Contenuto Principale
Enti Sportivi


OASIS 199 e' in edicola PDF Stampa E-mail
Scritto da Massimo Tagliabue   
Venerdì 13 Luglio 2012 00:26


E' in edicola il 199

In questo numero:


 

Le immagini piu’ belle del National Wildlife
Le immagini più belle del concorso promosso dalla più importante organizzazione ambientalista americana, selezionate tre le oltre 27.000 fotografie arrivate da tutto il mondo.



In un futuro non troppo lontano, pioggia e neve potrebbero scendere a comando, anche nelle regioni più aride del pianeta. E in Cina è già nato un “Ufficio per la manipolazione del tempo”.

di Andrea Giuliacci

La danza degli aironi
A febbraio, un’eccezionale ondata di freddo ha ghiacciato le valli del Delta del Po, minacciando la vita degli uccelli acquatici. Per salvarli, è nata l’idea di creare una mangiatoia per gli aironi.

di Milko Marchetti

Bracconieri sullo Stretto
Controlli, appostamenti notturni, telecamere nascoste. Sono le nuove tecniche d’intelligence adottate dalla Forestale e dalla LIPU per stroncare il bracconaggio in Italia.

di Fulvio Mamone Capria

Namibia, la vita senza l’acqua
Forse nessun altro luogo al mondo, come il deserto namibiano, ricorda così da vicino l’inferno dantesco. Eppure l’assenza di fiumi e di laghi non ha impedito il fiorire della vita.

Luigi Alfieri - Sergio Pitamitz

Un anno con i Pigmei
L’avventura di un antropologo nelle foreste più remote del bacino del Congo, alla ricerca delle ultime popolazioni di pigmei Baka, in fuga dalla deforestazione e dall’invasione dei coloni.

di Luis Devin

Abisko, viaggio nella terra delle aurore
Tra foreste, cascate e ghiacciai, un viaggio nel selvaggio Parco Nazionale di Abisko, nella Lapponia svedese. A osservare lo spettacolo delle aurore dal­l’Osservatorio Aurora Sky Station.

di Marcello Libra - Desireé Astrom

Biodiversità, l’Italia dei record
Montagne, foreste, paludi, isole, vulcani. Oltre 57.000 specie animali e 12.000 di flora. Sono i numeri che fanno dell’Italia il paese più ricco di biodiversità dell’intera Europa.

di Fabio Stoch - Alessandro Minel

Oasis, Disegna La Natura
Le prestigiose sale del castello di Grinzane Cavour, nelle Langhe piemontesi, hanno ospitato lo scorso 12 maggio la cerimonia di premiazione del concorso di disegno naturalistico “Oasis disegna la natura”, promosso dalla rivista Oasis e dall’AITN.


I viaggi di Oasis:


Cayo Levisa, tesoro naturale

Authentic Africa



Fotografia Naturalistica
La rubrica di fotografia.

Il sasso nello stagno: Fotografare i nidi
Tecnica: Si va in montagna!
Fotografia subacquea: Le nuove custodie
DigiscopingUno strano capriolo

 

Sostieni la cultura ambientale
 Abbonati ad Oasis
1 anno solo a 24 euro

 
20° GIIR DI MONT SKYMARATHON PDF Stampa E-mail
Scritto da Massimo Tagliabue   
Mercoledì 11 Luglio 2012 13:48

