Contenuto Principale
Coppa Italia : Yamamay ancora ko contro Conegliano. PDF Stampa E-mail
Scritto da Roberto   
Domenica 26 Gennaio 2014 21:54

Tags: Imoco Conegliano | Unendo Yamamay

IMG 7430

In una cornice impeccabile con più di 3000 presenti è andata in scena la gara di andata dei quarti di Coppa Italia tra Unendo Yamamay e Imoco Conegliano. Le Venete con la vittoria per 3-1 hanno riconfermato il loro strapotere nel confronto diretto con la squadra di Parisi, infilando la quarta vittoria in altrettanti confronti. Mercoledì 29 a Treviso la gara di ritorno.

Busto crolla ancora una volta, pur mostrando per tutto il secondo set e gran parte del terzo di avere le carte in regola per poter dare fastidio e mettere in difficoltà la squadra di Gaspari. Come da copione, però, nei momenti decisivi viene sempre a mancare qualcosa e le “pantere”, anche questa volta, hanno saputo fare tesoro di questi momenti negativi per riprendere fiducia e crescere sul piano del gioco. Le buona notizie per Parisi, arrivano da una Ortolani sempre più in crescita, seppur con qualche sbavatura ancora da correggere. Serata completamente negativa, invece, per Arrighetti e Marcon, che si occupa solo della fase difensiva mettendo a terra solo 5 palloni (17%).  La squadra di Gaspari con il fenomeno Lloyd in regia, decisiva in tutti i fondamentali, lavora bene e reagisce come una vera squadra anche quando si verificano momenti negativi, prime basi per diventare una grande.

In avvio riconfermati i sestetti base con Parisi che si affida a Wolosz in regia in diagonale con Ortolani, Buijs - Marcon in banda, Garzaro - Arrighetti al centro con Leonardi libero. Gaspari si oppone con l'ex Lloyd al palleggio con Nikolova opposto, Barcellini - Fiorin in banda, Barazza - Kauffeldt al centro e De Gennaro libero. Nel primo parziale le due formazioni si affrontano a viso aperto con la massima concentrazione senza lasciare spazi di fuga. La Yamamay ci prova con Arrighetti al servizio, ma il break non si concretizza e riprende il botta e risposta. Conegliano, però, al rientro dopo lo stop tecnico trova la giusta chiave di lettura per portarsi avanti. Le “pantere” non sbagliano quasi nulla facendo segnare il break 0-4 che garantisce sei lunghezze. Nel finale Busto tenta di riprendere le redini del set, ma i giochi sono compromessi e Conegliano chiude i conti con il mani out di Fiorin . Nella seconda frazione Busto trova subito lo spunto in avvio e prova a gestire il vantaggio, mantenendo a distanza di sicurezza Conegliano. Buijs, però, con due grossolani errori spreca tutto, facendo tornare il punteggio in parità. La Yamamay ritrova la giusta concentrazione, e dopo lo stop allunga nuovamente. Conegliano nel finale di set perde completamente la testa lasciando strada libera alla Yamamay che si concede nove set ball, grazie al break decisivo di 5-0. Alla terza occasione utile chiude i conti l’errore al servizio di Kauffeldt. Numeri impressionanti nella fase di attacco per la squadra di Gaspari che fa registrare un preoccupante 26% a fronte di una Yamamay che alza l’asticella chiudendo con 44% in attacco e 62% in difesa. Nel terzo set Conegliano parte ancora con l’handicap come nel precedente parziale. Busto riesce a tenere alto il ritmo e le ospiti faticano in attacco costrette cosi a rincorrere. Le venete con Barazza al servizio confezionano il contro break e ristabiliscono la parità. Barcellini e compagne trovano due ace decisivi che mandano in black out Marcon e compagne. Nel finale Bianchini commette una infrazione che regala due set alle giallo-blu, che non sbagliano con Nikolova.La quarta frazione si apre con Conegliano che fa registrare subito il break 0-5 che innervosisce Parisi, che prova ad interrompere il gioco. Dopo un breve momento di difficoltà Conegliano torna a gestire senza problemi le redini del gioco aumentando consistentemente il vantaggio. Le ragazze di Gaspari mostrano di non perdere mai la lucidità e macinano punti senza interruzione mettendo a segno un incredibile 0-7, trascinate da una super Nikolova. Il finale come da copione si risolve in favore delle ospiti che chiudono il match con Barazza.

