Contenuto Principale
Mario Traversi presenta al Feltrinelli Point di Savona il libro i "Mestè de 'na votta" PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 14 Febbraio 2020 19:07

Tags: Giovanni Burzio | Mario Traversi | Roby Ciarlo

0a0aI-mestieri-di-una-volta Traversi Ciarlo 2010

"Mestè de 'na votta" - Mestieri di una volta: «Cercare, per ricordare il mondo di una volta, nella ruota infinita del tempo che scorre implacabile.» Mario Traversi.

Mercoledì 26 febbraio 2020 alle ore 18:00, presso il Feltrinelli Point di Savona, via Astengo n.9r/11r, il giornalista varazzino Mario Traversi, poeta e locale memoria storica di usi e costumi, past president dell’Associazione Culturale "U Campanin Russu", scrittore di narrativa ed appassionato poeta dialettale, vincitore di numerosi concorsi e destinatario di importanti riconoscimenti, presenterà il libro di poesie dialettali intitolato "Mestè de 'na votta".

Una carrellata di antichi mestieri liguri, illustrati dal noto e bravo Roby Ciarlo, in un ritroso viaggio nel tempo e nello spazio per non dimenticare le nostre radici, legate a usi e costumi oggi per la maggior parte scomparsi o fortemente ridimensionati "Mesté de 'na votta" vede la quarta edizione, dopo il successo delle precedenti, su forti richieste e sollecitazioni.

Presenterà e dialogherà con l’autore il savonese Giovanni Burzio.

Prefazione:

«I più sono scomparsi, schiacciati dalla modernità e dal consumismo che non ammette rattoppi ma un continuo rinnovo. E così tanti mestieri se ne sono andati in punta di piedi, lasciando ricordi di mondi ormai lontani, quando il vivere era diverso e la gente cercava di risparmiare su tutto, affidando i pochi beni e oggetti di cui disponeva alla cura di abili artigiani che sapevano ripararli con una spesa abbastanza contenuta, che rispecchiava economie povere ma ricche di saggezza.

Ne rimangono ormai pochi di quei mestieri che parlavano la lingua dei paesi e dei quartieri, ultima retroguardia di un esercito che ha combattuto con onore epiche battaglie, oggi ridotto a fantasma di un passato irripetibile.

Ed è per non dimenticarli che ho voluto ricordare in questa piccola raccolta di poesie, espresse nella “lingua” delle nostre radici, insostituibile per recuperare termini e modi di dire tipici legati indissolubilmente alla nostra cultura, alcuni di quei mestieri che hanno fatto parte degli usi e costumi delle passate generazioni, omaggio ad artigiani che spesso sconfinavano nell’arte vera e propria.

Accanto ad essi vi trovano degno posto attività  non propriamente artigianali e accenni di professioni ancora in piena efficienza, ma che si sono modificate per le esigenze che la modernità  impone. Inoltre, in un riassunto che vuole ricordare i piccoli, tanti negozi che vanno sempre più scomparendo sotto l’incalzare di una rete commerciale che non lascia spazi di sopravvivenza agli ultimi tenaci “ridotti” di una guerra irrimediabilmente perduta, una poesia, in calce alla raccolta, ne ripropone l’atmosfera legata a un mondo già  di ieri.

Sono echi di voci ormai spente, che per un attimo riascolteremo in un viaggio sentimentale, a ritroso, quasi una nostalgica musica di sottofondo ad una Liguria che non c’è più!»

https://www.ponentevarazzino.com

 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...