La storia dello skyrunning italiano passa giocoforza per Premana, una piccola comunità di poco più di duemila anime, arroccata sulle montagne lecchesi.
È lì che nel 1961 tra un gruppo di appassionati premanesi è scoccata la scintilla che ha dato vita al Giir di Mont, che quest’anno è pronto a spegnere la ventesima candelina.
Ieri sera l’AS Premana ha presentato alla stampa e agli sportivi questa nuova edizione della skymarathon in  programma il 29 luglio, un evento che per il 2012 è foriero di novità. Il Giir di Mont è in costante crescita, una crescita incredibile, rimarcata anche dal segretario generale della Federazione Italiana Skyrunning, Dario Busi: ”Quando ho partecipato quattro anni fa alla prima conferenza stampa mi ero detto qui abbiamo raggiunto il massimo, ma anno dopo anno a Premana mi hanno stupito. Non si fermano mai. A differenza di altri eventi che, raggiunto il top, si sono rilassati, a Premana ogni anno c’è qualche cosa di nuovo ed importante”. Busi si riferiva evidentemente alla diretta di Rai Sport, un’ora e mezza domenica 29, dalle 11 alle 12.30.
Gli interventi della serata sono stati brevi e concisi, il sindaco di Premana Silvano Bertoldini, tra il resto ex presidente della società organizzatrice, ha ribadito il coinvolgimento di tutta Premana in questo che è l’evento clou dell’estate, sottolineando come la vetrina mediatica del Giir di Mont faccia conoscere nel mondo le potenzialità del paese lecchese. In quanto a supporto non è seconda la Provincia di Lecco, fatto questo ribadito da Carlo Malugani, Presidente del Consiglio della Provincia di Lecco, un supporto non soltanto economico. Ramona Fazzini, presidente della Pro Loco, ha colto il lato promozionale di questo evento, anche se l’associazione che rappresenta è impegnata a 360° sull’organizzazione della manifestazione.
Le parole di Maurizio Codega, presidente dell’AS Premana, sono state tutte di ringraziamento per i tantissimi volontari che partecipano all’organizzazione, ma i dettagli tecnici del Giir di Mont sono stati sviscerati da Filippo Fazzini e da Giovanni Gianola, responsabili della direzione gara.
Innanzitutto è stato rimarcato quanto quest’anno l’evento, prova della Skyrunner® World Series, abbia registrato un’escalation sulle adesioni. Solitamente è l’ultima settimana a sollecitare le iscrizioni, ma ad oggi sono più di 300, addirittura il 150% in più rispetto allo scorso anno, e soprattutto sono rappresentate ben 20 nazioni, sintomo dell’interesse che tutto il mondo dello skyrunning rivolge al Giir di Mont.
Ci saranno tutti i migliori atleti in assoluto a livello mondiale, ad esclusione di Kilian Jornet Burgada, il vincitore delle quattro ultime edizioni del Giir di Mont, impegnato negli Stati Uniti. “Per questo - ha detto Fazzini - i pronostici non sono più ingessati e la gara sarà ancora più frizzante”.
Il percorso è stato leggermente rivisto per aggirare un punto franoso, mentre la partenza, per esigenze televisive, subirà una piccola variazione. La lunghezza del Giir di Mont si avvicina ai 33 km, il dislivello rimane a 2400 metri, quota sempre notevole, anche se nei trecento metri di variante introdotta per evitare la frana c’è uno strappo in salita di cento metri che potrebbe fare la differenza.
Per il 20° Giir di Mont quest’anno il montepremi del podio maschile eguaglia quello femminile, e in palio c’è il Trofeo Banca della Valsassina - Battista Todeschini alla memoria, per ricordare il vincitore della primissima edizione. Confermata anche la Mini SkyRace di 20 km col 5° Trofeo Pro Loco Premana.
Il coinvolgimento di Premana è proprio totale, “collabora” anche il parroco che per l’occasione ha cambiato l’orario delle messe, mentre è sempre tantissima la gente lungo il tracciato e soprattutto in prossimità dei 12 alpeggi che il Giir di Mont collega virtualmente, e in particolare sulla Bocchetta Larec dove ci sarà la solita festosa coreografia.
Da seguire con attenzione i vari specialisti in gara, come il vincitore della “Coppa” 2011 Hernando Alzaga, il rumeno Zinca, il giapponese Matsumoto, il russo Mamleev, il francese Rabat, gli spagnoli Hernandez, Caballero e Castanier e fra gli azzurri, oltre a Stefano Butti presente ieri in sala a dire la sua sulla soddisfazione del 3° posto al Giir di Mont 2011, anche Golinelli, Larger, Dapit e Brunod, ma la lista si sta aggiornando di ora in ora. Gara particolarmente vivace anche tra le donne. Annunciate la vincitrice della scorsa edizione Mireia Mirò, la detentrice della “Coppa” Kortazar Aranzeta, la leader della World Series 2012 Nuria Picas e “Manu” Brizio.
Nel frattempo il tracciato del Giir di Mont è stato segnalato permanentemente come percorso di trekking, per permettere a tutti gli appassionati di ammirare i suggestivi scorci del territorio premanese. Info: www.aspremana.it

 
CENSIMENTO DEL CEMENTO PDF Stampa E-mail
Scritto da Massimo Tagliabue   
Mercoledì 11 Luglio 2012 10:32