La cronaca :

Unendo Yamamay Busto Arsizio: 1 Ortolani, 3 Garzaro, 7 Marcon, 11 Buijs, 13 Arrighetti, 14 Wolosz, 6 Leonardi (L). All. Carlo Parisi, secondo allenatore Massimo Dagioni.

Imoco Conegliano: 3 Lloyd, 6 Fiorin, 8 Kauffeldt, 14 Nikolova, 16 Barcellini, 18 Barazza, 10 De Gennaro (L). All. Gaspari. Secondo allenatore: Flisi.

Arbitri: Perri – Gelati

Primo set, equilibrio in campo con le due squadre che rispondono colo su colpo (4-3). La Yamamay trova il mini break 3-0, ma Conegliano risponde con Fiorin riportandosi ad una lunghezza (6-5). Continua il botta e risposta con la squadra di Parisi che gestisce (10-9). Barcellini manda la palla out al servizio facendo suonare la campanella dello stop (12-11). Al rientro in campo le ospiti trascinate da Fiorin e Barazza allungano (12-14). Le ragazze di Gaspari mantengono il ritmo trovando il break 0-4 che fa salire a sei il gap (14-20). Nel finale Busto prova a rientrare in gara, ma il primo tempo di Barazza concede cinque set ball alle venete (19-24). Buona la terza con Fiorin che chiude i conti grazie al mani out sul muro avversario (21-25).

Secondo set, Busto inizia con il piede giusto portandosi subito avanti di due lunghezze grazie all’errore avversario (5-3). La Yamamay riesce a mantenersi a distanza di sicurezza, nonostante i tentativi di Conegliano di riportarsi in parità (10-8).Buijs sbaglia clamorosamente per due volte consecutive ristabilendo la parità in campo (11-11). Al rientro in campo dopo lo stop Busto cresce, con Ortolani che torna ad attaccare su alti livelli regalando ancora tre lunghezze alle padrone di casa (14-11). Busto preme sull’acceleratore scappando a cinque lunghezze con il muro su Tirozzi, subentrata a Fiorin (19-14). Le ospiti staccano la spina e le bianco-rosse mettono a segno il break di 5-0 che regala nove set ball (24-15). Buona la terza con l’errore di Kauffeldt al servizio che chiude i giochi (25-17).

Terzo set, inizio fotocopia rispetto al set precedente con Busto che si porta avanti grazie ad un errore sull’asse Lloyd-Barazza (4-2). Conegliano accorcia le distanze portandosi ad una lunghezza grazie al duello a rete vinto da Kauffeldt contro Garzaro (8-7). Busto tiene salde le redini del gioco con tre lunghezze di margine al suono dello stop tecnico (12-9). Le padrone di casa mettono a segno due muri decisivi, che consentono di portarsi a più quattro (15-12). Con Barazza al servizio,però, le ospiti ribaltano tutto portandosi ad un solo punto (16-15). Il nastro aiuta Conegliano, ingannando Buijs sul servizio di Donà (18-20). Busto nel finale accorcia nuovamente, ma l’errore di Bianchini, subentrata a Marcon, concede due set balla alle ospiti (22-24). Buijs annulla la prima, ma alla seconda occasione il diagonale di Nikolova regala il set alle avversarie (23-25).

Quarto set, Conegliano parte in corsia di sorpasso mettendo a segno un sonoro 0-5 in avvio. Le “farfalle” mostrano la reazione di orgoglio attesa riducendo ad un solo punto il gap (5-6). Conegliano non ci sta riportandosi nuovamente a vanti grazie alla doppietta di Barazza (7-11). Parisi prova ancora a giocarsi la carta Bianchini al posto di Marcon, proprio la battuta della pisana manda in crisi la retroguardia ospite (11-13). Le venete macinano punti senza interruzione volando a cinque lunghezze con la doppietta di Nikolova (12-17). La stessa giocatrice mette a segno due ace consecutivi che concretizzano nove lunghezze di margine (12-21). Il finale ha poco da dire con Conegliano che si prende dieci match ball (14-24). Chiude Barazza alla terza occasione (16-25). 

Roberto Bojeri

Ultimo aggiornamento Lunedì 27 Gennaio 2014 22:43
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...