Contenuto Principale
Alessandro Scanziani "Sentivo il desiderio di giocare a calcio, non di diventare calciatore" PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabiana   
Martedì 23 Aprile 2013 10:33

Tags: Alessandro Scanziani | Bayern Monaco | Champions League | Genoa | Inter | Messi | Ronaldo | Sampdoria

Abbiamo incontrato Alessandro Scanziani, grande calciatore che ha militato in diverse squadre come Inter, Ascoli, Sampdoria e Genoa, per un'intervista da leggere tutta d’un fiato. Alessandro è stato protagonista di una ricca carriera calcistica ma anche di quella d’allenatore, diventando il mister di tantissimi club come Modena, Como, Lumezzane, Spal, Lecco, Pro Sesto. Il resto lo scoprirete leggendo le sue dichiarazioni.

197504 1015502561928 1778 n

Quando hai sentito il desiderio di diventare calciatore?

Sentivo il desiderio di giocare a calcio, non tanto quello di diventare calciatore. Avrei giocato a qualsiasi livello perché mi divertiva farlo.

Hai giocato in diverse squadre di calcio, quale ti ha lasciato il ricordo migliore?

Dire che mi sono trovato bene in ogni squadra sembra banale. Ma è vero che ho sempre avuto un buon rapporto con tutti i miei compagni ed anche con i tifosi, per cui non rinnego nessuna squadra, ma nella Sampdoria penso di essere diventato un giocatore vero, qui ho ottenuto le soddisfazioni migliori della mia carriera.

Conservi anche brutti ricordi di quando giocavi a calcio?

Più che brutti ricordi direi degli episodi poco piacevoli, ma mi sembra inutile raccontarli, fanno parte del passato ed è meglio non pensarci più.

Che consigli vorresti dare a chi sogna d’ intraprendere la carriera del calciatore?

Il primo consiglio è quello di studiare, se non per una laurea, almeno per una conoscenza personale migliore, per non essere ignorante. Di restare umili perché è la molla che ci permette di migliorare ad ogni allenamento, di arrivare per primo e uscire per ultimo dall'allenamento e fermarsi sul campo per migliorare i propri fondamentali tecnici che sono la base per essere più competitivo.

75605 1570292831338 4713181 n

Oltre al calciatore e l'allenatore ti sei dedicato anche alla politica diventando consigliere comunale di Verano Brianza. Cosa ne pensi dell'attuale situazione italiana? Pensi che la rielezione del Capo dello Stato possa dare una mano al nostro paese?

Ero stato coinvolto in questa avventura politica da amici, ma ben presto ho capito che non era la mia strada e che stavo buttando via il mio tempo. Ho trovato delle situazioni in cui si parla molto e si ha poca volontà di cambiare. Sono contento dell'elezione del Presidente, magari non di quello eletto, ma spero che questo faciliti la nascita di un governo stabile, duraturo, di persone che insieme possano migliorare lo stato di fatto, anche se sono molto scettico.

Credi in Dio? Ti piace Papa Francesco?

Credo in Dio e questo Papa mi piace molto. Spero che riesca a portare un po’ di serenità all'interno della Chiesa, che riesca ad emarginare i preti che, causa la loro debolezza, non sono da esempio ai numerosi cristiani che hanno bisogno di guide esemplari, anche se riconosco che comunque i preti sono persone come noi e quindi possono sbagliare.

Ritorniamo a parlare di calcio. Chi è secondo te il miglior talento emergente di Serie A?

Penso che ce ne siano molti di talenti che si stanno affacciando alla ribalta del nostro calcio, sia in serie A che in serie B. Mi piace molto De Sciglio, El Shaarawy, Insigne, Florenzi, ma lasciamoli diventare grandi con pazienza senza mettere troppa pressione sulle loro spalle.

Ed il miglior allenatore invece?

Senza ombre di dubbio Conte, che riesce a fare rendere i giocatori al 100%. Mi piace molto anche Mazzari. Entrambi poco simpatici sotto l'aspetto emozionale, per me naturalmente.

Sei favorevole alla moviola in campo?

In linea di principio direi di no. Difficile stabilire quando farne ricorso, non sempre il gioco può essere fermato per guardare la moviola ed in che occasione guardare troppi elementi contro.

535503 413740238692339 933910648 n

Messi o Ronaldo?

Difficile dare una risposta. Personalmente preferisco Messi ma anche Ronaldo è sicuramente un fenomeno.

Chi vincerà la Champions League?

Mi auguro il Bayern di Monaco che se lo meriterebbe per la continuità dimostrata in questi anni, ma sicuramente il Barcellona è quella che mi diverte di più per le capacità individuali e come gioco di squadra.

Ti piace andare allo stadio?

Sì molto. Mi piace andare a vedere partite di ogni categoria, anche se in quelle minori il livello è scaduto molto.

Quanto ha contato la famiglia nella tua carriera?

Direi molto. I miei genitori avrebbero preferito che mi laureassi, ero iscritto a farmacia, ma la passione per il calcio ha prevalso. Comunque mi hanno lasciato libero di decidere del mio futuro. In seguito anche mia moglie mi ha aiutato a superare i momenti difficili che in ogni stagione si sono presentati, vuoi per divergenze con il mister, vuoi per scadimenti di forma o infortuni vari.

Tra i tuoi ex compagni di squadra, con quali hai mantenuto i rapporti?

Mi sento spesso con Bellotto, ormai amico di famiglia. Galia e Fontolan Silvano che ora lavorano entrambi per il Como. Ogni tanto ci si trova con i Bindun, ex giocatori dell'Inter, per iniziative di beneficenza.

Oltre ad essere commentatore sportivo ed opinionista in diverse trasmissioni stai lavorando a qualche progetto?

Ora sono abbastanza occupato a fare il nonno, ho 4 nipotine. Alleno una squadra femminile a 7, ma l'impegno è di un giorno alla settimana per gli allenamenti e uno per la partita. Collaboro con una società dilettantistica, Paina Calcio.

1522 4635545740745 174870634 n

Hai un sogno nel cassetto?

È proprio un sogno. Quello di andare a vedere una partita tra ragazzi e vedere i rispettivi genitori che non inveiscono contro l'arbitro e tra di loro.

Per le vacanze estive scegli mare o montagna?

Passo una settimana in montagna con tutta la mia famiglia, tre figlie e quattro nipotine. Poi il resto al lago dove ho una casa.

Quando la gente ti incontra per strada cosa ti chiede più spesso?

Dipende dalla gente che si incontra. Molti mi chiedono perché non faccio più nulla nel calcio sul campo, altri mi chiedono pronostici sulle partite, altri di andare a visionare il proprio figlio che è molto bravo ma che nessuno se ne è ancora accorto.

Fai un saluto ai nostri lettori!

Un caro saluto a tutti i lettori. Un suggerimento, andate a vedere le partite per divertimento, per vedere uno degli sport più belli che ci siano, di accettare gli errori dell'arbitro, dei propri giocatori e degli allenatori. Solo stando sulla poltrona non si sbaglia mai. Al termine applaudire comunque per l'impegno profuso dai giocatori in campo. Un abbraccio da Sandro.

Fabiana Rebora

 

 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...