Contenuto Principale
Grande inizio di stagione per gli atleti degli arcieri 5 stelle PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 06 Novembre 2018 14:40

Grandi prestazioni per gli atleti della società arcieri 5 Stelle nelle prime gare dell’anno.

 
"SHARING THE FUTURE" FITARCO e UITS in raduno insieme PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 24 Ottobre 2018 15:42

Dopo il raduno al Centro di Preparazione Olimpica di Formia, la Nazionale FITARCO raggiungerà domani Bologna per svolgere il primo raduno congiunto organizzato insieme alla Nazionale di Tiro a Segno nel corso del quale gli azzurri di entrambe le discipline e i relativi staff tecnici si confronteranno scambiandosi informazioni sui materiali, sulla preparazione psicologica e sulla preparazione atletica. Quella che verrà portata a compimento dal 25 al 28 ottobre al Poligono di Tiro a Segno Nazionale in via Agucchi, è un'iniziativa ideata questa estate dal Direttore Tecnico FITARCO Mauro Berruto e dall'olimpionico Niccolò Campriani.

 


Dal 25 al 28 ottobre a Bologna, presso il Poligono di Tiro a Segno Nazionale di via Agucchi, la Nazionale Olimpica FITARCO e UITS si incontreranno per un raduno "interdisciplinare" che ha come obiettivo un approfondimento delle conoscenze comuni tra atleti e tecnici a 360 gradi: informazioni sui materiali, sulla preparazione psicologica e sulla preparazione atletica, con l'intento di ottenere da ambo le parti nozioni utili per migliorare e gestire le prestazioni di alto agonismo e intraprendere un percorso che sia il più fruttuoso possibile in vista delle qualificazioni per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020.

A portare avanti questo innovativo progetto di "scambio interdisciplinare" saranno il Direttore Tecnico FITARCO Mauro Berruto e il Direttore Tecnico UITS Valentina Turisini, dopo che Berruto, nel corso dell'estate, ha ideato insieme a Niccolò Campriani la possibilità di dare vita a questa collaborazione sperimentale tra due Federazioni che hanno come denominatore comune la necessità di fare centro. Il programma della tre giorni bolognese prevede un approfondito scambio di informazioni relativo alle specificità delle due discipline Olimpiche, che presentano diversi tratti comuni che verranno analizzati con i membri dello staff tecnico, fino ad arrivare a uno vero e proprio scambio pratico con i rispettivi “attrezzi del mestiere”: arco e frecce per i tiratori UITS, carabina e pistola per gli arcieri FITARCO. Oltre allo scambio di nozioni ed esperienze, i partecipanti al raduno seguiranno anche l’intervento specialistico sulla respirazione nei tiratori del noto apneista Mike Maric, che interverrà grazie alla collaborazione della FIPSAS, e l'intervento dello psicologo della prestazione Giuseppe Vercelli, entrato a far parte nel corso della stagione dello Staff Tecnico FITARCO.  

I convocati della Nazionale Olimpica FITARCO
Olimpico Maschile: Marco Galiazzo (Aeronautica Militare), David Pasqualucci (Aeronautica Militare), Mauro Nespoli (Aeronautica Militare), Amedeo Tonelli (Aeronautica Militare).
Olimpico Femminile: Tatiana Andreoli (Arcieri Iuvenilia), Lucilla Boari (Fiamme Oro), Vanessa Landi (Aeronautica Militare), Tanya Giaccheri (aeronautica Militare).
Staff Tecnico: Mauro Berruto - Direttore Tecnico; Matteo Bisiani, Ilario Di Buò, Natalia Valeeva, Wietse van Alten – Tecnici; Jacopo Cimmarrusti – Preparatore Atletico.  

I convocati della Squadra Nazionale Tiro a Segno
Marco De Nicolo (Fiamme Gialle), Riccardo Armiraglio (Fiamme Oro), Lorenzo Bacci (Fiamme Oro), Giuseppe Pio Capano (Carabinieri), Marco Suppini (Fiamme Oro), Alessandra Luciani (Carabinieri), Martina Ziviani (Esercito), Petra Zublasing (Carabinieri), Dario Di Martino (Carabinieri), Paolo Monna (Carabinieri), Alessio Torracchi (Fiamme Gialle). 
Staff tecnico: Valentina Turisini – Direttore Tecnico; Roberto Di Donna – tecnico pistola; Alfonso Ricci – tecnico carabina.


