Contenuto Principale
Enti Sportivi


Francesco Bruzzone sulla Proposta di legge sulla caccia e sul Calendario venatorio 2012-2013 PDF Stampa E-mail
Scritto da Massimo Tagliabue   
Giovedì 02 Agosto 2012 13:41

Venerdì, 3 agosto 2012,  alle ore 11, 45 presso la sala R 5  al primo piano del Consiglio regionale, via Fieschi 15, a Genova, il consigliere Francesco Bruzzone illustrerà i provvedimenti in materia di caccia che saranno oggetto di discussione nelle sedute consiliari di lunedì 6 e martedì 7 agosto.
Bruzzone evidenzierà le novità introdotte dalla Proposta di legge 220, della quale è primo firmatario:“Modifiche alla legge regionale 1 luglio 1994, numero 29 (Norme per la protezione  della fauna omeoterma e per il prelievo venatorio)”

Nella conferenza stampa verrà illustrato anche Il Provvedimento amministrativo 83, calendario venatorio, con le modifiche apportate in commissione e quelle che il consigliere intende proporre in Consiglio regionale.

 
Il Convegno sulla Valutazione del Rischio apre la seconda edizione di PROTEC PDF Stampa E-mail
Scritto da Massimo Tagliabue   
Venerdì 27 Luglio 2012 20:58

Giovedì 29 novembre inaugura al Lingotto Fiere di Torino la seconda edizione di PROTEC, il Salone dedicato alle tecnologie e ai servizi per la protezione civile e ambientale, organizzato da GL events Italia-Lingotto Fiere con il sostegno della Regione Piemonte.

 
Olimpiadi: Gli Azzurri in gara il 28 luglio PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 27 Luglio 2012 15:34

londra 2012

Orario di Londra, in Italia 1 ora in più

Ultimo aggiornamento Venerdì 27 Luglio 2012 18:14
 
PERCORSI SONORI: DANZA CONTEMPORANEA CON IL BALLETTO DI LIGURIA - 31 LUGLIO PDF Stampa E-mail
Scritto da Massimo Tagliabue   
Venerdì 27 Luglio 2012 12:01

BALLETTO DI LIGURIA la sagra della primavera

Martedì 31 Luglio - ore 21,30
Chiostri di Santa Caterina - Finalborgo
“La Sagra della Primavera” - Spettacolo di danza contemporanea
Anche quest’anno “Percorsi Sonori”, la stagione musicale della città di Finale ligure, riserva uno spazio particolare alla danza contemporanea con tre spettacoli in cartellone. Il secondo appuntamento è quello di martedì 31 luglio alle ore 21,30 presso i Chiostri di Santa Caterina a Finalborgo, con il “Balletto di Liguria” guidato dal coreografo Carlo Torre e composto da Maura Nascioli, Erika Guglieri, Daiga Bondare, Alessio Cattaneo, Lorenzo Morrone, Davide Venier. Si tratta della seconda esibizione a Finale Ligure del corpo di ballo genovese che l’anno scorso aveva interpretato i Carmina Burana di Carl Orff e che quest’anno sarà impegnato in un’altra pagina capitale della musica e della danza del Novecento: la Sagra della primavera di Igor Strawinskij.
Il balletto mette in scena un rituale pagano dove una fanciulla veniva scelta per ballare fino alla morte, lo scopo era quello di ingraziarsi gli dei. Si tratta di uno spettacolo di forte energia ed impatto, in quanto il rituale vuole rappresentare in modo del tutto allegorico l’anima di ogni uomo che in base alla sua necessità si trasforma diventando buono o cattivo.  Il tutto si svolge con passi concentrici dove la tecnica si unisce all’espressione. La musica di Stravinskij, con il suo ritmo incalzante ed ossessivo si adatta perfettamente ai turbamenti più profondi e nascosti dell’essere umano.  Anche se la prima volta che fu eseguita a Parigi il 29 maggio 1913 con i famosi Balletti Russi di Sergej Diaghilev sollevò un grande scandalo per la sua modernità, la ritmica ossessiva e sconvolgente e le sonorità innovative (si trattò di uno dei più clamorosi “fiaschi” della storia della musica) subito dopo, ed oggi a maggior ragione,  la Sagra della primavera è considerata una delle pagine più alte del Novecento e uno dei più grandi capolavori musicali di sempre.
Ingresso: intero euro 12, ridotto 10, Ufficio Cultura e Turismo Comune di Finale Ligure, via Ghiglieri 1 - Finalmarina - Tel. 019/6816004 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Venerdì 27 Luglio 2012 12:05
 
Della Bianca (Riformisti Italiani): ILVA PDF Stampa E-mail
Scritto da Massimo Tagliabue   
Venerdì 27 Luglio 2012 11:21

Dopo il provvedimento di sequestro, senza facoltà d'uso, dell'intera area a caldo dello stabilimento siderurgico Ilva di Taranto, la situazione diventa ancor più allarmante per lo stabilimento genovese e per i suoi dipendenti.
“A seguito del sequestro dell'industria di Taranto per disastro all'ambiente, i lavoratori temono di rimanere senza un lavoro - dice Della Bianca -. Purtroppo anche per Genova inevitabilmente si apre uno scenario davvero preoccupante. E’ necessario intervenire al più presto.  Oggi, oltre 200 lavoratori dell'Ilva di Cornigliano sono usciti dai cancelli per protestare contro la decisione dei giudici di sequestrare le aree della società a Taranto. La preoccupazione dei dipendenti genovesi è molto forte, perché le lavorazioni svolte a Genova dipendono in gran parte da manufatti provenienti dalla Puglia. Il segretario della Fiom ha detto senza mezzi termini, che tra cinque giorni non avranno più materiale per lavorare. Lo scenario che si apre sull’Ilva del Ponente genovese è quindi sempre più preoccupante”.
Intanto la protesta dei lavoratori andrà avanti ad oltranza, in attesa di avere delle risposte da parte del Presidente del Consiglio Monti.

“Il nostro territorio è sempre più fragile dal punto di vista industriale - spiega Della Bianca -. Realtà importantissime come Finmeccanca, Ansaldo, Centrale del Latte e Ilva rischiano il collasso e noi non possiamo restare a guardare. Il Presidente Burlando è chiaramente preoccupato, proprio per questo motivo mi appello a lui, affinché si attivi in modo deciso per salvaguardare queste realtà  e di conseguenza i posti di lavoro. Chiedo inoltre, in che modo intenda coinvolgere su tale delicata questione il consiglio regionale”.

Il consigliere dei Riformisti Italiani aveva presentato pochi mesi fa un’interrogazione,  per sapere dalla Giunta con quali modalità pensava di intervenire sulla questione, e se intendeva verificare lo stato di attuazione del piano industriale relativo alle bonifiche delle aree di Cornigliano da parte del Gruppo Riva.

“Ricordai, - continua Della Bianca - che l’occupazione risultava di gran lunga inferiore alle 3000 unità che il piano di bonifica del 2005 prevedeva in cambio della consegna delle aree di Cornigliano a Riva. Ad oggi, si parla di sole 1100 unità, più 600 persone con contratti di solidarietà. E’ fondamentale in questo momento storico, tutelare l’occupazione e migliorare la condizione degli occupati. Con la stipula dei contratti di solidarietà si è cercato di salvaguardare i lavoratori in termini salariali e di diritti normativi, ma dal momento che le cose, dopo i fatti di Taranto, rischiano di prendere una brutta piega, è assolutamente necessario correre ai ripari”.

 
<< Inizio < Prec. 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 Succ. > Fine >>

Pagina 163 di 170

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...