Contenuto Principale
PASQUA: arrivano tante trote nei torrenti e laghi genovesi PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 16 Aprile 2014 17:59

Iniziata oggi dal Ponente la semina della Provincia con 645 kg di trote iridee adulte, e prosegue venerdì 18 aprile nel Levante con altri 862 kg di iridee.


Per il ponente i torrenti e laghi interessati sono: Stura 300 kg, Gorsexio 50 kg, Acquasanta 40 kg, Lerone 40 kg, Riccò 35 kg, Varenna 50 kg, Verde 50 kg, San Martino 20 kg, e lago Bruno 60 kg.
Nel Levante, immissioni pronta pesca previste venerdì 18 aprile 2014, dalle ore 8.00 in poi. Appuntamento presso Bivio Tunnel Ferriere (alta Val Fontanabuona), per suddividere il carico di pesci che verranno distribuiti dai mezzi cisterna di Provincia, FIPSAS e ARCI, seguendo questo piano semina: Torrente LAVAGNA, da Ferriere a Carasco 240 kg di IRIDEE; Torrente STURLA, da Loc Frantoio a salire sino a Borzonasca 150 kg di IRIDEE; Torrente PETRONIO, zona campo gara, 50 kg IRIDEE; Torrente GRAVEGLIA, zona campo gara, 40 kg IRIDEE; Torrente BISAGNO 114 kg IRIDEE.
Il previsto ripopolamento nel Lago PIAN SAPEIO (Giacopiane piccolo), non potrà essere effettuato causa prossimi lavori di Tirreno Power alle opere murarie, e slitterà a data da destinarsi.
Si ricorda che nei torrenti e laghi ripopolati (affluenti esclusi) vige il DIVIETO DI PESCA dal tramonto di martedì 15 aprile sino all’alba (6,30) di sabato 19 aprile 2014.
Opereranno i controlli di vigilanza le guardie giurate volontarie delle Associazioni Pescasportive, la Polizia Provinciale e Forestale.
A tal proposito di controlli, si informa che la Nuova Legge Regionale n° 8 del 01/04/14, modifica alcuni aspetti burocratici/organizzativi della pesca, ma di fatto non incide sulle norme applicative che regolano la pesca, permanendo valide le disposizioni emanate dalla Provincia di Genova, per quanto riguarda attrezzi, esche, zone di pesca, misure minime, capi catturabili giornata e periodi di riproduzione. A tal proposito rimanendo nello specifico Salmonidi, si riportano le misure minime da osservare: FARIO 22 cm (salvo bacino Aveto e Trebbia 25 cm), Salmerino 22 cm, Iridea 20 cm. In ogni giornata di pesca nelle acque libere, si possono trattenere 10 salmonidi di cui non più di 5 fario.

PASQUA: TROTE anche nei Laghi FIPSAS
Anche la FIPSAS ripopola in questi giorni le riserve di Malanotte e Giacopiane, con diversi quintali di fario e iridee, di taglia varia con alcuni esemplari maxi 2-3 kg e più.
Per consentire le operazioni di semina ambedue i laghi saranno interessati da CHIUSURA PROVVISORIA di tre giorni, con apertura in simultanea con le acque pubbliche, quindi all’alba (ore 6.30) di sabato 19 aprile.
Il DIVIETO di PESCA è già in vigore, come per la Provincia, dal tramonto di Martedì 15 aprile sino all’alba (6.30) di sabato 19 aprile 2014. La FIPSAS ricorda che per poter pescare nei laghi da Lei gestiti occorre oltre al versamento tassa regionale/licenza il possesso della Tessera FIPSAS in regola con l’anno in corso. La quota giornaliera di salmonidi è fissata in 5 trote (qualsiasi specie) e non inferiori alla misura minima di legge. Per la pesca a mosca o spinning, è consentito il NO KILL usando amo singolo privo di ardiglione.

VIETATA LA PESCA dei ciprinidi x tutela riproduzione
Mentre siamo nel pieno della stagione da TROTE, i primi tepori primaverili risvegliano esigenze di riproduzione per altre specie di pesci, principalmente i “ciprinidi” la classe che risponde ai pesci comunemente presenti in molti dei nostri torrenti, laghi artificiali, e anche in acque non troppo pregiate, come i corsi del piano.
Barbo Comune e Barbo Canino, Carpa regina e Carpa a Specchio, Carpa Erbivora, Tinca, Vairone, Scardola, Carassio, Alborella e Cavedano. A questi si aggiungono i Percidi, Persico reale e Persico trota che popolano alcuni invasi artificiali. Vediamo nel dettaglio di raggruppare le specie in base al periodo interdetto alla pesca: Barbo (tutti) 1 aprile -30 giugno; Carpa (tutte) – tinca – vairone – persico reale – persico trota: dal 15 aprile al 15 giugno; Scardola: 1 maggio – 15 luglio. Non sussiste divieto per Carassio, Cavedano e Alborella, ma il buon senso consiglia comunque di non disturbarne la frega, vista la rarefazione con cui la specie sta facendo i conti in questi ultimi anni.
I periodi di divieto devono essere rispettati in tutte le acque, sia torrenti, fiumi e laghi, perché la legge prevede la sanzione anche per “atteggiamento di pesca, di attesa o ricerca” di specie momentaneamente interdetta. La FIPSAS a GIACOPIANE, per evitare malintesi dal 15 aprile sino al 15 Giugno sancisce il divieto di pesca a carpe, tinche (anche se queste due specie sono già interessate dall’OBBLIGO di rilascio immediato NO KILL ed uso di amo privo di ardiglione), persici reali, persico trota e ciprinidi in generale per cui VIETA ogni forma di pasturazione e la pratica della tecnica Carp Fishing con tre, due o una canna, quindi tutte le attrezzature ed esche comunemente usate per tale pesca.
Per evitare sanzioni non proprio economiche si prega rispettare i periodi di chiusura e disposizioni in tutte le acque, riserve comprese.
Umberto Righi

 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...