Il 'Censimento del cemento', campagna del Forum italiano 'Salviamo il paesaggio, difendiamo i territori', è stato accolto favorevolmente da numerosi consiglieri comunali genovesi (in particolare esponenti di Pd, M5S, Fds, Sel, Lista Doria) membri della commissione consiliare Territorio, che si è riunita lo scorso 9 luglio per l'audizione di una delegazione del coordinamento genovese del Forum.
La delegazione genovese ha illustrato la genesi del Forum nazionale, i suoi obiettivi e soprattutto le finalità della campagna, che il Forum sta diffondendo capillarmente, attraverso i suoi coordinamenti locali, fra tutti i Comuni italiani, grandi e piccoli: "Salviamo il Paesaggio" sollecita i Sindaci italiani a utilizzare il 'Censimento del cemento' per censire il costruito e favorirne un reale utilizzo (oggi molti immobili sono vuoti), evitando così nuovo consumo di suolo. Un'esortazione che è stata fatta ovviamente anche al neosindaco di Genova Marco Doria.
Al termine dell'audizione, consiglieri di diverse forze politiche hanno assicurato che presenteranno in consiglio una mozione che impegni Sindaco e Giunta ad aderire al 'Censimento'.
Il 'Censimento' ha lo scopo di mettere in luce con assoluta esattezza la realtà delle strutture edilizie già presenti nel territorio di ciascun municipio e, in particolare, il numero di quelle sfitte, vuote, non utilizzate (ed eventualmente la superficie), le superfici edificabili residue del vigente piano urbanistico e quelle previste da eventuali piani adottati. Questo elemento è ritenuto di estrema importanza per monitorare lo stato attuale dell'offerta edilizia e ragionare - senza pregiudizi e con precisi dati di ausilio - sul fenomeno del consumo di suolo e su tutte le necessarie pianificazioni conseguenti.
Inoltre il 'Censimento' non comporta nessuno spreco di risorse umane e finanziarie: in un Comune correttamente amministrato i dati necessari a realizzare il 'Censimento' dovrebbero essere già in possesso degli uffici.
La scheda del 'Censimento' predisposta da Salviamo il Paesaggio e inoltrata a tutti i comuni italiani affinché la compilino (nel caso aderiscano alla campagna) è stata ideata allo scopo di offrire un metodo di lavoro che possa guidare ogni nuova futura pianificazione dello strumento urbanistico comunale e favorire una discussione basata su informazioni certe e aperta ai contributi di tutti i cittadini.
Il coordinamento genovese di 'Salviamo il Paesaggio' auspica che Genova e i consiglieri comunali siano davvero interessati a governare il territorio secondo reali criteri di riduzione del consumo di suolo e di apertura verso chi lo abita, e votino al più presto, all'unanimità, la mozione proposta dal Forum: aderendo al 'Censimento', Genova si aggiungerebbe ad altri Comuni italiani che hanno già intrapreso questa strada virtuosa, mostrando così di comprendere che non consumare più suolo e recuperare l'esistente porta vantaggi a tutti, cittadini, amministrazioni, imprese.
Il comitato genovese del Forum Nazionale Salviamo il Paesaggio ha presentato lo scorso 27 febbraio la campagna 'Salviamo il paesaggio, difendiamo i territori', che coinvolgendo circa 700 associazioni (tra cui le principali realtà italiane operanti nel campo della salvaguardia del territorio, dell'ambiente, del paesaggio, dei suoli agricoli) e 11.000 cittadini, sollecita un impegno a tutela del paesaggio come bene comune minacciato in molte aree del Paese da una gestione miope del territorio che non mette un freno all'espansione edilizia incontrollata.

 
Esce il primo ebook di Informant PDF Stampa E-mail
Scritto da Massimo Tagliabue   
Lunedì 09 Luglio 2012 13:45

Esce il primo ebook di Informant!
Siamo lieti di presentarti La donna che morse il cane. Storie di croniste minacciate di Gerardo Adinolfi una long-form story al femminile di 30 pagine su casi di violenze nei confronti di chi l'informazione la fa davvero.


Tre croniste: Rosaria, Marilena e Marilù. Madri, mogli, figlie, fidanzate. Donne che hanno la sola colpa di aver raccontato con lucidità i fatti della loro terra e delle sue contraddizioni.

