagne e la solita Lowe alla seconda occasione chiude mandando in tripudio il palazzetto (25-18). 

 

La Cronaca : 

 

Unet e-work Busto Arsizio: 1 Washington, 4 Herbots, 6 Gennari, 8 Orro, 11 Lowe, 13 Bonifacio, 9 Leonardi (L). All. Lavarini, 2° Musso.

 

Igor Gorgonzola Novara:  2 Brakocevic, 6 Courtney, 10 Chirichella, 12 Hancock, 16 Vasileva, 17 Veljkovic, 11 Sansonna (L). All. Barbolini, 2° Baraldi.

 

Arbitri: Zavater - Tanasi

 

Primo set, parte fortissimo la Uyba che trova subito il break con l’ace millimetrico di Orro (3-0). La Igor sembra andare in affanno e le lunghezze di distacco salgono a quattro (6-2). Le “farfalle” difendono tantissimo e chiudono il lunghissimo scambio che tiene le distanze (10-6). La Igor rincorre a testa basta e incomincia a farsi vedere nei retrovisori (13-11). Si gioca su equilibri sottili fino a quando Bonifacio ci mette la firma sul break che costringe Barbolini a chiamare le sue a rapporto (18-15). Alla ripresa è ancora la Uyba a fare la voce grossa il muro di Washington su Chirichella fa suonare la seconda campanella alla Igor (21-16). Nel finale nulla da aggiungere con Washington che regala quattro set ball (24-18). Novara ne annulla due e Lavarini interrompe il ritmo facendo la scelta giusta perché alla ripresa Washington ci mette la firma (25-20). 

 

Secondo set, Novara rende pan per focaccia alla Uyba partendo con il break confezionato da Chirichella (0-3). La Uyba sembra subire il colpo e Lavarini ferma subito il gioco (1-5). Al rientro in campo le “farfalle” riprendono il ritmo e ristabiliscono la parità in campo (6-6). Si gioca punto a punto con la Uyba che si mette al comando sull’errore di Courtney (10-8).  Le “igorine” rimangono in coda con Brakocevic che si stampa sul muro (15-12).  Novara rimane lì, senza però trovare le contromisure (18-16). Novara riporta la parità in campo sfruttando il momento no di Lowe (20-20). Botta e riposta da cui è ancora la Uyba con il muro di Bonifacio su Vasileva a sorridere (23-21). Gennari spedisce out e regala la palla set alle ospiti (23-24). La Uyba annulla e poi spreca con Villani dai 9 metri (25-25). Alla terza chance ci pensa Herbots di potenza a chiudere i conti (28-26). 

 

Terzo set, lungi punto a punto iniziale da cui ne esce avanti la Uyba che alza il muro prima su Brakocevic poi su Chirichella (9-6). Con le unghie la Igor prova a farsi sotto ma Washington è incontenibile (10-8). Orro di seconda sorprende tutti lancia in volo le “farfalle” (13-9). Brakocevic spara out la diagonale ed è meno cinque (16-11). Herbots passa in pallonetto ed è più sei per le compagne (20-14). Ci pensa l’ace di Orro a regalare sette match ball per chiudere la gara (24-17). Buona la seconda con la solita Lowe che in diagonale mette la parola fine alla gara (25-18). 

 

Roberto Bojeri 

Ultimo aggiornamento Lunedì 10 Febbraio 2020 17:04
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...