IL D.T. FITARCO MAURO BERRUTO: “UN ESPERIMENTO DI AVANGUARDIA PER LO SPORT ITALIANO”
Abbiamo già stabilito tutte le tappe di avvicinamento all’appuntamento clou del 2019, i Campionati Mondiali in Olanda dove abbiamo l’obiettivo di ottenere i 3 pass al maschile e i 3 pass al femminile per i Giochi di Tokyo 2020 – ha detto il Direttore Tecnico FITARCO Mauro Berruto –. All’interno del nostro programma di lavoro faremo riferimento a un’alternativa come luogo di allenamento che sarà il Centro Olimpico di Formia, che permette condizioni ideali in un certo periodo dell’anno per tirare all’aperto e perché mi interessa creare una contaminazione tra i nostri arcieri e altri atleti di altre discipline. Su questo aspetto, dal 25 al 28 ottobre, a Bologna faremo un primo esperimento con un collegiale congiunto tra noi e le squadre Olimpiche del tiro a segno. È un’idea che ho sviluppato nel corso dell’estate con Niccolò Campriani, uno degli atleti che più stimo nel panorama sportivo italiano e ringrazio il Direttore Tecnico UITS Valentina Turisini per aver da subito sostenuto il progetto. Vivremo tre giorni molto interessanti, subito dopo il ritiro di Formia: condivideremo con gli atleti del tiro a segno informazioni sui materiali, sulla parte psicologica e sull’allenamento fisico. È difficile dare un significato tecnico preciso a questo esperimento, ma è una delle qualità che i nostri atleti devono sempre allenare: la curiosità di conoscere, sperimentare e mettersi di fronte a stimoli e suggestioni diverse. Credo sarà un bell’esperimento di avanguardia per lo sport italiano”.

IL D.T. UITS VALENTINA TURISINI: "ORGOGLIOSI DI ESSERE LA PRIMA FEDERAZIONE CHE SPERIMENTA QUESTA FORMULA"
“Questo è un progetto che ha sviluppato il nostro campione olimpico Niccolò Campriani e che noi ovviamente abbiamo subito condiviso“ - ha spiegato il Direttore sportivo della Squadra azzurra di Tiro a Segno Valentina Turisini. “Siamo orgogliosi di essere la prima federazione che sperimenta a questa formula. Ci troviamo proprio all’inizio della stagione agonistica per cui possiamo cercare nuove sinergie: è un raduno che rappresenta non soltanto un momento di confronto, ma anche un modo per aprire la mente ai nostri atleti e ai nostri tecnici. Questo perché tutti gli sport considerati un po’ 'di nicchia' soffrono in parte la sindrome di essere unici, gli atleti credono di dover affrontare nella loro carriera delle difficoltà specifiche, peculiari alla loro disciplina e questo è un limite. Noi siamo convinti che proprio grazie al confronto con altri sport e con atleti di alto livello emergerà la coscienza che le difficoltà, le emozioni e le soluzioni sono comuni e possono essere condivise. Sarà un percorso che, nelle nostre aspettative, porterà gli atleti più giovani ad una maggiore consapevolezza di quello che stanno facendo e permetterà a tutti gli attori coinvolti nel progetto ad aprirsi a nuovi stimoli, idee e metodologie di apprendimento”.

 
Giochi Olimpici Giovanili PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 15 Ottobre 2018 18:32

Federico Fabrizzi si ferma ai sedicesimi di finale ai Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires. L’azzurro viene superato dall’ucraino Artem Ovchynnikov 6-2. 



Finiscono oggi le Olimpiadi Giovanili di Federico Fabrizzi che, dopo l’eliminazione nel mixed team di sabato, perde oggi lo scontro individuale dei sedicesimi di finale contro l’ucraino Artem Ovchynnikov per 6-2.

L’arciere azzurro perde il primo set 27-25, poi si arrende anche nel parziale successivo 28-27. Sotto 4-0 l’atleta toscano tesserato per gli Arcieri Montalcino ritrova la giusta concentrazione e rimane agganciato alla sfida grazie al 22-20 del terzo parziale: in questo frangente il vento gioca un brutto scherzo a entrambi gli atleti, perché Fabrizzi centra due 10 e un 2, mentre l'avversario due 10 e uno 0. Le successive tre frecce sono decisive, l’ucraino ritorna in forma smagliante e mette a segno due 10 e un 9 lasciando a Fabrizzi solo le briciole di un set che termina 29-24 e che regala il successo a Ovchynnikov per 6-2.

 

LE PAROLE DI FEDERICO FABRIZZI

"Avrei preferito andasse diversamente, ma sono uscito dal campo col sorriso - ha detto l'atleta toscano al termine del match -. Ho provato a dare il massimo e mi restano dentro la grande emozione e l'esperienza che ho vissuto qui in Argentina. La maglia azzurra è pesata più del solito? L'emozione quando scendi in campo c'è sempre, ma scompare quando cominci a tirare, ho saputo gestirla. D'altronde nelle mie precedenti uscite internazionali mi è capitato di giocare tre finali e le ho vinte tutte. Certo, qui ai Giochi Olimpici Giovanili è tutto diverso, è tutto più grande. Sei circondato da schermi e telecamere: un po' gli occhi puntati addosso li senti". 

