Contenuto Principale
Vittoria al tie-break per la Unendo Yamamay contro Firenze nell'ultima uscita dell'anno. PDF Stampa E-mail
Scritto da Roberto   
Venerdì 26 Dicembre 2014 23:00

Tags: Bisonte Firenze | Unendo Yamamay

IMG 6575 Medium

La Unendo Yamamay, con una prestazione non brillantissima, riesce a riscattare in parte la batosta di Modena, con il successo per 3-2 su Firenze che vale il sesto poto alla fine del girone di andata.Nei quarti di Coppa Italia sfida con Casalmaggiore.

 

L’ultima giornata del girone di andata e ultima uscita dell’anno pallavolistico al PalaYamamay non regala un grande spettacolo, ma per le ragazze di Parisi un successo che serviva più che mai in un momento di difficoltà dopo la scoppola di Modena e qualche fischio sentito questa sera dal pubblico amico tra primo e secondo set. Pur senza brillare la Yamamay costruisce un successo che, nonostante in due punti che rimangono un po’ indigesti viste le possibilità di chiudere in anticipo, significa sesto posto in classifica, che vale la sfida con Casalmaggiore nei quarti Coppa Italia.Notizie positive per Parisi arrivano da Lyubushkina, MVP della serata con 19 punti, 48% e 7 muri, sempre attenta e concentrata in tutta la gara è lei la stella che brilla in campo bianco-rosso.Busto gioca una partita strana fatta di alti e bassi, butta letteralmente alle ortiche il primo set gettando al vento un parziale ben giocato e 6 punti di vantaggio per poi cedere nel testa a testa finale. La Yamamay paga sicuramente una Diouf in versione fantasma (0 punti su 14 attacchi) con la sola Lyubushkina a tenere a galla la squadra. Il pubblico si innervosisce per l’insistenza di Parisi con Diouf e Wolosz in campo e arrivano fischi (insoliti per l’arena di viale Gabardi) sia ai cambi, sia nell’intervallo. La reazione delle farfalle, però, non si fa attendere nel secondo e terzo set, con Diouf e Havelkova in crescita torna fluidità e concretezza. La Yamamay alza il ritmo senza concedere spazio alle avversarie, costrette ad inseguire fin dalle prime battute. Nel quarto set tornano i fantasmi passati con la Yamamay che sembra avere il pallino del gioco, ma stacca la spina nel momento cruciale facendosi riprendere e gettando al vento i tre punti. Firenze riesce a strappare un punto utile e allungare il match, sfruttando con maggiore cinicità l’occasione a disposizione. Il tie-break regala ancora brividi per Marcon e compagne, con Firenze più che mai decisa a vendere cara la pelle, che abdica solo nel finale dove le farfalle mettono il piede sull’acceleratore chiudendo i conti dopo due ore esatte di gara.

 

La Cronaca :

Unendo Yamamay Busto Arsizio: 1 Lyubushkina, 5 Michel, 7 Marcon, 13 Diouf, 14 Wolosz, 16 Havelkova, 6 Leonardi (L),. All. Carlo Parisi. Secondo allenatore: Marco Musso.

Il Bisonte Firenze: 1 Mastrodicasa, 2 Petrucci, 6 Turlea, 7 Negrini, 9 Pascucci, 13 Calloni, 10 Parrocchiale (L). All. Francesca Vannini. Secondo all. Giampiero Gentile.

Primo set, prime battute con le due formazioni che mettono in scena un bel punto a punto, a trovare per prima il mini-break è la squadra di casa, avanti a più due con il muro di Lyubushkina su Pascucci (7-5). Busto trova il ritmo giusto e Havelkova firma il mani out che significa doppiaggio (12-6). Con Bertone al servizio le ospiti ritrovano gioco e accorciano a due le distanze (13-11). Lyubushkina sale in cattedra stampando a terra muro e due attacchi che rilanciano Busto a condurre a più cinque (18-13). Le padrone di casa staccano ancora la spina e Firenze ne approfitta per siglare il break (0-7) che significa parità in campo (20-20). Punto a punto finale con Petrucci che annulla il set ball bianco-rosso e Calloni che firma la doppietta che consegna il set alle bianco-azzurre (24-26).

Secondo set, Busto parte con il dente avvelenato portandosi avanti cinque lunghezze con Havelkova (7-2). Il vecchio vizio degli errori in battuta non è sparito, Havelkova per la terza volta consecutiva spedisce la palla out facendo accorciare le ospiti (11-7). Al rientro in campo dopo lo stop, Firenze prova ad invertire la rotta ma le padrone di casa tengono duro con il muro di Lyubishina su Pascucci (15-11). La Yamamay mantiene alto il ritmo e le toscane si fanno cogliere impreparate scivolando a meno sei sul muro di Diouf (20-14). Nel finale arriva lo sprint delle “farfalle” che si regalano nove set ball con la pipe di Havelkova (24-15).

Terzo set, la Yamamay sembra non volersi più fermare, replicando in avvio lo sprint del precedente set (6-2). Le ospiti con un pizzico di fortuna accorciano le distanze grazie a Pascucci (9-7). Busto mette nuovamente la freccia per il sorpasso con il pallonetto di Lyubushkina (13-9). Le padrone di casa macinano punti firmando il più cinque con il mani out di Havelkova (18-13). Le “farfalle” commettono qualche errore di troppo evocando brutti fantasmi a Parisi che ferma il gioco (21-18). Al rientro in campo ci pensa ancora Lyubushkina a dare la scossa che significa sei set ball a disposizione (24-18). Buona la prima con la numero 1 russa che mette la parola fine al set con il muro su Negrini (25-18).

Quarto set, Firenze parte con il piede giusto trovando il mini break in avvio con Turlea (3-5). Busto reagisce immediatamente trovando il contro-break che riporta la parità in campo (6-6). Replica con le ospiti che scappano nuovamente per poi essere riagguantate (8-8). Nuovo break per le toscane con Turlea che chiude a muro Marcon (10-12). Al rientro in campo le padrone di casa ritrovano il pareggio dando vito ad un bel botta e risposta (15-15). A trovare per prima il break è la Yamamay trascinata dalla coppia Havelkova-Diouf (17-15). Non basta perché arriva l’immediata reazione delle ospiti che invertono la rotta (17-18). Busto torna a giocarsela punto a punto fino all’errore di Diouf che regala il break alle avversarie (20-22). Immediata reazione bianco-rossa, ma non sufficiente perché Turlea mette a terra il pallonetto che regala un set ball alle ospiti (23-24). Firenze subito cinica con Pascucci (23-25).

Quinto set, equilibrio iniziale con le due squadra che si tengono a braccetto con Michel che firma il vantaggio al cambio campo (8-7). Firenze ritrova subito la parità riproponendo il botta e risposta (10-10). Busto nel finale trova il break con l’errore di Negrini che regala tre match ball (14-11). Buona la prima con l’errore di Calloni che mette fini all’incontro (15-11).

Roberto Bojeri

Ultimo aggiornamento Sabato 27 Dicembre 2014 21:40
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...