Contenuto Principale
Varie


Pavia quarta nella classifica delle Università del Sole 24 ore PDF Stampa E-mail
Scritto da Massimo Tagliabue   
Lunedì 16 Luglio 2012 15:39

L’Università di Pavia scala quattro posizioni rispetto allo scorso anno e conquista il quarto posto nella classifica delle Università italiane stilata da Il Sole 24 ore. Nello storico Ateneo che ha da poco celebrato i 650 anni di fondazione ci si laurea in corso, si trova facilmente occupazione dopo la laurea, si studia e si vive in un campus che, grazie anche ai 16 collegi universitari, sa attrarre talenti da tutt’Italia e molti studenti stranieri.
Questo, in sintesi, il ritratto che emerge dalla classifica che Il Sole 24 ore dedica agli Atenei italiani, che vede l’Università di Pavia quarta tra gli Atenei statali, dopo il Politecnico di Milano, il Politecnico di Torino e l’università di Modena e Reggio Emilia. Superati nettamente gli Atenei di Trento, Udine, Ferrara e Venezia Iuav che lo scorso anno precedevano Pavia.


Dieci le “graduatorie di tappa” che hanno portato il Sole 24 ore a stilare la classifica finale: si tratta di indicatori, che valutano talenti, attrattività, dispersione, inattività, laurea nei tempi, affollamento, occupati, fondi per la ricerca, fondi esterni per la ricerca, docenti che hanno partecipato con successo ai bandi Prin.

La classifica tiene distinte le 58 Università statali dalle 14 non statali: su un punteggio massimo di 1000 punti, Pavia ottiene 754 punti, posizionandosi a ridosso di Milano Politecnico (856), Torino Politecnico (842), Modena e Reggio Emilia (765).


Al terzo posto tra le Università in cui ci si laurea in corso, Pavia si conferma un’ottima scelta per il tasso di occupazione a tre anni dalla laurea (con il 79,4%), merito questo sia dell’offerta formativa sia dei programmi di orientamento che affiancano i giovani durante tutto il percorso di studi. Molto buona anche l’attrattività – cioè la percentuale di studenti da fuori regione e stranieri che scelgono Pavia per il campus con 16 collegi, tra cui il Ghislieri e il Borromeo (il 40,6% degli studenti proviene infatti da fuori regione e dall’estero), e il rendimento degli studenti, cioè i crediti effettivamente ottenuti.


Tre dei parametri della graduatoria sono dedicati alla ricerca e al reperimento di fondi per la ricerca, sia da progetti nazionali che internazionali, sia da fondi statali che esterni: Pavia occupa posizioni confrontabili con quelle dei maggiori Atenei storici sia per il numero di docenti di ruolo che hanno ottenuto un giudizio positivo su Prin d’Ateneo, sia per disponibilità economica per la ricerca scientifica per docente di ruolo, sia per entrate per la ricerca provenienti da enti esterni.


“Un ottimo risultato e una conferma importante del lavoro che collegialmente stiamo svolgendo - commenta il Rettore Angiolino Stella – La classifica de Il Sole 24 ore anche quest’anno premia i politecnici, ma Pavia, fra gli Atenei pluridisciplinari, è quella che ha registrato un netto miglioramento, di ben 4 posizioni. Lavorare con impegno ci ha permesso di essere in classifica davanti a Trento, Udine, Ferrara, Venezia, oltre che ai mega atenei come Bologna, Padova, Milano statale e Firenze. Questa classifica valorizza Pavia per attrattività, tempi rapidi di laurea e ottimo tasso di occupazione: dati decisamente interessanti per i giovani alle prese con la scelta dell’università a cui iscriversi. Siamo un unicum come ateneo storico che valorizza il talento, con i collegi di merito, borse di studio, strutture per lo sport e una presenza crescente di studenti stranieri.”

E proprio alla scelta del corso di laurea a cui iscriversi sono dedicati Porte aperte e Porte aperte+, gli open day che il 18  e il 19 luglio  permetteranno ai diplomati e ai neolaureati di scoprire le novità dei corsi di laurea di primo livello (18 luglio)  e di secondo e terzo livello (il 19 luglio lauree magistrali, master, specializzazione e dottorati) dell’Università di Pavia.


 

 
Esce il primo ebook di Informant PDF Stampa E-mail
Scritto da Massimo Tagliabue   
Lunedì 16 Luglio 2012 15:02

La donna che morse il cane. Storie di croniste minacciate di Gerardo Adinolfi una long-form story al femminile di 30 pagine su casi di violenze nei confronti di chi l'informazione la fa davvero.


Tre croniste: Rosaria Capacchione, Marilena Natale e Marilù Mastrogiovanni. Madri, mogli, figlie, fidanzate. Donne che hanno la sola colpa di aver raccontato con lucidità i fatti e le contraddizioni della loro terra.