 

PARLA IL COACH GIANNI FALZONI

"Quando vieni eliminato un po' di rabbia e delusione ci sono sempre, ma devo dire che Federico, a parte due frecce, ha tirato bene il suo scontro con l'ucraino - spiega il coach della Nazionale Giovanile Giovanni Falzoni - Durante il match il vento ha giocato qualche brutto scherzo, ma la situazione è stata uguale per entrambi: a Fabrizio gli è costato un 2, a Ovchynnikov addirittura uno 0. Nel complesso Fabrizzi non ha tirato male, ma non è stato sufficiente per andare avanti. Il livello qui a Buenos Aires è davvero elevato, ci sono diversi arcieri che già tirano tra i senior. Credo che l'importanza dei Giochi Olimpici Giovanili, a livello emotivo, si faccia sentire quando sei sulla linea di tiro. Faremo tesoro di questa sconfitta e ripartiremo da questa esperienza per ripartire subito". 

 

 

LA PAGINA DELL'EVENTO CON LE NOTIZIE E I LINK UTILI

http://www.fitarco-italia.org/eventi/dettaglioEvento.php?id=376

 

 

FOTO "WORLD ARCHERY"

 
Giochi Olimpici Giovanili PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Sabato 13 Ottobre 2018 15:59

Termina ai sedicesimi di finale l’avventura di Federico Fabrizzi nel mixed team alle Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires (Arg). L’azzurro, in coppia con la tedesca Clea Reisenweber, perde 6-2 lo scontro con la squadra formata dalla neozelandese Jones e l'arciere di Taipei Tang. L'arciere toscano tornerà sulla linea di tiro lunedì per la competizione individuale, dove incontrerà ai 16esimi l'ucraino Artem Ovchynnikov.

 

Dopo le qualifiche di ieri, oggi primo turno di scontri diretti dedicato al mixed team ai Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires (Arg). L’azzurro Federico Fabrizzi, insieme alla tedesca Clea Reisenweber, ha perso 6-2 contro la squadra formata dalla neozelandese Rebecca Jones e dall’atleta di Taipei Chih-Chun Tang. 


LA SFIDA DEL MIXED TEAM 
– Il primo set non sorride al team italo-tedesco battuto 36-33 e sotto 2-0. La riscossa arriva subito dopo con l’ottimo 39 che travolge gli avversari fermi a 36 e riporta il punteggio in parità 2-2. Il secondo passaggio a vuoto del team Fabrizzi-Reisenweber arriva nella seconda parte della terza volée quando un 6 e un 7 di fila regalano il nuovo vantaggio a Jones e Tang bravi a chiudere 33-32. Sul 4-2 l’azzurrino e la sua compagna per rimanere in partita dovrebbero solo vincere, un’impresa che non si concretizza perché gli avversari ingranano le marce alte e con tre 10 e un 8 si prendono il set (38-36) e il match per 6-2. 

FABRIZZI DI NUOVO IN CAMPO LUNEDI’ - Federico Fabrizzi scenderà di nuovo in campo lunedì alle 16,34 italiane per iniziare la sua corsa nella gara individuale. Ai sedicesimi di finale troverà l’ucraino Artem Ovchynnikov che ha chiuso la qualifica al sesto posto.

LE OLIMPIADI GIOVANILI IN DIRETTA STREAMING – Le frecce di Buenos Aires saranno trasmesse in diretta streaming a partire dagli ottavi di finale del mixed team (domenica 14 ottobre) da Olympic Channel.

 

LA PAGINA DELL'EVENTO CON LE NOTIZIE E I LINK UTILI

http://www.fitarco-italia.org/eventi/dettaglioEvento.php?id=376

 

FOTO "WORLD ARCHERY"

 
Giochi Olimpici Giovanili PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 12 Ottobre 2018 18:21

L'azzurro Federico Fabrizzi conclude le prime settantadue frecce delle Olimpiadi Giovanili al 27° posto. Nel mixed team sarà in coppia con la tedesca Clea Reisenweber (6° posto nel ranking round). Domani, sabato 13 ottobre il primo turno delle sfide del mixed team: Fabrizzi e Reisenweber affronteranno ai 16esimi il duo composto dalla neozelandese Jones e dall’arciere di Taipei Tang. Gli altri turni eliminatori e le finali del misto si disputeranno domenica.  Nell'individuale, lunedì 15 ottobre, l'atleta toscano degli Arcieri Montalcino affronterà ai 16esimi l'ucraino Artem Ovchynnikov, numero 6 dopo le 72 frecce. Gli scontri diretti verranno trasmessi in diretta web da Olympic Channel a partire da domenica.  


Conclusa a Buenos Aires, in Argentina, la prima giornata del tiro con l’arco alle Olimpiadi Giovanili. Gli atleti si sono confrontati sulle settantadue frecce di ranking round, i risultati hanno determinato il tabellone individuale maschile e femminile e anche le coppie e le prime sfide dirette del mixed team.

