Contenuto Principale
La Unenedo Yamamay risolve in quattro set la pratica Forlì. PDF Stampa E-mail
Scritto da Roberto   
Giovedì 04 Dicembre 2014 00:10

Tags: Unendo Yamamay | Volley 2002 Forlì

IMG 5832 mod Custom

Dopo i ko di Mosca in Champions League e Casalmaggiore nell’ultima uscita di campionato, la Unendo Yamamay torna a vincere davanti ai 2500 dell’arena di viale Gabardi piegando in quattro set la bianco-nere di Forlì.

Busto in una partita dai mille volti ottiene quello che serviva, una vittoria (la quarta in campionato) per dare nuovo morale e tranquillità ad una squadra, contratta e nervosa per le ultime uscite. La squadra di Parisi regala nel complesso una buona prestazione, implementata anche dagli errori delle avversarie a volte troppo superficiali in gestione. Busto stacca la spina nel secondo set facendo correre qualche brivido di troppo, ma nel momento difficile di handicap inziale nel terzo parziale scatta la scintilla decisiva con rimonta e quarto set che vede solo una squadra in campo. Le notizie positive arrivano senz’altro da Diouf, ancora top scorer di serata con 25 punti e da Lyubushkina, sempre più decisiva con 13 punti e 7 muri, in una serata in cui le “farfalle” chiudono con 18 muri a 8. Il team di Marone mostra ancora qualche limite e necessità di migliorare sul piano della omogeneità di squadra. Decisamente troppo altalenante e spesso prevedibile il gioco con le notizie positive che arrivano in particolare da Koleva, mattatrice in attacco con 24 punti, capace di tenere a galla quasi da sola le sorti dell’attacco.

Parisi in avvio sceglie la formazione tipo Marone opta per Stoltenborg in diagonale con Aguero, Ventura e Koleva in banda, Neriotti- Nazarenko al centro, con Cardullo libero. Nel primo parziale subito punto a punto nelle prime battute con Forlì che per prima trova il break (0-4). Busto si sveglia dopo il time out di Parisi, con Marcon al servizio arriva il contro break (5-0) che significa nuovo sorpasso. Le padrone di casa mantengono la distanza di sicurezza senza mai mostrare segni di cedimento. Forlì non trova soluzioni in attacco, faticando soprattutto con Ventura, che costantemente si stampa sul muro delle bianco-rosse. Marone prova a cambiare inserendo la giovanissima Guasti, ma la corsa lanciata delle “farfalle” non si arresta e arriva il traguardo del primo set grazie al doppio errore delle ospiti. Numeri dicono di una Forlì decisamente insufficiente in attacco con 27% oltre che poco precisa in ricezione con solo 40% di perfette a dispetto di una Yamamay che fa registrare 62% di perfette. Il secondo parziale si apre nel segno di Forlì che trova subito il break con l’ace di Stoltenborg. Le emiliane mantengono il ritmo tentando anche la fuga, ma Busto con Camera in gestione al posto di Wolosz prova la rimonta. Le bianco-nere non ci stanno rispondendo colpo su colpo, con un triplo muro che significa più sei. La squadra di Parisi non riesce a reagire e le ospiti rimettono i conti in parità, guidate dalla coppia Aguero-Neriotti. La terza frazione si apre ancora con Forlì che per prima trova il break, sfruttando anche gli errori delle “farfalle” che sembrano aver staccato la spina. Busto, però, reagisce trovando parità e sorpasso, per poi dar via ad un botta e risposta. E’ la squadra di Parisi ad avere la meglio trovando il break co il tocco di seconda di Wolosz, che mette fine ad uno degli scambi più belli del match. Forlì accusa il colpo e le “farfalle” hanno spazio in corsia di sorpasso per accelerare e prendersi otto set ball, secondo dei quali capitalizzato da Havelkova (25-17). La quarta ed ultima frazione si apre con la Yamamay che cambia il copione e prova subito a scappare, ma Forlì non si fa trovare impreparata ristabilendo subito la parità. Le ospiti provano a tirar fuori le unghie, ma le padrone di casa alzano gli scudi e mantengono la distanza di sicurezza senza vacillare grazie al break 5-0 che consolida le difese. La squadra di casa prende in mano il gioco e le bianco-nere crollano costrette ad inseguire a meno otto. Nel finale la Yamamay può continuare a suonare indisturbata la sua sinfonia regalandosi dieci match ball il primo dei quali subito capitalizzato da Lyubushkina (25-14).