Storie vere e attuali che ci ricordano quali rischi e difficoltà devono affrontare i giornalisti italiani per riferire le notizie più importanti: quelle che nascono in periferia, lontano dalle redazioni dei grandi giornali, e riguardano fatti di mafia, corruzione, malaffare, uso distorto dei soldi pubblici come ci ricorda l'incisiva prefazione Alberto Spampinato, direttore dell'associazione Ossigeno per L'informazione, osservatorio che monitora i casi di minacce e violenze verso i giornalisti.

Dati, quelli dell'osservatorio, che sono stati rielaborati in grafici interattivi su una pagina web composta da un'analisi in 4 macro-aree e che rappresentano una risorsa di data journalism raggiungibile dall'ebook.
L'ebook è disponibile in formato epub e mobi nei migliori store nazionali e internazionali a 2,99 euro (Ibookstore, Kindle Store, Ultima Books, Bookrepublic e molti altri).
Buona Lettura!

 
NOTTE BIANCA DEL CALCIO: CHE SUCCESSO! PDF Stampa E-mail
Scritto da Massimo Tagliabue   
Sabato 07 Luglio 2012 20:28

Dodici ore di calcio giocato ininrettottamente.

60 squadre partecipanti, oltre 1000 persone sui campi di Serra Riccò, 143 partite giocate consecutivamente nel cuore della notte fino al sorgere del sole.

Sono questi i numeri del Torneo Calcistico Notte dei Record- Tutto in Una Notte, giunto alla sua settima edizione.
Il Torneo è stato organizzato dall'ASsociazione Sportiva Calcio Liguria-Csen, presieduta da Sandro Scarrone,  in collaborazione con la Aiacam e con il GS Serra Riccò.

E' stato un successo straordinario, una festa di colori ed entusiasmo alle stelle, a cui hanno partecipato persone di ogni età.

L'aspetto calcistico (pur importante) è stato messo in secondo piano dal folklore: barbecure, accampamenti, partite a carte nel cuore della notte, grigliate e molto altro ancora.

Il Torneo Tutto in Una Notte è un avento unico nel suo genere: l'aspetto gogliardico e la voglia di stare assieme sono predominanti rispetto al calcio giocato (nonostante negli anni il livello si siua elevato notevolmente e in campo si siano visti anche professionisti.

il Torneo Tutto in una Notte è un happening a cui nessuno vuole rinunciare: ogni anno migliaia di ragazzi e ragazze si coinvolgono in squadre per partecipare a qella che è stata ribattezzata laNotte Bianca del Calcio.

Più che una Notte Bianca si tratta di una notte... in bianco per molti: le partite sono iniziate alle 8 di sera, per concludersi con la finalissima giocata alle 8 del mattino , con il sole ormai alto.

Dodici ore di calcio ininterrotto nelle quali si è visto di tutto.

Il Torneo è stato vinto dalla squadra Via Mogadiscio, che dopo aver giocato ben 8 partite nel cuore della notte ha trionfato battendo in finale la Virtus Sestri (1-0).

VIA_MOGADISCIO
LA SQUADRA VINCITRICE: VIA MOGADISCIO


Gli spunti di interese non sono mancati, visto che è stata premiata anche la squadra con la divisa più originale:

A vincere questo prestigioso premio è stata la squadra dei Pigiamini del Torchio, scesa in campo con un elegante pigiama di raso bluette e numeri fucsia e addirittura con il cuscino.

I_PIGIAMINI
LA DIVISA PIU ORIGINALE PER LA SQUADRA DEI PIGIAMINI DEL TORCHIO

Le divise originali sono state molte: in campo si sono viste squadre con gillet e papillon da cameriere, vestiti da puffi, squadre con Kilt scozzese al posto dei calzoncini tradizionali.


I_PESCIAROLI
lLA SQUADRA DE PESCIAROLI HA GIOCATO CON IL TRADIZIONALE KILT SCOZZESE

Birra vino,panini e grigliate hanno accompagnato la nottata, in quello che è un evento davvero originale, a metà tra torneo di calcio e sagra paesana.

GILLET_E_PAPILLON
IN CAMPO CON GILLET E PAPILLON PER LA NOTTE DEI RECORD


Adesso si pensa già all'ottava edizione.

ASD CALCIO LIGURIA

 
<< Inizio < Prec. 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 Succ. > Fine >>

Pagina 177 di 181

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...