A rappresentare l’Italia è Federico Fabrizzi che ha concluso la qualifica al ventisettesimo posto con 646 punti. L’azzurro lunedì 15 ottobre alle 11,34 locali (le 16,34 in Italia) affronterà ai 16esimi l’ucraino numero 6 del tabellone Artem Ovchynnikov.  

Le prime tre posizioni in classifica al maschile sono tutte asiatiche con il coreano Song Injun primo con 691 punti, l’arciere di Taipei Chih-Chun Tang secondo (689) e il cinese Hao Feng terzo (688). 

Fabrizzi parteciperà anche alla gara del mixed team. La sua compagna sarà la tedesca Clea Reisenweber, sesta nella classifica individuale femminile in cui ai primi tre posti si piazzano la cinese Mengyao Zhang (675), la giapponese Ruka Uehara (667) e l’indiana Himani Himani (665). La coppia italo-tedesca scenderà in campo nella giornata di domani, sabato 13 ottobre, contro il duo formato dalla neozelandese Jones e dall’atleta di Taipei Tang, la sfida inizierà alle 9,18 locali (14,18 in Italia).

LE OLIMPIADI GIOVANILI IN DIRETTA STREAMING –
 Le frecce di Buenos Aires saranno trasmesse in diretta streaming a partire dagli ottavi di finale del mixed team (domenica 14 ottobre) da Olympic Channel.

 

 FOTO "WORLD ARCHERY"

 
Giochi Olimpici Giovanili PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 11 Ottobre 2018 16:30

Le Olimpiadi Giovanili stanno per entrare nel vivo anche per l'arco. Domani, venerdì 12 ottobre, le frecce di qualifica apriranno il programma. A rappresentare l’Italia sarà Federico Fabrizzi (Arcieri Montalcino), classe 2002 di San Quirido D'Orcia (Si). 


Gli arcieri ieri hanno provato il campo di gara di Buenos Aires "Parque Sarmiento" con i tiri di prova non ufficiali mentre oggi, giovedì 11 ottobre, sono tornati sulla linea di tiro per i tiri di prova ufficiali. 

Domani, venerdì 12 ottobre, i 64 arcieri in gara (32 al maschile e 32 al femminile) si confronteranno nelle 72 frecce valide per il ranking round che andrà a determinare il tabellone degli scontri diretti sia della gara individuale che del mixed team. Sabato 13 ottobre sarà dedicato a tutti gli scontri a squadre miste e domenica 14 saranno assegnate le medaglie mixed team. La gara individuale ripartirà con le eliminatorie lunedì 15 ottobre, mentre martedì 16 si svolgeranno le finali femminili e mercoledì 17 quelle maschili. 

 

FEDERICO FABRIZZI RAPPRESENTERA' LE FRECCE AZZURRE - Per l’Italia andrà sulla linea di tiro Federico Fabrizzi, atleta toscano classe 2002, di San Quirico D'Orcia (Si), tesserato per gli Arcieri Montalcino. Al suo fianco il tecnico del settore ricurvo della Nazionale Giovanile Gianni Falzoni.

Oggi sono anche arrivati a Buenos Aires il Presidente FITARCO e vicepresidente World Archery Mario Scarzella insieme al Vicepresidente FITARCO Paolo Poddighe.  

 

Nella giornata di ieri momenti emozionanti per tutti gli arcieri qualificati per le Olimpiadi Giovanili che hanno incontrato al mattino il campione olandese Sjef Van Den Berg e nel pomeriggio la campionessa messicana Aida Roman che, nelle vesti di "testimonial" scelti da World Archery, hanno raccontato la loro esperienza olimpica.

 

 

 FOTO FITARCO

 
Grandissime le juniores savonesi PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 02 Ottobre 2018 16:11

Tags: Veronica Zuffi

ORG DSC07751

Grande prestazione per gli atleti savonesi nel tiro con l’arco ai campionati italiani Targa in corso a Bisceglie-Trani.

 
I giovani Musolesi, Andreoli, Ret e Sut nuovi campioni d’Italia PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 30 Settembre 2018 19:03

L’edizione 2018 dei Campionati Italiani Targa mette in luce i giovani talenti dell’arceria azzurra. I quattro titoli individuali assoluti vanno ad altrettante atleti della classe Junior: Federico Musolesi e Tatiana Andreoli, nell’arco olimpico, Jesse Sut e Sara Ret, nel compound. E’quindi la linea verde a prendersi la scena tra Bisceglie, che ha ospitato i primi due giorni di gare allo stadio “G.Ventura”, e Trani, dove in Piazza Duomo proprio a fianco della cattedrale della città pugliese si sono disputate le finali della domenica. Tra le squadre brilla la squadra capitolina degli Arcieri Torrevecchia che vince ben sei medaglie, quattro d’oro e due d’argento occupando il primo posto nel medagliere per società.
 
