Contenuto Principale
La stagione a Formentera sta per iniziare: cosa non perdere! PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Sabato 07 Marzo 2020 17:37

Tags: Formentera

calo des mort

Una vacanza a Formentera è quanto di più bello ci si possa concedere durante l'estate: sole, mare cristallino e lunghi aperitivi in attesa del calar del sole saranno gli unici impegni della giornata.

Questo è indubbiamente il momento migliore per prenotare il volo aereo e cercare una bella sistemazione sull'isola. Non solo potrete risparmiare sui prezzi dei biglietti che, come si sa, lievitano a vista d'occhio con l'avvicinarsi della bella stagione, ma soprattutto con l'ampia scelta tra case, alberghi o ville a Formentera potrete decidere la vostra dimora senza dovervi accontentare. Cosa che spesso accade a chi prenota all'ultimo momento!

Una volta svolti questi due compiti non vi resta che sognare l'isola e le sue innumerevoli bellezze. Tra tutte al primo posto ci sono le spiagge con il loro mare. Platja de Ses Illetes, inserita all'interno della classifica delle spiagge più belle d'Europa è spesso quella più visitata. Appartenente al Parque Naturale de Ses Salines fa parte infatti di un ambiente protetto. Gli accessi a quest'area sono limitati e se volete assicurarvi un posto su questa bellissima spiaggia dovrete essere mattinieri! Pena, lunghe code sotto il sole alla sbarra che delimita le entrate.

Esattamente sul lato opposto di Illetes si trova la spiaggia di Llevant, meno frequentata ma decisamente suggestiva. Un curioso fenomeno che è possibile osservare in questa zona è quello della spiaggia rosa: quando numerosi frammenti corallini si arenano sul bagnasciuga questi, grazie alla loro pigmentazione, le donano la particolare colorazione tanto amata e fotografata su tutti i social.

Calò des Mort invece è una meravigliosa caletta situata alla fine della costa di Migjorn. L'origine del suo nome così inquietante deriva da una leggenda isolana poco conosciuta. Si racconta che, in un tempo lontano e non ben definito, un pastore errante volesse fare suo un caprone selvaggio individuato in quella zona. Questo, dallo spirito indomito e per nulla bonario, condusse lo sventurato pastore proprio in quella caletta. Quello che successe non è dato sapersi ma, chi ritrovò l'ingenuo uomo qualche giorno dopo, disse che a fianco al suo cadavere vi era una macchia di sangue a forma di testa di capra. Suggestivo vero?! Molto così come è tanta la bellezza di questa caletta piccola e fragile. Purtroppo non sempre è possibile visitarla: se le alte maree si manifestano con frequenza capita che la spiaggia venga letteralmente inghiottita dal mare.

piratabus-migjorn

 

Poco distante da Calò des Mort, nel caso non vi possiate accedere per i motivi sopracitati, non solo c'è la lunga spiaggia di Migjorn ma c'è anche un piccolo chiringuito che ha segnato la storia di Formentera: il chiosco Bartolo. Questo minuscolo bar, che assomiglia più ad una palafitta, offre semplici piatti in un contesto decisamente scanzonato. Pranzare qui è una vera e propria esperienza di vita. Se non lo avete mai fatto sbrigatevi ad andarci perché vale veramente il viaggio.

Ma tra i posti per cui molti vacanzieri perdono letteralmente la testa non possiamo non parlarvi del leggendario Piratabus. Questo locale, che un tempo, grazie all'idea strampalata e vincente di due amici spagnoli fu un vero e proprio bus, oggi è il quartier generale di tutti gli amanti dell'isola. Possiamo proprio dire che la sua fama lo precede! Al giorno d'oggi il bar è famoso per i suoi ottimi mojito e per la “puesta del sol”. Numerosi sono i vacanzieri che, poco prima dell'ora del tramonto, raggiungono il chiosco in attesa del saluto al sole. Ciò che avviene in qui momenti è difficile da descrivere a parole. Il cielo inizia a colorarsi in un modo straordinario e, dagli altoparlanti installati vicino al bar, partono le note di “Con te partirò” di Andrea Bocelli. Uno spettacolo da pelle d'oca che si ripete giorno dopo giorno.

Dopo esservi goduti l'aperitivo Formentera è famosa anche per i suoi ristoranti. La maggior parte sono concentrati sul lungomare di Es Pujols ma anche le altre località hanno qualcosa da offrire.

Data la proposta ampia è possibile scegliere tra un’ampia gamma di locali: sia che avrete voglia di carne che di pesce o magari di sushi, sull'isola è presente veramente di tutto. Tra i nostri locali preferiti, per una cena romantica a lume di candela, ci sono Chezz Gerdi, altro nome storico dell'isola e situato ad Es Pujols, e Can Pascual ad Es Calò. Quest'ultimo meno conosciuto è adatto a chi cerca un ambiente riservato e ricco di emozioni.
Se invece volete organizzare una bella tavolata con tanti amici vi consigliamo senza ombra di dubbio il ristorante Sa Platgeta. Situato sulla spiaggia, all'inizio della costa di Migjorn, è un locale spartano che offre un’ottima cucina di pesce. L'ambiente è giovane e frizzante ma soprattutto si è a due passi dal mare!

Poco distante se la serata è di quelle danzerecce potrete successivamente recarvi al Blue Bar: il locale più divertente di tutta Formentera! Rigorosamente dipinto di blu come racconta il suo nome, questo stabilimento poliedrico che fa da bar e ristorante la sera si trasforma in discoteca! Frequentato da una clientela internazionale e decisamente festaiola è il posto ideale per concludere la vostra giornata di vacanza.

Questo era solo un piccolo excursus delle “faticose” giornate che passerete sull'isola di Formentera... se vi abbiamo incuriosito non vi resta che prenotare e fare il conto alla rovescia!

Ultimo aggiornamento Sabato 07 Marzo 2020 17:49
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...