Contenuto Principale
Sport Disabili


LEARN & TRY: I CORSI DI GUIDA DD REGALANO EMOZIONI PDF Stampa E-mail
Giovedì 28 Aprile 2016 19:32

Una giornata che per tanti ragazzi rimarrà indimenticabile. Un corso speciale, come speciali sono le emozioni di fine giornata.

Ultimo aggiornamento Giovedì 28 Aprile 2016 19:34
 
BUONE PRESTAZIONI PER LE PRIME GARE DEI DD PDF Stampa E-mail
Domenica 24 Aprile 2016 16:42

E’ finalmente iniziata la stagione agonistica dei piloti DD impegnati su un doppio fronte questo weekend.

 
Para-Rowing a Gavirate: completata la rosa dei finalisti, domani si assegnano i pass per Rio de Janeiro PDF Stampa E-mail
Venerdì 22 Aprile 2016 22:35

Procede a Gavirate il programma delle regate internazionali Para-Rowing a cura della Canottieri Gavirate con il contributo di Regione Lombardia ed il sostegno di Provincia di Varese, Camera di Commercio di Varese e Comune di Gavirate. Mattinata dedicata ai recuperi e alle semifinali delle qualificazioni per le Paralimpiadi e alla cerimonia d'apertura. In acqua, nei mille metri di percorso svolti all'interno del rinnovato campo di regata, sorrisi per le singoliste di Cina, Russia e Ungheria, per i singolisti di Corea, Germania, Argentina, Cina, Bielorussia e Polonia, per i doppi di Russia, Stati Uniti, Argentina e Giappone, per i 4 con di Corea e Russia. Tutti quanti sono promossi alle finali di domani mattina: dopo le finali B (9:30-10), dalle 10:10 alle 10:50 sarà il momento delle finali A che in ogni specialità assegneranno due posti per le prossime Paralimpiadi. L'Italia del caposettore Dario Naccari, già qualificata nei singoli e nel 4 con, va alla ricerca dell'en-plein con il doppio, ieri vincitore della batteria, con il lecchese Daniele Stefanoni (CC Aniene) e la piemontese Anila Hoxha (CUS Torino) alle 10:35. Le regate saranno trasmesse su RaiSport 1 domani dalle 12:30 alle 14:30 e su RaiSport2 domenica dalle 17 alle 18. 

Nel corso della cerimonia d'apertura, disputata al termine delle gare della mattina, sono intervenuti il presidente della Federazione Italiana Canottaggio Giuseppe Abbagnale, il sindaco di Gavirate Silvana Alberio, il presidente CIP Lombardia Pierangelo Santelli, l'amministratore delegato Openjobmetis (main sponsor dell'evento) Rosario Rasizza, il direttore responsabile del centro europeo di preparazione olimpica dell'Australia Warwick Forbes assieme a Luigi Trevisan, coordinatore territoriale Ubi Banca Popolare di Bergamo. Davanti a una tribuna piena di studenti delle scuole elementari di Oltrona al Lago, ad alzare la bandiera dell'Italia durante l'inno nazionale è stato Rossano Galtarossa, consigliere federale e quattro volte medagliato olimpico. 
"Avevamo qualche preoccupazione sul tempo ma per il momento il cielo sta tenendo bene: le condizioni sono ideali per queste gare e in più la presenza dei ragazzi delle scuole ha portato grande entusiasmo. Aggiungo che i volontari sono una risorsa davvero molto importante: qui a Gavirate sono più di 100 e stanno dando un contributo incredibile" spiega il presidente della Canottieri Gavirate Giancarlo Pomati. "Questa manifestazione è importante per il nostro territorio e per i nostri ragazzi: non potevamo non partecipare perché lo sport, in questo caso il Para-Rowing, è uno stile di vita. Noi, come scuola, crediamo molto nel valore di questi eventi: lo sport insegna anche il rispetto delle regole, a gioire delle vittorie ed accettare le sconfitte. Una giornata fantastica" spiegano le insegnanti Jolanda Santafata e Daria D'Ambrogio. Da annotare anche il grande impegno di Unitalsi per garantire il servizio trasporti. 

