Contenuto Principale
Jaguar Excellence Academy PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 27 Febbraio 2012 23:54
I 5 finalisti sulla strada dell'eccellenza Sara Bertolasi (Canottieri Lario), Francesco Fossi (Fiamme Gialle), Livio La Padula (Fiamme Oro), Andrea Palmisano (Canottieri Aniene) e Laura Schiavone (Canottieri Irno): sono questi i cinque finalisti della Jaguar Excellence Academy, un progetto esclusivo condotto dalla casa automobilistica specializzata nelle auto di lusso e sportive, in collaborazione con la Federazione Italiana Canottaggio,  alla ricerca dell’eccellenza nello sport. Lo annuncia il Direttore Generale Jaguar Land Rover Marco Santucci, intervenuto assieme al Presidente della Federcanottaggio Enrico Gandola, durante la presentazione della seconda fase della JEA avvenuta questa sera alla Shinto Jaguar Lounge di Roma.

La scelta di Jaguar arriva dopo aver attentamente analizzato i curricula sportivi ed accademici dei venti canottieri azzurri selezionati, le qualità comunicative e relazionali in base alle videopresentazioni realizzati durante i raduni e gli allenamenti. Parallelamente, dopo il lancio dello scorso 17 gennaio al Salone d’Onore del Coni alla presenza del Presidente Giovanni Petrucci, è andata in scena anche la votazione del pubblico su Facebook e qui, con oltre mille preferenze in poco più di un mese, la salernitana Laura Schiavone ha riscosso il maggiore gradimento precedendo altri due atleti campani, Livio La Padula e Mario Paonessa, entrambi cresciuti a Castellammare di Stabia, la ventenne Giada Colombo (Canottieri Tritium), il lecchese Matteo Pinca (Canottieri Moto Guzzi) ed il sanremese Giuseppe Alberti (CUS Pavia).  

Tre dei cinque finalisti della JEA hanno qualificato la loro imbarcazione alle Olimpiadi di Londra 2012 durante i Mondiali Assoluti di Bled (Slovenia): il romano Andrea Palmisano era il capovoga del quattro senza azzurro ed al terzo carrello c’era il fiorentino Francesco Fossi. Entrambi si erano laureati campioni mondiali Under 23 nel 2010, a bordo della stessa imbarcazione, e hanno poi conquistato il bronzo ai recenti Europei di Plovdiv nel settembre 2011. La varesina Sara Bertolasi, assieme alla comasca Claudia Wurzel (Canottieri Lario), ha firmato la prima storica qualificazione del due senza femminile alle Olimpiadi ed ha poi brillato nella rassegna continentale bulgara con il terzo posto finale. Fanno parte dei rispettivi gruppi olimpici, Pesi Leggeri e femminile, anche Livio La Padula e Laura Schiavone: il poliziotto stabiese si è classificato secondo nella specialità dell’otto pesi leggeri, la vogatrice salernitana ha siglato assieme a Gabriella Bascelli (Canottieri Lario) il primo successo del remo rosa italiano agli Europei 2009.

Per Bertolasi, Fossi, La Padula, Palmisano e Schiavone scatta ora la seconda fase della Jaguar Excellence Academy. I cinque finalisti interverranno in cinque eventi, previsti in sequenza nei prossimi mesi nei circoli remieri di Roma, Torino, Padova, Napoli e Milano, dove racconteranno la loro storia a contatto con il canottaggio e l’Università, illustreranno i loro obiettivo per il futuro sportivo e lavorativo e le sensazioni vissute a bordo della nuova Jaguar XK, che diventerà la loro compagna di viaggio per una settimana.

Entra a far parte della Jaguar Excellence Academy anche LGS SportLab, agenzia che offre percorsi d'orientamento e formazione. "Obiettivo Londra 2012" è il progetto di LGS SportLab dedicato ad un team di atleti di diverse discipline olimpiche ai quali verrà data la possibilità di usufruire di alcuni servizi che esulano dalla preparazione tecnica per supportarli nel loro percorso di avvicinamento alle Olimpiadi. Tra gli strumenti offerti da LGS SportLab la "Fotografia dell'atleta", test d'autovalutazione per definire competenze, capacità, motivazioni e obiettivi dell'atleta in ambito professionale e personale, e le "Bussole", incontri organizzati allo scopo di tracciare il percorso ideale per raggiungere obiettivi dalla fotografia.
Claudia Wurzel è stata scelta dalla Federazione per il progetto "Obiettivo Londra 2012" di LGS SportLab che offrirà all'atleta servizi studiati secondo le sue esigenze, tra cui quelli di supporto nutrizionale, mental coaching e comunicazione.
Obiettivo della Jaguar Excellence Academy è, infatti, quello di ricercare l'eccellenza, investendo nella formazione degli atleti emergenti e, al tempo stesso, meritevoli, fornendo loro l’importante sostegno di strumenti cognitivi che li accompagneranno nella crescita sportiva e professionale.

