Contenuto Principale
La Sampdoria vince il Derby SLAncio di vita PDF Stampa E-mail
Scritto da Luana Ambrico   
Martedì 28 Maggio 2013 20:17

Tags: Aguilera | Derby SLAncio di Vita | Genoa | Mancini | Sampdoria | Signorini | Skuhravy | SLA | VIalli

foto derby sla 001 

Ieri sera allo stadio Luigi Ferraris di Genova, davanti ad un discreto pubblico, desideroso di riabbracciare i grandi campioni della stagione 1990/91 si è giocato il Derby SLAncio di vita.

Prima dell' inizio della gara c’è stato un commosso ricordo al Capitano rossoblù Gianluca Signorini, mancato nel 2002 dopo essersi ammalato di SLA, ma non solo, il minuto di silenzio rigoroso a cui ha partecipato un immobile Luigi Ferraris, ha ricordato anche Franco Rotella, il Professore Franco Scoglio, Paolo Mantovani e Riccardo Garrone, scomparso recentemente.

Il Genoa schiera: Braglia; Caricola, Collovati, Ferroni, Torrente; Bortolazzi, Eranio, Fiorin, Ruotolo; Pacione; Skuhravy.
La Sampdoria: Pagliuca; Lanna, Mannini, Vierchowod; Bonetti, Pari, Cerezo, Lombardo, Mikhailitchenko; Vialli, Mancini. 

Apre le marcature Roberto Mancini che con un abile mossa, fa sedere il portiere Braglia e deposita in rete, è sempre il numero 10 blucerchiato a segnare il goal del raddoppio su calcio di rigore concesso dall’arbitro Bergonzi, per l' atterramento in area di Lombardo.
l rossoblu effettuano le prime sostituzioni facendo entrare Corrado e Nappi, che subito dimostra ancora tutta la sua frizzantezza.
Il primo tempo, dopo mezz'ora di gioco, finisce sul risultato di 2-0 in favore dei blucerchiati.


Nel secondo tempo, girandola di cambi, il Genoa inserisce Fontolan, Signorelli, e Francesconi e la Samp da spazio a Invernizzi, Chiorri, Dall’Igna e Franceschetti.
Dopo 5 minuti il Genoa accorcia le distanze con Ruotolo, Signorelli mette in mezzo, la difesa blucerchiata ribatte, e Ruotolo ribadisce in rete.
Continuano le sostituzioni per dar modo a tutti di dare il proprio contributo all’evento, per il Genoa Bianchi subentra a Skuhravy e per i doriani entrano Chiesa, Pedone, Munoz e Calcagno.
Dopo un calcio di rigore di Nappi, parato da Pagliuca, Fontolan dopo un  batti e ribatti in area, riporta la gara in parità e a sette minuti dalla fine è Calcagno a siglare la rete della vittoria sampdoriana.
L’ultimo cambio del Genoa regala ad un commosso Pato Aguilera pochi minuti sul prato del Ferraris.
I tempi regolamentari finsicono sul risultato di 3-2 in favore dei blucerchiati, ma lo spettacolo non è ancora finito, c'è infatti la possibilità per i rossoblù di ribaltare la situazione con gli shootout.
Per il Genoa battono Nappi, Bianchi, Bortolazzi, Ruotolo e Fontolan, ma soltanto quest'ultimo e Ruotolo trovano il goal, per la Sampdoria Calcagno, Pedone, Bonetti, Lombardo e Chiesa dei quali invece è soltanto Lombardo a sbagliare, la partita finisce quindi complessivamente sul risultato di 7-4 in favore della Sampdoria.

E' stato bello riedere i duelli tra Vierchowod e Skuhravy, quelli tra Mannini e Nappi, duelli che hanno caratterizzato i derby del passato.
Una  bella partita, tra giocatori, che non avranno più la velocità e l'agilità di una volta, ma hanno dimostrato in campo, valori tecnici e non, come ai vecchi tempi, la classe di questi campioni rimane indelebile.

Ale termine della gara è stato consegnato l'assegno di 55000 € all' AriSLA, Agenzia di Ricerca per la Sclerosi Laterale Amiotrofica.

 

 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...