I TITOLI INDIVIDUALI ARCO OLIMPICO
 – Federico Musolesi vince a diciannove anni il titolo italiano arco olimpico maschile individuale battendo in finale uno degli arcieri più vincenti della storia del tiro con l’arco come Michele Frangilli. Il giovane arciere del Castenaso Archery Team, in forza alla scuola federale di Cantalupa, conquista la finale per l’oro con il risultato di 6-4. Il bronzo va all’altro giovanissimo arciere Francesco Gregori (Arco Club Riccione) battendo l’azzurrino Matteo Canovai (Arcieri Augusta Perusia) allo shoot off 6-5 (8*-8).
Tatiana Andreoli è la nuova campionessa italiana dell’arco olimpico. L’azzurra, già vice campionessa europea e campionessa mondiale Junior, conquista il primo titolo nazionale della sua carriera a soli 19 anni battendo 6-0 in finale l’altra arciera della Nazionale Jessica Tomasi (Aeronautica Militare). Andreoli si aggiunge alla ristretta schiera di atlete azzurre che hanno conquistato nello stesso anno sia il titolo assoluto indoor che outdoor: prima di lei c’erano riuscite sei volte Natalia Valeeva e nel 2012 Pia Lionetti.
Terzo posto per Chiara Rebagliati (Arcieri Torrevecchia) vincente 6-4 su Claudia Mandia (Fiamme Azzurre).

I TITOLI A SQUADRE ARCO OLIMPICO – Tornano sul tetto d’Italia per la terza volta nella storia gli Arcieri Torrevecchia (Molfese, Caruso, Mandia) che dopo il titolo del 2016 salgono sul gradino più alto del podio prendendosi la rivincita sulla Iuvenilia (Paoli, Melotto, Morello) campione nel 2016 proprio ai danni della squadra capitolina. La finale di oggi a Trani finisce 6-0.
Sul terzo gradino del podio sale l’Arco Club Riccione (Gregori, Luponetti, Tozzola) dopo il 6-0 rifilato agli Arcieri Città di Terni (Angeli Felicioni, Santi, Sparnaccini). 
Si confermano campionesse d’Italia le arciere del Torrevecchia. La squadra capitolina formata da Rebagliati, Nardinocchi e Mandia vince la finale per l’oro contro la Iuvenilia (Rolando, Andreoli, Libertone) 6-2. Il bronzo va all’Associazione Nazionale Polizia Sezione Arcieri (Bajno, Cambò, Doretto) che batte 6-2 il Castenaso Archery Team (Bettinelli, Romagnoli). 

I TITOLI MIXED TEAM ARCO OLIMPICO – Gli Arcieri Torrevecchia (Mandia, Rebagliati) si confermano per il terzo anno consecutivo campioni d’Italia mixed team grazie al successo 6-2 sul Medio Chienti (Agamennoni, Seri). Bronzo agli Arcieri Gonzaga (Boari, Freddi) vincenti 6-2 sulla Iuvenilia (Libertone, Melotto)
Tra gli Junior titolo italiano per la Iuvenilia (Andreoli, Paoli) che batte gli Arcieri Torrevecchia (Nardinocchi, Risoluti) 6-2. Bronzo al Sentiero Selvaggio (Degani, Lapenna).
Medaglia d’oro nel mixed team Allievi per il Trieste Archery Team (Hervat, Biscardo) dopo il 6-0 in finale sugli Arcieri Thyrus (Rossi, Baiardelli). Bronzo agli Arcieri Bosco delle Querce (Bergna, Bergamo) grazie allo spareggio vinto sugli Arcieri Monica (Andreetta, Maggioni) 5-4 (18-15).

I TITOLI INDIVIDUALI COMPOUND – Primo titolo in carriera per Jesse Sut (Kappa Kosmos Rovereto), il giovane azzurro sale sul tetto d’Italia grazie al 138-130 su Valerio Della Stua (Arcieri Solese). Terzo posto per Giuseppe Seimandi (Fiamme Azzurre) dopo il 127-108 su Viviano Mior (Kappa Kosmos Rovereto). 
L’azzurrina Sara Ret è la nuova campionessa italiana nel femminile. Prima volta in carriera per la giovane arciera della Compagnia Arcieri Cormons che in finale batte 130-117 la vice-campionessa europea Para-Archery Maria Andrea Virigilio (Dyamond Archery Palermo). 
Medaglia di bronzo per Giulia Cavalleri (Arcieri Montalcino) che ha la meglio su Irene Franchini (Fiamme Azzurre) 121-120.

