Contenuto Principale
Uyba più concreta che scintillante supera Perugia e tiene il ritmo. PDF Stampa E-mail
Scritto da Roberto   
Giovedì 13 Febbraio 2020 01:26

Tags: Bartoccini Perugia | Unet E-Work Busto Arsizio | Uyba

IMG 7102 Copia

 

Turno infrasettimanale per la Uyba che supera 3-1 (25-18; 25-18; 22-25: 25-17) le penultime della classe della Bartoccini Perugia.  

 

La squadra di Lavarini porta a casa i tre punti ed è quello che conta pur senza strafare con una prestazione non certo da 10 e lode. Dopo due set completamente dominati in cui si vede una sola squadra in campo ed la Uyba, il tecnico biancorosso ha buon gioco anche nel concedersi il lusso di far riposare le sue ragazze affrontando buona parte del parziale con un sestetto rimaneggiato. Nel terzo però ecco che arriva il calo di tensione ed i fantasmi che punto dopo punto diventano realtà con le ospiti che non stanno a guardare e portano a casa il set della bandiera e costringo la Uyba a sudare anche nel quarto per chiudere la gara. Merito da attribuire fuori di dubbio alla squadra di Bovari che, senza timore reverenziale, fa del suo meglio per tutta la partita e con merito tiene il campo con grinta e caparbietà senza mollare mai anche nei momenti in cui i giochi sembravano ormai fatti. In campo bustocca a funzionare alla grande è il muro quota 14 raggiunta e doppiaggio rispetto alle “perugine”. Con la vittoria odierna Gennari e compagne raggiungono quota 9 consecutive tra le mura amiche. Si torna in campo ora domenica per la sfida esterna con il fanalino di coda Caserta. 

MVP : l’americana Washington a quota 18 a tabellino con 5 muri e 66%. 

 

Lavarini parte con la formazione migliore senza segnali di turnover. Bovari schiera il 6+1 composto da Raskie in palleggio opposta a Montibeller, Casillo – Menghi al centro, Angeloni – Crncevic in banda con Cecchetto libero. Nel primo parziale una Uyba poco attenta ci mette un po’ a carburare facendo innervosire Lavarini che sul 10-10 chiama a rapporto le sue. Alla ripresa i tanti errori dai 9 metri condizionano ancora la gara, ma la Uyba sfrutta le sue qualità per portarsi a distanza di sicurezza. Bovari si gioca il doppio stop nel giro di poco, ma Herbots suona la carica e spinge le sue che prendono il largo. Le ospiti spengono la lampadina sul turno dai 9 metri di Orro e alzano bandiera bianca di li a poco con capitan Gennari che capitalizza il secondo dei sette set ball (25-18). La seconda frazione vede Perugia partire con Bidias in campo, la Uyba ingrana e parte subito con la marcia inserita mettendo a segno il break che vale il più quattro in avvio. Le ospiti accorciano, ma quando le bianco rosse alzano il ritmo ecco che il divario aumenta. Lavarini chiama in causa Villani al posto di Gennari che può tirare il fiato. Le “farfalle” cambiano ancora assetto con Piccinini in campo per Herbots, ma non la sostanza con le redini del set salde tra le mani. Nel finale, ormai scritto, nonostante timidi tentativi delle ospiti la Uyba chiude alla prima occasione con Villani (25-18). Nel terzo set Perugia per la prima volta nella gara trova il break con l’ace di Angeloni ed è il primo presagio che qualcosa andrà storto. Le “farfalle” mettono il piede sull’acceleratore ed è subito break e allungo. Perugia non vuole recitare il ruolo di vittima sacrificale e ribalta tutto con un doppio break di vantaggio. La Uyba vuole chiudere i conti, cambio di passo, ma non è ancora abbastanza perché le ospiti vanno ancora a più due. Bidias fa malissimo al servizio e i fantasmi diventano realtà con Angeloni che allunga la gara (22-25). Nel quarto e ultimo set, Lavarini non ci sta e schiera nuovamente la formazione al gran completo, bisogna ancora sudare però perché Perugia trova il break in avvio. Gennari suona la carica e la Uyba trova l’allungo a +4. Bonifacio fa la voce grossa e il gap aumenta con le ospiti che non trovano contromosse. Nel finale la Uyba suona la sua musica, nonostante le ospiti non si arrendano mai, Gennari ne regala sette e Bonifacio decide che è ora di scrivere la parola fine alla prima chance (25-17). 