"Sono anni che Gavirate ha preso in mano il mondo del Para-Rowing portandolo ad altissimi livelli: una vetrina importante per lo sport paralimpico in Italia ed all'estero e va rimarcato anche il grande impegno profuso nell'adeguamento delle strutture per le esigenze degli atleti disabili" afferma Santelli. "Siamo ancora una volta felici di poter assistere, nella giornata di domani, a una regata dedicata a otto equipaggi intellettivo-relazionali - aggiunge Linda Casalini della Fisdir - Tra l'altro, è motivo d'orgoglio poter contare sulla presenza di Paola Grizzetti all'interno della commissione FISA del Para-Rowing ma anche in qualità di Direttore del Canottaggio Inas-Fid". 
Nel pomeriggio si è svolta la prima sessione di batterie della regata internazionale con protagonisti molti degli equipaggi già qualificati per le Paralimpiadi. L'azzurra Eleonora De Paoli (CC Napoli), seconda dietro la Norvegia, si qualifica per la finale in programma domattina dopo le sfide che assegneranno gli ultimi pass per Rio. Anche Fabrizio Caselli (Can. Firenze) è secondo, dietro l'Ucraina, ma viene relegato in sesta e ultima posizione per non aver correttamente osservato le regole del cinghiaggio ventrale. In ragione di questo provvedimento della giuria arbitrale, ad avanzare è così il pontederese Marco Del Bene, allenato da Leonardo Pettinari (argento a Sidney 2000 nel doppio Pesi Leggeri assieme a Elia Luini). In finale B, dopo il quarto posto in batteria, anche il 4 con di Cristina Scazzosi, Lucilla Aglioti, Tommaso Schettino e Luca Lunghi con al timone Giuseppe Di Capua. Domani, nelle finali delle specialità non paralimpiche (singolo TA), ci sarà anche Massimo Spolon, atleta tesserato per la Canottieri Gavirate. Oltre alle finali per i pass paralimpici e della regata internazionale, il programma prevede anche una dimostrazione per atleti con disabilità intellettiva domani alle 12,30 con la partecipazione di tre equipaggi della Canottieri Armida Torino, uno della Canottieri Flora di Cremona, uno della Canottieri Lario di Como e tre della Canottieri Gavirate. Per tutti quanti, sfide sulla distanza di mille metri. Da segnalare, tra le iniziative collaterali, che alle 18 di domani, presso il centro storico di Gavirate, aperitivo Para-Rowing offerto dai Commercianti del Centro di Gavirate.

Oltre alle sfide nel settore Para-Rowing, con attenzione agli atleti con disabilità intellettiva, la Canottieri Gavirate organizza domenica anche una regata internazionale Master (assieme al Trofeo Spozio) e una promozionale dedicata ad Allievi e Cadetti. 
Vicine alla Canottieri Gavirate, ci sono realtà del territorio come Openjobmetis Agenzia per il Lavoro (Main Sponsor dell’evento), PDC Consulting di Paola Della Chiesa, UBI Banca Popolare di Bergamo, Fondazione Unione Banche Italiane per Varese, Autolinee Varesine, Nuova Trebicar, Marelli e Pozzi, i Commercianti del Centro Storico di Gavirate, Elmec ed Eolo.
La Canottieri Gavirate può inoltre contare sul sostegno di cinque importanti società sportive, come il Varese Calcio, la Società Ciclistica Alfredo Binda, il Rugby Varese, il Rugby Valcuvia e l’Atletica Gavirate. Tra i volontari della Gavirate anche gli studenti del liceo sportivo Isis Stein di Gavirate, la Pro Loco e la Protezione Civile di Gavirate, l’Associazione dei Carabinieri in congedo di Gavirate e la Sportiva Oratorio Gavirate e l’Associazione Santa Caterina Buguggiate Onlus. 