I TITOLI A SQUADRE COMPOUND – La PAMA Archery Milazzo (Bauro, Palumbo, Sottile) vince il titolo italiano compound  maschile per la prima volta nella storia battendo, al termine di una finale combattuta e ricca di colpi di scena, i campioni in carica del Kappa Kosmos Rovereto (Brunello, Mior, Sut) 203-200.
Salgono sul terzo gradino del podio gli Arcieri delle Alpi (Rivera, Seimandi, Toso) vincenti sugli Arcieri Torrevecchia (Cancelli, Bernardini, Giacomoni) 185-182. 
Terzo Scudetto di fila nel femminile per gli Arcieri Torrevecchia (Spano, Menegoli, Anastasio) dopo il successo in finale 187-169 sugli Arcieri delle Alpi (Foglio, Franchini, Marinetto).
Bronzo per gli Arcieri Montalcino (Cavalleri, Lanchini, Santarelli) che battono gli Arcieri Tre Torri (Bonalli, Crespi, Vailati). 

I TITOLI DEL MIXED TEAM – Gli Arcieri delle Alpi tornano sul tetto d’Italia mixed Team compound per la terza volta nella storia grazie al successo degli azzurri Irene Franchini e Giuseppe Seimandi 131-114 sui campioni in carica degli Arcieri Torrevecchia (Anastasio-Bernardini).
Tra gli Junior il titolo italiano va alla C.A.M. – Arcieri Monica che batte gli Arcieri di Malpaga (Natale-Toppio) 123-121.
La prima finale in assoluto di giornata è quella tra Il Kappa Kosmos Rovereto (Roner, Brunello) e gli Arcieri Decumanus Maximus (Bombarda, Cagnin) che assegna il Tricolori Allievi compound alla società trentina grazie al successo 123-116.  

 

LA PAGINA DELL'EVENTO CON LE NEWS E I LINK UTILI

 

FOTO "FITARCO/CORSINI" 

 
Hyundai Archery World Cup Final PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 30 Settembre 2018 16:38

Nella Finale di Coppa del Mondo di Samsun, in Turchia, l'aviere Mauro Nespoli viene fermato ai quarti dal numero 2 del ranking mondiale Lee Woo Seok (Kor). Il match finisce 7-3 per il sudcoreano e la classifica finale vede l'aviere azzurro, 4° nel ranking World Archery, assestarsi in sesta posizione. 

Ad aggiudicarsi il trofeo è Kim Woojin che in finale supera il connazionale Lee 7-3. Bronzo per Brady Ellison (Usa) che batte allo shoot-off l'australiano Taylor Worth 6-5 (10-9). Anche nel femminile la vittoria è di marca sudcoreana: vince Lee Eun Gyeong sulla padrona di casa Yasemin Anagoz (Tur) per 6-4. Bronzo all'indiana Deepika Kumari.


MAURO NESPOLI ELIMINATO AI QUARTI - La Finale di Coppa del Mondo di Mauro Nespoli termina ai quarti delle sfide di Samsun, in Turchia. L’aviere azzurro non riesce a superare il difficile ostacolo sudcoreano Lee Woo Seok, numero due del ranking mondiale. L’asiatico vince il primo set 29-27, ma Nespoli riesce subito a recuperare con il 29-27 della seconda volée. L’incontro è di un livello altissimo, gli arcieri non escono mai dal giallo del bersaglio e nel terzo parziale Lee si riporta avanti (29-28). L’olimpionico italiano  tiene in vita il match nel quarto set con il pareggio 28-28 ma deve infine arrendersi all’avversario che piazza le ultime tre frecce tutte sul “10” e vince l’incontro 7-3, col set che si chiude 30-28. 
A vincere la World Cup 2018 al maschile è il coreano Kim Woojin che in finale batte il compagno di squadra, e giustiziere di Nespoli, Lee per 7-3. Sul terzo gradino del podio lo statunitense Brady Ellison dopo il successo allo shoot off sull’australiano Taylor Worth 6-5 (10-9).

LEE EUN GYEONG VINCE AL FEMMINILE – Prende la strada della Corea del Sud anche la Coppa del Mondo femminile dell’arco olimpico con il successo per 6-4 di Lee Eun Gyeong sulla padrona di casa Yasemin Anagoz. Il bronzo va all’indiana Deepika Kumari dopo lo shoot off 6-5 (9-9*) vinto sulla tedesca Lisa Unruh.

 

 

LA PAGINA DELL'EVENTO CON LE NEWS E I LINK UTILI

http://www.fitarco-italia.org/eventi/dettaglioEvento.php?id=375

 

 

CREDITS "WORLD ARCHERY" 

 
57° Campionato Italiano di Tiro alla Targa all'Aperto PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Sabato 29 Settembre 2018 19:20

Conclusa la seconda giornata dei Campionati Italiani Targa 2018. Decisi tutti i finalisti assoluti individuali e a squadre arco olimpico e compound che domani si sfideranno per i tricolori davanti alla Cattedrale di Trani, in diretta streaming su YouArco. Nell'olimpico match per l'oro tra l'olimpionico Michele Frangilli e l'azzurrino Federico Musolesi e tra le azzurre Jessica Tomasi e Tatiana Andreoli. Nel compound si giocheranno l'oro gli azzurri Jesse Sut e Valerio Della Stua al maschile, mentre al femminile la vicecampionessa europea para-archery Maria Andrea Virgilio sfiderà l'azzurrina Sara Ret.


