Contenuto Principale
Vince l'Inter il big match di San Siro PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 10 Dicembre 2012 00:02

Tags: Handanovic

Fa freddo a San Siro e non c'è il tutto esaurito, che una sfida del genere meriterebbe, ma sono comunque oltre 6000 i fans dei partenopei.

I due mister fanno alcune scelte a sorpresa, nei nerazzurri giocano dall'inizio Gargano, l'ex di turno, Pereira e Guarin, mentre Cambiasso viene preferito a Silvestre come centrale nei 3 di retroguardia.

Mazzarri si affida a Behrami e Inler a centrocampo, Insigne fa da spalla a Cavani mentre Britos gioca in difesa.

Inter (3-5-2): Handanovic 6,5; Ranocchia 6,5, Cambiasso 6, Juan Jesus 7; Nagatomo 6,5, Zanetti 6, Gargano 6, Guarin 7, Pereira 6; Milito 6,5 (30' st Coutinho s.v.), Cassano 6,5 (15' st Palacio 6).
A disp.: Castellazzi, Belec, Pasa, Mbaye, Silvestre, Mariga, Benassi, Romanò, Duncan, Livaja. All.: Stramaccioni 6,5
Napoli (3-4-1-2): De Sanctis 5,5; Gamberini 5,5(1' st Pandev 6), Cannavaro 6, Britos 6; Maggio 6, Behrami 6,5, Inler 5,5(13' st Dzemaili 5,5), Zuniga 6; Hamsik 7(39' st Mesto s.v.); Insigne 7,5, Cavani 6,5.
A disp.: Rosati, Colombo, Grava, Campagnaro, Fernandez, Aronica, Donadel, Dossena, Vargas. All.: Mazzarri 6,5
Arbitro: Rizzoli
Marcatori: 8' Guarin (I), 39' Milito (I), 9' st Maggio (N)
Ammoniti: Handanovic, Gargano (I); Gamberini, Pandev, Behrami (N)

Pronti via e quasi al primo affondo l'Inter, all'8', passa in vantaggio, sugli sviluppi di un corner, Cassano serve morbido sul secondo palo l'accorrente Guarin, non seguito da alcun difensore, che impatta al volo battendo De Sanctis.

La reazione del Napoli è convinta, rabbiosa, ma ragionata, impazza Insigne sulla fascia che delizia la platea con un repertorio variegato di numeri spettacolari sì ma anche efficaci, sua è una giocata da applausi, su ripartenza classica da Napoli, a seguito della quale il piccolo fantasista dialoga con Cavani ma, anzichè servirlo sul taglio, preferisce accentrarsi e battere a giro, la conclusione si perde ad una spanna dal palo opposto con Handanovic immobile.

Il Napoli attacca a pieno organico facendo scorrere bene la sfera e cercando con costrutto le fasce dove Maggio e Zuniga sono puntuali negli inserimenti.

L'Inter decide di arroccarsi nella proprio metacampo per aspettare gli avversari e ripartire, ma soffre più del dovuto, Cavani è pescato bene in area, la sua conclusione improvvisa lascia ancora di sasso Handanovic, ma termina a lato.

Poco dopo ancora Cavani, pescato solo in area, colpisce di testa da due passi a colpo sicuro, la sfera si perde clamorosamente a lato, il segnalinee sbandiera però un off side, che ,se c'è, è millimetrico.

Cala un po' di intensità la pressione degli azzurri e, puntualmente, l'Inter, nel finale di tempo, raddoppia, Guarin recupera sfera ai 20 metri, su un disimpegno sbagliato della difesa ospite, e serve sul taglio Milito, il quale tiene lontano Gamberini e batte De Sanctis con un tiro preciso ma neppure così irresistibile, 2-0 all'intervallo quasi senza colpo ferire.

La ripresa parte offrendo subito grandi emozioni, prima è Cassano servito in area a colpire il palo coperto da De Sanctis, risponde il Napoli con un tiro dal limite di Inler su cui vola Handanovic a respingere.

La pressione azzurra cresce e viene premiata all'8' a coronamento di un'azione rocambolesca, prima è Pandev servito a due passi dal portiere (in off side) a calciare costringendo l'estremo difensore sloveno al miracolo, sulla ribattuta ancora il macedone calcia ma un difensore fa impennare la sfera che colpisce la traversa e ritorna sulla riga, Handanovic riesce ancora ad allontanare, ma proprio sui piedi di Cavani, che, da due passi, insacca dimezzando lo svantaggio.

In un clima infuocato il Napoli, che offre grandi spazi per le ripartenze nerazzurre, continua ad attaccare, Maggio viene affrontato al limite dell'area e crolla al suolo, Rizzoli lascia correre.

La partita è bella, intensa e ricca di capovolgimenti di fronte, ora l'Inter è più continua e pericolosa nelle ripartenze e vanifica un paio di buone opportunità per l'ultimo passaggio impreciso, le squadre sono lunghissime e la stanchezza aumenta le situazioni di pericolo da una parte e dall'altra.

Il finale di partita, complice la stanchezza e i riflessi appannati, è al calor bianco con grandi capovolgimenti di fronte, ma con poca qualità, tante comunque le emozioni.

Alla mezzora Pandev da ottima posizione strozza il tiro permettendo ad Handanovic di salvare, poi è il turno di De Sanctis a salvare due volte sugli avanti nerazzurri lanciati da soli verso di lui, prima su Nagatomo, poi su Palacio.

Un'invenzione di Cavani attorno al 40' mette in crisi Pereira che nei pressi della linea di porta prima interviene di piede, poi di braccio mandando la sfera in corner.

Le ultime occasioni sono per Palacio, che si libera quasi sulla line di fondo, rientra verso il centro ed esplode un tiro che si spegne a lato d'un soffio, e per Cavani che, ricevuta la sfera nel cuore dell'area, calcia a colpo sicuro trovando la schiena di un difensore che devia in corner.

Finisce con la vittoria dell'Inter che torna cinica e vincente, grazie all'immediato vantaggio può infatti giocare come preferisce, cioè di rimessa, affidandosi ad una solida difesa e ripartendo poi con i suoi solisti offensivi.

Il Napoli, subito in svantaggio, gioca con grande personalità, crea tantissimo, ma capitalizza poco, buttando alle ortiche la possibilità di rimanere in scia della Juventus che fugge ora a 5 punti.

Se questa partita doveva dirci chi è l'anti-juve non lo ha fatto semplicemente perchè da una parte il Napoli si è fatto preferire per la personalità ed il gioco, dall'altra l'Inter ha confermato solidità e praticità, ma forse per poter essere in grado di contendere il titolo ai bianconeri dovrebbe esserci una squadra che fonda i pregi di Napoli ed Inter eliminandone i difetti...

giuseppe floriano bonanno

 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...