Contenuto Principale
Il fantasy del Grande Schermo e dei Casinò online PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 27 Marzo 2013 09:38

jack-the-giant-slayer-poster-fumm

Autostrada oltre e nuvole

Giovedì 28 marzo esce nelle sale cinematografiche italiane il nuovo film diretto da Bryan Singer (I soliti sospetti, X-Men, X-Men 2, Operazione Valchiria) incentrato su uno dei più celebri racconti inglesi, “Jack e la pianta dei fagioli”. Il film si chiama Il cacciatore di giganti (Jack the Giant Slayer) e presenta un cast con i rampanti Nicholas Hoult (About a boy, Warm Bodies) ed Eleanor Tomlinson (Alice in Wonderland, Educazione Siberiana) affiancati da Ewan McGregor, Bill Nighy, Ian McShane e Stanley Tucci. La tradizione popolare anglosassone ha sempre raccolto proseliti nella cultura italiana, tanto nel popolo lettore quanto ispirando artisti del calibro del cantautore genovese Fabrizio de’ Andrè (1940-1999). La celebre storia della pianta dei fagioli magici porterà un giovane contadino a salire fin oltre le nuvole e doversela vedere con dei terribili mostri. È proprio da qui che comincia il viaggio della slot machine Jack and the Beanstalk, lanciata dalla società per software di giochi Net Entertainment, con un intro animato. Un’esclusiva solo di

alcune piattaforme come lo Starcasino e che presenta effetti animati e, unica nel panorama, incluso il simbolo Walking Wild.


Storie fantastiche sempre più tridimensionali

In pausa dal filone fumettistico della Marvel Comics (che ad aprile comunque ritornerà con la terza avventura di Iron Man), il filone fantasy continua a raccogliere sempre più consensi, potendo anche contare sull’effetto 3D e con la notoria poca voglia di Hollywood di rischiare su prodotti non certi di successo al botteghino. Il 2013 ha già visto irrompere nelle sale cinematografiche italiane il primo capitolo della nuova trilogia di Peter Jackson, Lo Hobbit – Un viaggio inaspettato, quindi di recente è uscito Il grande e potente Oz di Sam Raimi, con un cast di pregio formato da James Franco, Michelle Williams, Mila Kunis e il premio Oscar Rachel Weisz.


Metafora della realtà

Forse per troppo tempo “favola” ha avuto un riduttivo significato di fantasia. Ma nulla di così puramente fantastico nasce dal nulla, anzi al contrario spesso proviene dal mondo della realtà e annessi suoi lati peggiori. Come non vedere similitudini tra Il cacciatore di giganti e la storia passata/presente nello scontro tra due razze (umani e giganti nel film), tenute separate fino a quando Jack non ha magicamente riattivato il sentiero che li collega, con questi ultimi decisi a reclamare il proprio territorio (con gl’inevitabili doppiogiochisti) e dunque decisi a fare piazza pulita? Al meno nel film c’è un eroe e, di solito, un happy end. Nella realtà c’è penuria di entrambi. E il male, come sanciva cinicamente il venditore di armi senza scrupoli Yuri Orlov (Nicolas Cage, Lord of War), trionfa sempre.

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 27 Marzo 2013 10:59
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...