I Campionati Italiani Targa 2018 stanno per entrare nel vivo. Oggiallo stadio "G.Ventura" di Bisceglie sono stati decisi i finalisti assoluti individuali e a squadre che domani, domenica, davanti alla Cattedrale di Trani si giocheranno i Tricolori, frecce in diretta streaming su YouArco. In mattinata assegnati i titoli di classe dell'arco olimpico senior, Junior e Master.

LE FINALI ASSOLUTE INDIVIDUALI - A giocarsi l’oro dell’arco olimpico maschile saranno l’olimpionico Michele Frangilli (Aeronautica Militare), che in semifinale ha battuto 6-4 Matteo Canovai (Arcieri Augusta Perusia), e il giovane azzurro Federico Musolesi (Castenaso Archery Team), bravo a vincere il match contro Francesco Gregori (Arco Club Riccione). Quest’ultimo si giocherà il bronzo con Canovai.
Nell’arco olimpico femminile la finale per l’oro sarà tra l’azzurra dell’Aeronautica Militare Jessica Tomasi e un’altra atleta della Nazionale italiana Tatiana Andreoli (Iuvenilia). Le due arciere hanno rispettivamente battuto in semifinale 6-2 Chiara Rebagliati (Arcieri Torrevecchia) e 6-2 Claudia Mandia (Fiamme Azzurre). 
Nel compound le semifinali hanno promosso alla sfida per il titolo italiano Jesse Sut (Kappa Kosmos Rovereto), vincente sul compagno di squadra Viviano Mior 139-136, e Valerio Della Stua (Arcieri Solese) che ha battuto Giuseppe Seimandi (Fiamme Azzurre) 140-138. 
Al femminile l’azzurra paralimpica Maria Andrea Virgilio (Dyamond Archery Palermo), dopo la vittoria 139-138 contro Irene Franchini (Fiamme Azzurre), si giocherà il titolo italiano contro l’arciera della Nazionale Sara Ret (Compagnia Arcieri Cormons), vincente in semifinale su Giulia Cavalleri (Arcieri Montalcino) allo shoot off 133-133 (9*-9). Le finali per il bronzo compound saranno Mior-Seimandi e Franchini-Cavalleri.

LE FINALI ASSOLUTE A SQUADRE – Il titolo italiano maschile dell’arco olimpico sarà una questione tra Iuvenilia (Melotto, Morello e Paoli) e Arcieri Torrevecchia (Caruso, Mandia, Risoluti) che si affronteranno in finale dopo aver battuto per 6-2 rispettivamente l’Arco Club Riccione (Gregori, Luponetti, Tozzola) e gli Arcieri Città di Terni (Angeli Felicioni, Santi, Sparnaccini). I due team sconfitti si sfideranno per il bronzo. 
Stessa finale al femminile con la Iuvenilia (Rolando, Andreoli, Libertone), vincente su A.N Polizia Sezione Arcieri (Bajno, Cambò, Doretto) 6-2, e gli Arcieri Torrevecchia (Mandia, Nardinocchi, Rebagliati), che hanno battuto il Casteanaso Archery Team (Bettinelli, Franceschelli, Romagnoli) 5-3, ad affrontarsi a Trani. Le due perdenti delle semifinali si giocheranno il bronzo. 
Nel compound maschile il Kappa Kosmos Rovereto (Sut, Mior, Brunello) e PAMA Archery Milazzo (Bauro, Palumbo, Sottile) si sfideranno nella finale per il titolo assoluto compound maschile. Le due società hanno staccato il pass battendo gli Arcieri delle Alpi (Rovera, Seimandi, Toso) 228-206 e gli Arcieri Torrevecchia (Bernardini, Cancelli, Giacomoni) 220-213. Arcieri Delle Alpi-Torrevecchia sarà la finale per il bronzo. 
Nel compound femminile terza finale per l’oro per il Torrevecchia (Anastasio, Spano, Menegoli) che batte 220-211 gli Arcieri Tre Torri (Bonalli, Crespi, Vailati) e si merita la sfida per il Tricolore con gli Arcieri delle Alpi (Foglio, Franchini, Marinetto) a loro volta vincenti in semifinale 214-210 gli Arcieri Montalcino (Cavalleri, Lanchini, Santarelli).

