Contenuto Principale
Coppa Italia : Unendo Yamamay perfetta stacca il pass per la Final Four. PDF Stampa E-mail
Scritto da Roberto   
Giovedì 05 Febbraio 2015 00:09

Tags: Pomì Casalmaggiore | Unendo Yamamay

La squadra di Parisi con una gara perfetta, espugna con un secco 3-0 il PalaPomì e stacca il pass per la Final Four di Rimini in programma il 28 Febbraio e 1 Marzo. Qualificazione in tasca anche per Novara, Modena e Conegliano.

All’alba di una delle settimane più intense per Marcon e compagne, la missione è compiuta, il primo traguardo importante è raggiunto, la truppa bianco-rossa non si fa tradire dal nervosismo per la consapevolezza di dover vincere e lo fa nel modo più semplice possibile. La Yamamay espugna il fortino del PalaPomì, come solo la capolista Novara aveva saputo fare in campionato, mostrando ancora una volta un atteggiamento nuovo oltre alla capacità di fare le spalle grosse quando c’è da soffrire e schiacciare sull’acceleratore appena sia apre un varco. Le ragazze di Paris sfatano il tabù primo set e si prendono tutta la scena non lasciando neanche le briciole alle avversarie. Fondamentale tra le bianco-rosse è la solita Diouf, meno stellare dei 33 del match di andata ma comunque con una grande scorpacciata, 25 punti a segno. Ottima prova anche di Havelkova che ritrova concretezza in attacco chiudendo la gara con 12 punti e 2 ace. Le ragazze di Mazzanti, dopo la battaglia del PalaYamamay, si arrendendo in poco più di ora e trenta di gioco senza opporre troppa resistenza. Per le padrone di casa pesa soprattutto il trend negativo in attacco, iniziato già nel quarto set a Busto,  la sola Ortolani che prova a reggere il peso non basta. Per la Yamamay, rinviata la gara di domenica contro Urbino, c’è ora il tempo per preparare la meglio la fondamentale trasferta di mercoledì valida per l’andata dei play-off a 12 di Champions League contro l’Azeryol Baku.

Entrambi gli allenatori ripropongono i sestetti della gara di andata. Nel primo parziale è un continuo botta e risposta tra le due compagini che si affrontano a suon di break e contro break. Busto tiene sempre alta la concentrazione e trova lo spunto decisivo con uno spettacolare diagonale di Marcon che vale il più quattro che abbatte le padrone di casa. Il finale è tutto di Diouf, che regala tre set ball e poi chiude i conti a muro sul definitivo 22-25. La seconda frazione sembra una fotocopia della precedente con le due squadre aggrappate al set, che non concedono spazi per la fuga. I parziali si ripetono esattamente con costanza, Busto passa il traguardo dello stop avanti due lunghezze poi subisce il ritorno di Casalmaggiore alla ripresa, per allungare con decisione nel finale. La premiata ditta Havelkova-Diouf trascina le compagne sul 2-0 chiudendo i giochi sul punteggio si 23-25. Nella terza frazione, come nel tie-break della gara di andata è Diouf a prendersi la scena con 13 fanno la differenza regalando parziale e partita alla Yamamay. Con Gennari in campo al posto di Bianchini, arriva la reazione tanto attea delle padrone di casa. Le ragazze di Mazzanti tengono fino al 18-16 quando Diouf (13 punti nel parziale) sale definitivamente in cattedra firmando il pareggio che da via al punto a punto finale. Ad avere la meglio sono le “farfalle”, che riproponendo il duetto Havelkova-Diouf mettono la parola fine alla gara, volando alla Final Four di Rimini.

La Cronaca :

Pomì Casalmaggiore : 1 Ortolani, 3 Skorupa, 4 Bianchini, 8 Gibbermeyer, 15 Stevanovic, 16 Tirozzi, 5 Sirressi (L). All. Davide Mazzanti. Secondo allenatore : Giorgio Bolzoni

Unendo Yamamay Busto Arsizio : 1 Lyubushkina, 5 Michel, 7 Marcon, 8 Perry, 13 Diouf, 14 Wolosz, 16 Havelkova, 6 Leonardi (L). All. Carlo Parisi. Secondo allenatore : Marco Musso

Primo set, nelle prime battute Casalmaggiore trova subito il break con Bianchini al servizio (2-0). Busto risponde subito presente e pareggia con la fast di Lyubushkina (2-2). Le padrone di casa però trovano ancora il contro-break con Gibbermeyer che firma il più due (6-4). Busto alza il ritmo trovando parità e primo vantaggio grazie al muro di Diouf (7-8). E’ sempre l’azzurra numero 13 a mettere a terra la palla che fa suonare la campanella dello stop tecnico (10-12). Al rientro in campo il muro di Gibbermeyer su Diouf regala il pareggio alle padrone di casa (12-12). Marcon lancia ancora il break bianco-rosso mettendo a terra il diagonale che vale il più quattro (17-21). Nel finale fa tutto Diouf regalando prima tre set ball con una palla da cecchino all’incrocio delle righe e chiudendo poi i conti a muro sul definitivo 22-25.

Secondo set, inizio fotocopia rispetto al parziale precedente con Busto per prima a trovare il mini-break con la “doppietta” a muro di Pisani, ripresa subito da Stevanovic (2-2). Busto alza il ritmo con Havelkova che firma in pipe il più due che costringe Mazzanti a fermare il gioco (4-6). Al rientro in campo arriva la reazione delle padrone di casa che trovano parità e vantaggio grazie alla coppia Stevanovic – Ortolani (7-6). Busto non ci sta e risponde con Diouf che sigla una doppietta che vale il vantaggio allo stop (10-12). Alla ripresa la Yamamay subisce il ritorno della Pomì che si porta avanti grazie al doppio muro di Stevanovic (13-12). Altro botta e risposta con Havelkova che rilancia Busto e padrone di casa che rispondono costringendo Parisi allo stop (20-18). Alla ripresa la Yamamay trova lo spunto decisivo con Diouf che accelera e Havelkova capitalizza regalando il set ball (23-24). Buona la prima con la stessa numero 16 che mette fine al parziale (23-25).

Terzo set, Mazzanti prova a giocarsi la carta Gennari al posto di Bianchini. Nelle prime battute arriva la reazione tanto attesa della Pomì, che sigla il più due con Ortolani (3-1). Busto vuole chiude al più presto, alza il ritmo e ristabilisce la parità (10-10). Alla ripresa Casalmaggiore prova la fuga grazie al muro di Skorupa su Havelkova (14-11). Le “farfalle” volano sulle ali di Diouf e si riportano ad una sola lunghezza (17-16). E’ ancora l’azzurrina Diouf a trascinare la compagne alla parità, con Mazzanti costretto a fermare il gioco (18-18). Parisi si gioca la carta Perry al posto di Marcon. Errori su errori con Gennari che sbatte sull’asticella concedendo il possibile break decisivo, ma Perry spreca tutto spedendo in rete (22-22). Nella bagarre finale è Busto a prendersi la scena con Havelkova che regala due match ball. Chiude definitivamente la gara l’inarrestabile Valentina Diouf (23-25).

Roberto Bojeri

 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...