Contenuto Principale
La Unendo Yamamay continua la striscia positiva battendo per 3-2 Casalmaggiore. PDF Stampa E-mail
Scritto da Roberto   
Domenica 15 Febbraio 2015 01:42

Tags: Pomì Casalmaggiore | Unendo Yamamay

IMG 8653 Medium

Nessun passo falso per il team di coach Parisi nel'anticipo della 6a giornata di ritorno. Di nuovo tra le mura amiche, davanti ad oltre 3000 spettatori, la riedizione della gara di Coppa Italia contro Casalmaggiore regala un altro successo, la musica non cambia è ancora una battaglia da oltre due ore, ma il risultato è lo stesso Macon e compagne continuano la striscia positiva vincendo per 3-2.

La squadra di Parisi, dopo l’ottima vittoria in trasferta a Baku in Champions League, si presenta al terzo appuntamento in 15 giorni con la Pomì, nel suo memento di forma migliore, ma con pochissimo recupero e ancora qualche tossina da smaltire. La gara, come in Coppia Italia, non è delle migliori per “riposare”, servono oltre due ore di gioco per piegare la squadra di Mazzanti, che fa di tutto per vendere cara la pelle. Busto gioca ad alti e bassi, bellissimo primo set poi crollo nel secondo, reazione fantastica nel terzo altro crollo inspiegato nel quarto e poi sprint finale nel tie-break. La squadra di casa dimostra ancora una volta di aver imparato a soffrire e tirar sempre fuori le unghie per graffiare la “preda” al momento opportuno. La Yamamay deve correre ai ripari quando Wolosz si accorge che Diouf non è in serata di grazia, ma la soluzione la trova proprio di fianco a sé, Giulia Pisani, la centrale toscana risponde con una prestazione da incorniciare (16 punti con 79%). Le si chiede grinta e carattere e lei risponde presente perché questo e quello che sa fare meglio e lo fa soprattutto nei momenti decisivi, poi ci aggiunge uno score da attaccante vero, che fa di lei l’indiscussa MVP di serata. La squadra di Mazzanti non perde il vizio dei troppi errori in attacco, che spesso fanno vacillare Skorupa sulla soluzione da scegliere e paga l’assenza dal finale di quarto set di Sirressi messa ko dall’influenza. La sola Ortolani prova a reggere il peso della fase offensiva attaccando ben 45 palloni, che passano tra le sue mani. Buona gara anche di Gennari che fa tutto bene, però pecca su qualche palla di troppo in attacco nei momenti decisivi facendo perdere fiducia al team. Marcon e compagne non possono rilassarsi perché mercoledì si torna in campo per la gara di ritorno di Champions League contro Azeryol Baku.

Mazzanti rispetto al match di coppa cambia la banda schierando Gennari al posto di Bianchini, con qualche fastidio alla spalla. Parisi non cambia nulla riproponendo il sestetto “classico”. Nel primo parziale dopo un iniziale fase di studio si infuoca il match. SI gioca un’ottima pallavolo con le due squadre entrambe determinate a lottare fino all’ultimo pallone. Al rientro in campo dopo lo stop arriva la svolta con Busto che cambia marcia trascinata da Diouf. Mazzanti prova a cambiare le carte con Bianchini e Agrifoglio in campo per Ortolani e Skorupa. La musica non cambia il gap è profondo e Busto non si fa sorprendere chiudendo i conti con la doppietta di Miss Murone Pisani, che mostra di meritarsi il titolo. Continua la crisi per la Pomì in attacco con un preoccupante 28% di squadra. La seconda frazione vede subito le ospiti reagire centrando il break in avvio. Le rosa-azzurre si prendono le redini del set e gestiscono con intelligenza. Busto rimane a galla fino allo stop tecnico quando arriva il crollo con Pomì che mette l’ipoteca sul set. Nel finale nonostante una timida reazione, l’ex Ortolani firma la sentenza e Diouf spedisce out al servizio condannando le bianco-rosse. Nel terzo parziale le ragazze di Mazzanti provano a mantenere salde le redini, sfruttando anche i tanti errori delle padrone di casa. Ortolani si prende la scena andando a segno a ripetizione e Gennari fa miracoli in difesa. Quando sembra tutto fatto ecco che Busto alza il ritmo e sigla il 4-0 che vale parità e vantaggio. Dal nuovo botta e risposta ne esce avanti Pomì, che sfrutta le disattenzioni per scappare. Le ultime battute risvegliano un set proco emozionante, Busto fallisce la prima occasione ghiotta per chiudere, ma non sbaglia la seconda con il muro di Wolosz. Parisi lascia a riposo Diouf e parte con Perry. Casalmaggiore trova subito il break e si mette a condurre. Le ospiti non ha fatto i conti con l’oste, che ancora una volta ritrova linfa vitale e ribalta tutto. L’ultima parola si scrive quando la Yamamay si suicida da sola lanciando le ospiti verso il tie-break. La capitana rosa-azzurra fa il suo dovere regalando la palla set che Ortolani non sbaglia. Il tiebreak non cambia il lite-motive della gara ennesimo punto e punto. La svolta arriva al giro di boa quando Pisani sale in cattedra e Lyubushkina firma il break che lancia Buasto. Casalmaggiore perde fiducia ed è proprio la Russa che mette la parola fine alla gara.