I FINALISTI ASSOLUTI MIXED TEAM – Nell’arco olimpico la finale per l’oro sarà tra gli Arcieri Torrevecchia (Rebagliati, Mandia) e il Medio Chienti (Agamennoni, Seri). Il bronzo va agli Arcieri Gonzaga (Boari, Freddi) che battono 6-2 la Iuvenilia (Libertone, Melotto). 
Tra gli Junior dell’olimpico sarà ancora match per l’oro tra Iuvenilia (Andreoli, Paoli) e Arcieri Torrevecchia (Nardinocchi, Risoluti). Sul terzo gradino del podio sale il Sentiero Selvaggio (Degani, Lapenna). 
Tra gli Allievi a giocarsi il titolo italiano saranno Trieste Archery Team (Hervat, Biscardo) e Arcieri Thyrus (Rossi, Baiardelli). Il bronzo va al collo degli Arcieri delle Querce (Bergna, Bergamo) che vincono allo shoot off 5-4 (18-15) contro la C.A.M – Arcieri Monica (Andreetta, Maggioni).
Nel compound altra finale per l’oro per gli Arcieri Torrevecchia (Anastasio, Bernardini) che in questo caso affronteranno gli Arcieri delle Alpi (Franchini, Seimandi). Terzo posto per la Maremmana Arcieri di Sarti-Mazzi vincenti alla freccia di spareggio sugli Arcieri Uras (Spanu-Ibba) 143-143 (19-18).

I TITOLI DI CLASSE INDIVIDUALE DELL'ARCO OLIMPICO – Michele Frangilli (Aeronautica Militare) vince il titolo  senior con 661 punti, alle sue spalle si piazzano Massimiliano Mandia (Fiamme Azzurre) con 644 punti e Luca Melotto (Aeronautica Militare) con 643. 
Vittoria al femminile per Lucilla Boari (Fiamme Oro) con il punteggio di 645, argento per Guendalina Sartori (Aeronautica Militare) con 637 punti e bronzo a Chiara Rebagliati (Arcieri Torrevecchia) con 605. 
Tra i Master doppietta dell’Arco Club Riccione in cima alla classifica, oro per Marcello Tozzola e argento per Raimondo Luponetti, entrambi a quota 594 ma il primo ha un maggior numero di ori. Bronzo a Andrea Paganin (Arcieri Decumanus Maximus) con 592 punti. 
Nella categoria Master femminile vince Anna Botto (Arcieri delle Alpi) con 599 punti davanti a Simona Mento (Toxon Club) con 577 e a Tiziana Libertone (Iuvenilia) con 563. 
Tra gli Junior il nuovo campione italiano è Federico Musolesi (Castenaso Archery Team) con il punteggio di 656 punti, argento al collo di Matteo Canovai degli Arcieri Augusta Perusia (639) e bronzo a Marco Saracino degli Arcieri Valle Della Cupa (633). 
Vittoria al femminile per Tatiana Andreoli (Iuvenilia) che stacca tutti con 644 punti, 44 in più della seconda Livia Nardinocchi (Arcieri Torrevecchia) e Valentina Grieco (Arcieri Romani). 

I TITOLI DI CLASSE A SQUADRE DELL'ARCO OLIMPICO  – La Iuvenilia vince tra i Senior grazie alle frecce di Melotto, Morello e Racca che totalizzano 1877 punti. Argento per gli Arcieri Torrevecchia (Mandia, Caruso, Molfese) con 1858, bronzo agli Arcieri 5 Stelle (Ben Fekih Ali, Lamberti, Losi) con 1799. 
Titolo femminile per gli Arcieri Torrevecchia (Rebagliati, Mandia, Antonimi) con 1728 punti, dieci in più della seconda il Castenaso Archery Team (Franceschelli, Bettinelli, Romagnoli). Terza l’A.N. Polizia Sezione Arcieri di Bajno, Cambò, Doretto con 1707 punti. 
Nei Master l’Arco Club Riccione (Tozzola, Luponetti, Bertolino) vince con 1759 punti davanti all’Arco Club Appia Antica (Mannu, Sbrolli, Ubaldi) con 1716 punti e agli Arcieri delle Alpi (Botto, Miceli, Rovera) con 1693.
Nella classe Master al femminile titolo agli Arcieri Torrevecchia di Romoli, Granata, Gregori (1511), argento agli Arcieri Romani (Rispondi, Vessi, Orestano) con 1478 e bronzo al Landa Team (Santi, Melloni, Baresi) con 1401. 
Gli Arcieri Città di Terni vincono il titolo Junior con 1830 punti grazie alle frecce di Sparnaccini, Santi e Angeli Felicioni, seconda la Iuvenilia (Paoli, Depaoli, Riva) con 1826, terzi gli Arcieri La Meridiana (Benetti, Gavioli, Bianchi) con 1678. 
Successo degli Arcieri 5 Stelle al femminile con Zuffi, Delfino e Ascheri che vincono il titolo con 1611 punti. Argento per gli Arcieri Torrevecchia (Nardinocchi, Di Silvestro, Risoluti) con 1545 e bronzo agli Arcieri Montalcino (Panfi, Focacci, Gianfelici) con 1542.

 

LA PAGINA DELL'EVENTO CON LE NEWS E I LINK UTILI

 

 

FOTO  "FITARCO/CORSINI"

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 149

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...