La Cronaca :

Unendo Yamamay Busto Arsizio: 1 Lyubushkina, 5 Michel, 7 Marcon, 13 Diouf, 14 Wolosz, 16 Havelkova, 6 Leonardi (L). All. Carlo Parisi. Secondo allenatore: Marco Musso.

Volley 2002 Forlì: 2 Stoltenborg, 3 Ventura, 7 Nazarenko, 11 Neriotti, 12 Aguero, 14 Koleva, 10 Cardullo (L). All. Biagio Marone. Secondo Allenatore: Giovanni Tassari.

Primo set, inizio equilibrato con le due squadre che danno vita subito ad un punto a punto, che si risolve in favore delle ospiti avanti tre lunghezze (4-7). Al rientro in campo dopo il time out discrezionale, Busto ritrova concretezza mettendo a segno il contro break (5-0) che significa vantaggio (10-9). La Yamamay prova la fuga chiudendo a muro l’attacco di Koleva (14-11). Le “farfalle” cambiano marcia e le ospiti sono costrette ad inseguire (19-14). Forlì fatica in attacco soprattutto con Ventura che come da costante della serata si infrange sul muro, costringendo Marone a fermare il gioco (22-17). La carta Guasti al posto proprio di Ventura non risolve tutti i problemi. Nel finale l’errore al servizio di Koleva regala cinque set ball alla squadra di Parisi (24-19). Buona la prima con l’errore di Guasti che mette fine al parziale (25-19).

Secondo set, avvio nel segno di Forlì che trova il più due con l’ace millimetrico di Stoltenborg (2-4). Forlì sfrutta gli errori delle padrone di casa e allunga a più quattro con Koleva (5-9). Parisi prova a regia con Camera al posto di Wolosz, in difficoltà nella gestione. Stoltenborg trascina le compagne avanti allo stop tecnico, ingannando di seconda per due volte consecutive la retroguardia bianco-rossa (8-12). Al rientro in campo sono le bianco-nere ad avere in mano il gioco, calando un tris di muri su Michel, Diouf e Marcon le lunghezze salgono a sei (10-16). Busto continua a commettere troppi errori al servizio e le ospiti scappano a più otto con l’ace di Koleva (14-21). Nel finale il diagonale di Aguero regala otto set ball alle compagne (16-24). Buona la prima con il muro di Neriotti su Diouf che chiude i conti (16-25).

Terzo set, come da copione le ospiti mettono a segno per prime il break con la Yamamay subito ad inseguire (1-4). La squadra di Parisi sembra aver staccato la spina, l’invasione di Wolosz regala il più quattro (2-6). Nel momento più difficile Diouf e Lyubushkina prendono per mano la squadra che trova la reazione tanto attesa (4-0), riportandosi in vantaggio (10-9). Punto a punto tra le due squadre, dal quale esce avanti la Yamamay grazie al tocco di seconda di Wolosz dopo un bellissimo scambio (15-13). Busto mantiene il ritmo e allunga a sette lunghezze (23-16). Ci pensa Havelkova a mettere a segno il muro che regala otto set ball (24-16). Alla seconda occasione utile chiude sempre la giocatrice ceca (25-17).

Quarto set, inizio sui generis con la Yamamay che prova a scappare con il tocco di seconda di Wolosz (3-1). Forlì vuole vendere cara la pelle e reagisce immediatamente riportandosi in parità (5-5). Le bianco-nere si tengono aggrappate con le unghie al match trascinate da Koleva in grande forma (9-8). Le padrone di casa tengono il ritmo tagliando avanti il traguardo dello stop e prendono il volo al rientro (16-9). Marcon e compagne prendono in mano il pallino del gioco mettendo otto punti tra se e le ospiti (20-12). Nel finale ci pensa Lyubushkina a mettere a terra la palla che significa dieci set ball (24-14). Buona la prima con la numero 1 russa che mette la parola fine al match (25-14).

Roberto Bojeri

Ultimo aggiornamento Venerdì 05 Dicembre 2014 10:58
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...