La Cronaca :

Unendo Yamamay Busto Arsizio : 1 Lyubushkina, 7 Marcon, 13 Diouf, 14 Wolosz, 16 Havelkova, 17 Pisani, 6 Leonardi (L). All. Carlo Parisi. Secondo allenatore : Marco Musso

Pomì Casalmaggiore : 1 Ortolani, 3 Skorupa, 6 Gennari, 8 Gibbermeyer, 15 Stevanovic, 16 Tirozzi, 5 Sirressi (L). All. Davide Mazzanti. Secondo allenatore : Giorgio Bolzoni

Primo set, inizio equilibrato, le ospiti sono pronte a scappare sull’errore in attacco di Havelkova (2-4). Busto risponde con il contro-break, che vale il vantaggio (5-4). Tirozzi ristabilisce la parità e da via al punto a punto ,ma è la Yamamay a volare sulle “ali” di Diouf (9-6). Pomì non ci sta e risponde ancora con Ortolani che riporta in parità (9-9). Il turno di servizio di Gennari manda in crisi la retroguardia bianco-rossa e lancia il break (10-12). Alla ripresa nuova parità e via al faccia a faccia risolto momentaneamente in favore di Busto dalla solita Diouf che fa tripletta (18-14). Wolosz dopo il pasticcio con Lyubushkina si rifà vincendo il contrasto a rete che vale il più tre (20-17). Mazzanti prova a cambiare le carte ma Busto è troppa lanciata e non si ferma, prendendosi cinque set ball con Pisani (24-19). Buona la prima con la numero 17 che chiude la saracinesca su Ortolani (25-19).

Secondo set, Casalmaggiore reagisce trovando il break con il muro di Stevanovic su Marcon, che vale il più quattro (1-5). Al rientro dopo il time-out di Parisi, Busto reagisce accorciando a meno uno sull’errore di Gennari (6-7). Pomì prova a riprendere il largo, ma le padrone di casa rimangono in scia guidate da Marcon (9-10). Al rientro dopo la pausa sono le ospiti ad accelerare, con Stevanovic che sigla il più quattro (11-15). Parisi cambia tutto inserendo Camera e Perry al posto di Wolosz e Diouf, ma Pomì continua a martellare volando via a più cinque sull’errore di Havelkova (13-18). Serve a poco il time-out di Parisi perché i giochi sono compromessi, Ortolani regala sei set ball (18-24). Buona la terza con Diouf che spedisce out al servizio (20-25).

Terzo set, Casalmaggiore sull’onda dell’entusiasmo prova a tenere il ritmo con l’aiuto di Busto, sprecona al servizio (3-5). La Yamamay non ci sta e trova la parità con Havelkova , che da via al botta e risposta (6-6). Busto dopo aver subito il break alza il ritmo e ribalta la situazione con il 4-0 che vale il vantaggio (12-11). Nuovo punto a punto con Pomì che sfrutta gli errori in attacco di Busto per scappare a due lunghezze (17-20). Il finale è ancora tutto da giocare con le “farfalle” che risorgono portandosi in parità sull’errore di Stevanovic (22-22). Ortolani spedisce out in pipe regalando un occasione ghiotta alla Yamamay (24-23). Diouf spreca, ma l’attacco out di Gennari regala la seconda chance (25-24). Le “farfalle” non falliscono e chiudono i conti con Wolosz (26-24).

Quarto set, Perry confermata in campo al posto di Diouf. Pomì trova il mini-break con Ortolani (3-5). Le ospiti mantengono il ritmo con Skorupa che di seconda sigla il più tre (5-8). Busto rimane a ridosso, ma le ospiti mantengono la distanza di sicurezza con Stevanovic (11-17). Busto cresce e iniziare la suonare la sua musica siglando pareggio e vantaggio con il doppio muro fotocopia di Pisani su Gennari (15-14). Le ospiti sono costrette a rincorrere con Tirozzi che tiene a galla le compagne siglando il pareggio (18-18). Mazzanti è costretto a rinunciare a Sirressi colpita da un malore, ma la squadra torna a viaggiare, il muro di Stevanovic vale il più due (18-20). Tirozzi continua a martellare con Busto irriconoscibile (18-22). E proprio la capitana trova il varco giusto per regalare due set ball (22-24). Buona la prima, Ortolani che chiude i conti con Perry attonita a guardare (22-25).

Quinto set, la squadra di Mazzanti sfrutta il momento positivo e scappa a più due sull’ennesimo muro subito da Perry (1-3). Agrifoglio (al posto di Sirressi) riceve male e Skorupa regala il pareggio (4-4). Si gioca sul filo del rasoio, il muro di Pisani sulla pipe di Ortolani vale il vantaggio al giro di boa (8-7). Ancora punto a punto che non si smuove, Pisani prova a lanciare le padrone di casa (10-9). Busto trova lo spunto sul turno di servizio di Pisani con Tirozzi che spedisce out e poi Lyubushkina firma il più tre (13-10). Le ospiti provano a rialzarsi ma Lyubushkina mette a terra la palla che regala due match ball (14-12). Marcon fallisce la prima, ma alla seconda sempre la numero 1 Russa non sbaglia la fast (15-13).

Roberto Bojeri

Ultimo aggiornamento Domenica 15 Febbraio 2015 23:56
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...