Nel mese di settembre Jaguar designerà i due atleti che avranno diritto ai “premi” della Jaguar Excellence Academy: una borsa di studio che consentirà di arricchire la propria formazione con un Master in management sportivo o un corso di public speaking o self management oltre ad un corso d'inglese nella città d'appartenenza e trenta giorni in Inghilterra con il British Council.
Il programma della Jaguar Excellence Academy si articolerà anche in altri appuntamenti. Sono in programmazione, interscambi con l’Università di Oxford, celebre per la tradizionale "Boat Race" con l’Università di Cambridge, e la partecipazione dei loro canottieri a gare in Italia. Infine, a sottolineare ancora di più il legame e la tradizione che unisce il marchio Jaguar al canottaggio, è prevista anche la presenza alla Henley Royal Regatta di Londra, la storica competizione che dal 1839 richiama nella capitale britannica atleti di fama internazionale.
Eleganza, potenza, passione, prestazioni al limite, ma anche innovazione, design e tradizione: questa alcune delle caratteristiche comuni di Jaguar e del canottaggio italiano.
Un'eccellenza tecnologica e del design che bene si combina con l'eccellenza dello sport azzurro.
Da questa sinergia nasce l'idea della Jaguar Excellence Academy, un progetto con cui Jaguar Italia conferma la sua presenza nel mondo dello sport dove è presente tradizionalmente nel golf.

Dallo scorso anno, inoltre, Jaguar collabora con la Federazione Italiana Sport Equestri, con l'istituzione del "Jaguar Master Eccellenza Giovani", e l'organizzazione di un circuito nazionale di gare di salto ad ostacoli dedicato ai giovani atleti dai 12 ai 21 anni. Anche in questo caso l'obiettivo è quello di premiare l’eccellenza dei giovani atleti italiani.


Nelle immagini: il Direttore Generale Jaguar Land Rover Marco Santucci, Claudia Wurzel, il Presidente della Federcanottaggio Enrico Gandola, Sara Bertolasi, Francesco Fossi, Livio La Padula, Andrea Palmisano e Laura Schiavone; i cinque finalisti del concorso.
 

  

I FINALISTI DELLA JAGUAR EXCELLENCE ACADEMY

Sara Bertolasi.
Nata a Busto Arsizio il 29 aprile 1988, rema per la Canottieri Lario. Quattro partecipazioni ai Mondiali Under 23 ed Assoluti; qualifica il due senza a Londra 2012 insieme a Claudia Wurzel. Bronzo agli Europei 2011 sempre in due senza. Laureata in Scienze della Comunicazione.

Francesco Fossi. Nato a Firenze il 15 aprile 1988, rema per il Gruppo Nautico Fiamme Gialle.  Campione Mondiale Under 23 nel 2008 (quattro con) e nel 2010 (quattro senza), conquista anche tre argenti nel quattro con: due Junior (2005 e 2006) ed uno Under 23 (2009). Qualifica il quattro senza a Londra 2012 assieme ad Andrea Palmisano, Mario Paonessa e Luca Agamennoni. Bronzo agli Europei 2011 nella stessa specialità. Iscritto alla Facoltà di Scienze Politiche.

Livio La Padula. Nato a Vico Equense (Napoli) il 20 novembre 1985, rema per il Gruppo Sportivo Fiamme Oro. Ha all’attivo tredici partecipazioni ai Mondiali Junior, Under 23 e Assoluti. Nove medaglie nel suo palmares: tre d’oro (otto e quattro senza Under 23 pesi leggeri nel 2006, otto pesi leggeri nel 2009), due d’argento (otto pesi leggeri nel 2004 e nel 2011) e quattro di bronzo (quattro senza Junior nel 2002, quattro di coppia Under 23 nel 2004, otto pesi leggeri nel 2007 e 2010). Livio è laureato in Scienze Politiche.

Andrea Palmisano. Nato a Roma l’1 febbraio 1988, rema per il Circolo Canottieri Aniene. Otto presenze ai Mondiali Junior, Under 23 ed Assoluti, condite da tre titoli iridati (quattro con nel 2007 e 2008, quattro senza nel 2010) ed un argento (quattro con nel 2009). Qualifica il quattro senza a Londra 2012 assieme a Francesco Fossi, Mario Paonessa e Luca Agamennoni. Bronzo agli Europei 2011 nella stessa specialità. Laurea magistrale in Giurisprudenza.
               
Laura Schiavone. Nata a Napoli 13 ottobre 1986, rema per la Canottieri Irno di Salerno. Partecipa alle Olimpiadi di Pechino 2008 ed a dodici edizioni dei Mondiali. Vittoria nel doppio Under 23 (2005), due argenti nel singolo (2003) e doppio (2004) Junior. Sono tre le medaglie conquistate anche agli Europei: campionessa continentale 2009 nel doppio, nello stesso anno vince anche l’argento nel quattro di coppia mentre nella stagione successiva centra il bronzo nel doppio. Laureata in Ingegneria Civile. 
 
Ultimo aggiornamento Lunedì 27 Febbraio 2012 23:54
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...