 
La Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo al fianco dello sport paralimpico PDF Stampa E-mail
Venerdì 22 Aprile 2016 22:33

Il Para-Rowing è parte integrante degli sport paralimpici del Comitato Italiano Paralimpico, l’Ente che, insieme alla Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo, ha varato il progetto “Verso i Giochi Paralimpici Rio 2016”, presentato a Roma lo scorso 25 gennaio.

 
Martina Caironi è la portabandiera dell’Italia alle Paralimpiadi di Rio PDF Stampa E-mail
Venerdì 22 Aprile 2016 22:31

 

Oggi il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli, ha annunciato in Conferenza Stampa il nome del Portabandiera della Delegazione Italiana che parteciperà ai Giochi Paralimpici di Rio de Janeiro. Il nome è quello della ventisettenne Martina Caironi la biondissima atleta delle Fiamme Gialle di Alzano Lombardo. Martina, specialista dell’atletica leggera nei 100 e 200 metri e salto in lungo ha vinto la medaglia d’oro alle Paralimpiadi di Londra 2012 nei 100 metri T42, ma da allora ha vinto nel 2013 l’oro nei 100 T42 al Golden Gala, l’oro al mondiale paralimpico di Lione nei 100 T42 e quello nel salto in lungo T42 ripetendosi nel 2015 a Doha con l’oro nei 100 T42 e l’argento nel salto in lungo. Martina è l’unica donna, amputata ad una gamba, riuscita ad abbattere il muro dei 15 secondi sulla distanza: 14.61 siglato ai Mondiali di Doha lo scorso ottobre. Nessuno come lei, in un solo formidabile anno, ha frantumato in successione sei primati iridati, tre nei 100 e tre nei 200 (31.73 – Open di Berlino 2015), eguagliando temporaneamente anche la migliore prestazione mondiale del salto in lungo T42 a 4,60 metri. 

Merito anche delle sue protesi da corsa e da salto, prodigio della sperimentazione tecnologica dei laboratori del Centro Protesi INAIL Vigorso di Budrio. Con lo scettro delle Paralimpiadi di Londra, delle rassegne iridate di Lione e di Doha in mano, punta dritto verso la strada degli Europei di Grosseto e dei Giochi di Rio, con un bagaglio di esperienze che la catapultano direttamente al centro dell’Atletica paralimpica planetaria. Questo il saluto ai presenti del Sottosegretario Luca Lotti: “Per fortuna verrò a Rio – ha detto – e non potevate scegliere portabandiera migliore. Sono doppiamente felice perché è una donna, e questo è un valore aggiunto. Quando Rio sarà finita, i riflettori si spegneranno sulle medaglie, ma la mia presenza qui vi garantirà sulla presenza della politica e del Governo al vostro fianco. Il Governo avrà un’attenzione importante sul rapporto tra disabilità e sport. Ricordiamoci che dietro la bandiera di Martina, a Rio, ci sarà l’intero Paese e tutti noi”.

Il Presidente Luca Pancalli, rivolgendosi a Martina: “Martina incarna un sogno, è il segnale che dà speranza alle persone che partendo dal nulla dopo un incidente stradale come è successo a Martina, si rimette in pista a sognare. L’ho scelta non solo per i risultati agonistici, ma per come Martina interpreta il ruolo di atleta, per la sua disponibilità a portare la voce di tutti gli atleti paralimpici in giro per le scuole, il nostro Paese, a segnalare l’importanza dello sport nella vita dei disabili”. Le parole della portabandiera, Martina Caironi: “Il Presidente mi ha contattato, per dirmelo, mentre stavo andando al mare. Mi è sembrato un sogno, non ci credevo. Perché non ho alle spalle una carriera come quella di Oscar De Pellegrin (l’arciere ex portabandiera a Londra 2012, ndr), sono solo sei anni che faccio atletica. Sono orgogliosa di questo onore, e da atleta sono ancora più felice perché è segno che il movimento dell’atletica leggera paralimpica è cresciuto. Sono emozionata già oggi, figuriamoci a Rio, portando la bandiera con dietro tutta la squadra”.

 
<< Inizio < Prec. 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 Succ. > Fine >>

Pagina 109 di 138

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...