Contenuto Principale
Italia beffata dalla Francia PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 14 Novembre 2012 23:04

Tags: El Shaarawy | Francia | Italia | Verratti

Il Tardini e Parma, la città ducale, ospitano l'amichevole di lusso Italia-Francia, uno dei classici del calcio europeo, una di quelle rivalità storiche che affondano negli albori della storia, parliamo cioè dei primi anni del '900, e che è stata rinfocolata a più riprese nei deecenni per trovare il suo culmine tra il 2000, quando i transalpini ci sconfissero nella finale di Euro 2000 al Golden goal, pareggiando a 20 secondi dalla fine dei 4 minuti di recupero, ed il 2006 quando ci prendemmo la rivincità superando i galletti ai rigori in Germania con l'appendice della vergognosa testata di Zidane a Materazzi.



Oggi non ci sono tre punti in palio, ma l'onore e l'orgoglio quelli sì, anche perchè le due squadre sono nel periodi degli esperimenti, nell'ambito di quella ricostruzione, iniziata dopo i fallimentari mondiali sudafricani, che ha però già regalato agli azzurri una finale ad Euro 2012 in cui i francesi furono eliminati proprio dai futuri campioni della Spagna nei quarti di finale.
Prandelli che si affida, come gli ospiti, guidati da Deshamps, a tante facce nuove, da Sirigu e Verratti che si stanno facendo apprezzare nelle file del Paris Saint Germain, al nuovissimo trio d'attacco formato da Candreva, El Shaarawy e Balotelli.

Italia (4-3-3): Sirigu 6; Maggio 6,5, Barzagli 6 (46' st. Bonucci 6), Chiellini 6, Balzaretti 6; Montolivo 6,5 (47' Florenzi 6), Verratti 7(47' Pirlo 6,5), Marchisio 5 (47' Giaccherini 5,5); Candreva 6(70' Giovinco 6), Balotelli 6, El Shaarawy 6,5(73' Diamanti 6). A disp.: Buffon, De Sanctis, Astori, Peluso, Santon, Destro, Viviano. All. Prandelli 6,5

Francia (4-3-3): Lloris 6,5; Debuchy 5 (47' Reveillere 5), Sakho 6, Koscielny 6,5, Evra 6,5; Capoue 5,5 (80' Gonalons s.v), Matuidi 6,5, Sissoko 6; Valbuena 7 (72' Gourcouff 6), Giroud 5(61' Menez 6,5), Ribery 6,5(61' Gomis 6,5). A disp.: Mandanda, Landreau; Rami, Yanga-Mbiwa, Tremoulinas; Cabaye, Payet. All.: Deschamps 6

Arbitro: Alberto Undiano Mallenco (Esp)
Marcatori: 34' El Shaarawy (I), 36' Valbuena (F), 21' st Gomis (F)
Ammoniti: 64' Balotelli (I)
E' partita vera fin dalle prime battute, gli azzurri partono con idee chiare, pressing alto a tutto campo nella fase di non possesso e rapide azioni ad aprire il campo sfondando sulle fasce o cercando gli inviti al centro pe Balotelli che fa da centro boa. Un paio di cross meno pericolosi di quel che potevano essere scaldano il pubblico, poi ci pensa Balotelli, prima , ben servito, calcia alto, poi su un appoggio indietro di El Shaarawy, prende la mira e lascia partire un preciso tiro a giro che supera Lloris ma si stampa contro la traversa.
La Francia gioca a ritmi più bassi, l'azione di costruzione del gioco è un po' lenta e macchinosa, volta alla ricerca di Ribery e Valbuena, proprio Ribery calcia alto.
Le squadre si affrontano concentrate e senza concedere nulla, cala un po' il ritmo e dopo un paio di incursioni francesi con un tiro dal limite di Valbuena ben controllato da Sirigu, l'Italia passa al 34' con un'azione di ripartenza da manuale, palla recuperata sulla nostra trequarti e lanciata verso Balotelli che la fa scorrere per Montolivo il quale trova il pertugio giusto per servire El Shaarawy sulla corsa, il piccolo faraone controlla, entra in area e batte Lloris facendogli passare la sfera tra le gambe, primo gol in azzurro per lui.

 
L'euforia del Tardini distrae gli azzurri che due minuti dopo si fanno sorprendere da Valbuena che arriva sul fondo, si beve prima Verratti, poi Barzagli, si accentra e calcia trovando l'angolino opposto, 1-1 gol bellissimo!
L'Italia inizia con le sostituzioni favorendo una Francia più solida e determinata, ma sono ancora gli azzurri ad orchestrare un paio di buone azioni vanificate per errori di rifinitura. 
Cambia tutto il centrocampo Prandelli dopo 5 minuti e l'Italia vacilla per un attimo favorendo la Francia che con Valbuena e Ribery ci mette in difficoltà, entra anche Menez e proprio da una sua iniziativa nasce il vantaggio ospite, l'ex romanista entra in area e serve Evra che sbaglia il tiro, peccato che la difesa si dimentichi vicino al secondo palo l'altro neo entratoo Gomis che, a porta vuota insacca in spaccata.
Gli azzurri reagiscono e con gli ultimi cambi guadagnano in freschezza e voglia regalando 20 minuti finali al calor bianco, Diamanti taglia un cross che Balotelli sfiora e Giovinco manca quando sembrava fatta, poco dopo salva un difensore quando la palla stava arrivando a Giaccherini solo in area.
L'assalto degli azzurri è convinto ed asfissiante, la FRancia rincula e difende in affanno nella sua trequarti, ci prova Diamanti che a centro area è troppo morbido nella conclusione, poco dopo è Giovinco che lascia partire un gran tiro dal limite che Lloris di pugno riesce a deviare in corner.
Da un nettissimo fallo ai 20 metri su Diamanti non rilevato dall'arbitro Maienco nasce una ripartenza transaplina con Menez che si fa 60 metri palla al piede e, arrivato in area, calcia obbligando Sirugu a deviare in corner.
Nel finale a 2 minuti dal termine un perfetto cross dal fondo trova Giaccherini solo sul dischetto, lp juventino calcia a colpo sicuro, Lloris è battuto, lo salva ancora la traversa.
Finisce dunque con la vittoria, assolutamente oltre i propri meriti, di una FRancia, che non battiamo in casa da 50 anni, passata in svantaggio ed abile a capitalizzare 2 delle 3 occasioni avute, transalpini che si mostrano quadrati, attenti ed equilibrati, dimostrando di essere in buona forma, come dimostra il pari ottenuto a Madrid nelle qualificazioni mondiali, ma che oggi ha avuto essenzialmente una gran fortuna, al di là della discreta prestazione.

 
Italia che colleziona la quinta sconfitta di questo 2012, quarta in amichevole, ma fatalmente esce a testa alta, giocando nettamente meglio degli avversari, creando di più, fermata però dalla sfortuna, due traverse colpite, e un paio di sbavature in difesa che ci sono costate le due reti.
Italia comeunque assolutamente non da bocciare, le nuove leve hanno dimostrato grande personalità e capacità facendo ben sperare per il futuro, bravi El Shaarawy e Verratti.

 
giuseppe floriano bonanno

 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...