 

La cronaca : 

Unet e-work Busto Arsizio: 1 Washington, 4 Herbots, 6 Gennari, 8 Orro, 11 Lowe, 13 Bonifacio,9 Leonardi (L). All. Lavarini, 2° Musso.

 

Bartoccini Fortinfissi Perugia: 1 Casillo, 7 Montibeller, 8 Raskie, 11 Menghi, 12 Angeloni, 19 Crncevic, 6 Cecchetto (L). All. Bovari, 2° Panfili.

 

Arbitri: Rossi - Prati

 

Primo set, punto a punto in avvio da cui ne esce avanti la squadra di casa con Gennari (4-2). Perugia ce la mette tutta e rimane con il fiato sul collo con il tocco di Raskie (9-8). La stessa numero 8 chiude su Herbots ed è parità e stop di Lavarini (10-10). Al rientro in campo Herbots trova il break, ma i tanti errori dai 9 metri tengono le ospiti in corsa (13-12). La Uyba pigia sull’acceleratore ed è più quattro con Washington (16-12). Le ospiti inseguono a testa bassa ma le “farfalle” picchiano forte e prendono il largo (21-16). Ci pensa Herbots a regalare sette set ball (24-17). Buona la seconda con Gennari che chiude in diagonale (25-18). 

 

Secondo set, Orro fa male al servizio e le ospiti soffrono con il doppio muro che vale subito il break (5-1). Le “farfalle” sbagliano qualcosa di troppo ed il muro di Bidias su Lowe riduce il gap (6-4). Bidias passa tra le mani del muro ma sono ancora cinque le lunghezze (12-7).  Lavarini chiama in causa Villani e permette a Gennari di tirare il fiato (14-8). Herbots non sbaglia e tiene le compagne a +6 (16-10). Secondo avvicendamento per la Uyba che schiera Piccinini per Herbots. Villani non sbaglia e c’è gloria anche per Cumino e Bici (19-14). Nel finale, nonostante qualche squillo di Angeloni per le ospiti, Bonifacio regala sei set ball (24-18). Buona la prima con Villani che chiude i conti (25-18). 

 

Terzo set, botta e risposta da cui le ospiti traggono un doppio vantaggio “della bandiera” (3-6). Villani in pallonetto rimette tutto a posto (6-6) e Montibeller spara completamente out, è break per le “farfalle” (11-7). La doppietta di Angeloni accorcia il gap (12-9). Bidias fa male dai 9 metri, solo una lunghezza separa le due squadre (13-12). Le ospiti trovano ancora il break (15-17). La Uyba non ci sta e sul 17-20, cambia passo e rimette tutto a posto (20-20).  Le ospiti vanno a più due e la Uyba deve ancora sudare (20-22). Nel finale Bidias trova l’ace ed è set ball per le ospiti (21-24). Buona la seconda con Angeloni che chiude e allunga la gara (22-25). 

 

Quarto set, punto a punto che si interrompe ancora incredibilmente in favore delle ospiti avanti con Bidias (5-7). Gennari suona la carica e riporta l’equilibrio (7-7). Bisogna sudare ancora, Herbots e Washington mettono a terra il break che vale il +3 (12-9). Bonifacio fa doppietta e la Uyba tiene la distanza di sicurezza (15-10). La Uyba non vuole più fermarsi Orro chiude a rete ed è +5 (20-15). Perugia non si arrende mai, ma capitan Gennari mette a terra la palla che vale sette match ball (24-17). Buona la prima Bonifacio che mette la parola fine (25-17). 

 

Roberto Bojeri 

Ultimo aggiornamento Venerdì 14 Febbraio 2020 15:28
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...