Storie vere e attuali che ci ricordano quali rischi e difficoltà devono affrontare i giornalisti italiani per riferire le notizie più importanti: quelle che nascono in periferia, lontano dalle redazioni dei grandi giornali, e riguardano fatti di mafia, corruzione, malaffare, uso distorto dei soldi pubblici come ci ricorda l'incisiva prefazione Alberto Spampinato, direttore dell'associazione Ossigeno per L'informazione, osservatorio che monitora i casi di minacce e violenze verso i giornalisti.

Dati, quelli dell'osservatorio, che sono stati rielaborati in grafici interattivi su una pagina web composta da un'analisi in 4 macro-aree e che rappresentano una risorsa di data journalism raggiungibile dall'ebook.
L'ebook è disponibile in formato epub e mobi nei migliori store nazionali e internazionali a 2,99 euro (Ibookstore di Apple, Kindle Store, Ultima Books di Simplicissimus Book Farm, BookRepublic, Ibs, Bol.it di Mondadori, Lafeltrinelli.it e molti altri).
Buona Lettura!

 
Ericsson, Piredda (Idv): "Subito chiarimenti sugli esuberi" PDF Stampa E-mail
Scritto da Massimo Tagliabue   
Lunedì 16 Luglio 2012 13:08

Maruska Piredda, consigliere regionale e responsabile Lavoro Welfare di Italia dei Valori in Liguria, domani presenterà un ordine del giorno in consiglio sugli esuberi annunciati per la sede genovese da Ericsson Telecomunicazioni spa.

«Nell’odg – spiega Piredda – si impegna il presidente Burlando e la giunta a chiedere nelle sedi competenti chiarimenti sul destino occupazionale dei circa 800 lavoratori Ericsson di Genova e ad attivarsi affinché siano mantenuti gli attuali livelli occupazionali del centro di Ricerca & Sviluppo di Ericsson Telecomunicazioni spa a Genova cofinanziato con i contributi pubblici in base all’accordo di programma da 41,9 milioni di euro, di cui 11 della Regione Liguria.

Dopo le dichiarazioni fatte meno di due mesi fa dal presidente di Ericsson Cesare Avenia in occasione dell’Innovation Day sulla collina degli Erzelli, ci si aspettava che potessero essere annunciate nuove assunzioni da parte dell’azienda o altre forme di investimenti sulle risorse umane, di certo non esuberi per oltre il 10% dell’attuale forza lavoro di un’azienda che, mi risulta, in salute.

Ora non ci resta che capire se gli esuberi dichiarati dall’azienda saranno mobilità volontarie che consentano un ricambio generazionale tra i ricercatori o siano veri e propri tagli finalizzati alla riduzione dell’organico. Se così fosse, auspico un impegno forte da parte di tutte le forze politiche affinché venga salvaguardata un’eccellenza del territorio genovese.

Ricordo che, secondo l’indagine Dixet-Confindustria Genova pubblicata a febbraio 2012, il comparto dell’alta tecnologia nel capoluogo ligure ha registrato un incremento del 2,2% nel fatturato tra il 2010 e il 2011 con previsioni di crescita del 6,6% per il 2012 e un aumento dei dipendenti del 4,2% (2010-2011) con un previsto per l’anno in corso dell’1,1%. Inoltre, nel libro bianco Dixet “Genova 2021-Il ruolo strategico della Tecnologia” dicembre 2011, il Parco degli Erzelli è indicato come “volano decisivo per la crescita dell’industria high tech nel prossimo decennio” ed è sottolineata l’importanza strategica per la buona riuscita dell’operazione della presenza di Ericsson Telecomunicazioni spa.

Genova e tutta la Liguria non possono permettersi di perdere altri posti di lavoro, ma soprattutto di frenare il processo di espansione, già ben avviato come dimostrano i dati recenti, del settore dell’innovazione, delle Tlc e Ict che rappresentano una concreta opportunità nel futuro occupazionale di questa regione. In vista anche del trasferimento della facoltà di Ingegneria agli Erzelli, autentica eccellenza ai primi posti in Italia per didattica, occorre una presa di posizione forte da parte delle istituzioni perché sia chiaro che Genova crede davvero nell’occasione rappresentata dalla ricerca e dall’innovazione per invertire la fuga di cervelli e diventare finalmente catalizzatore di nuove professionalità». 

 
Stagione Musicale della Città di Finale Ligure PDF Stampa E-mail
Scritto da Massimo Tagliabue   
Lunedì 16 Luglio 2012 12:23

Percorsi Sonori 2012
Stagione Musicale della Città di Finale Ligure
8a edizione

Continuano le proposte di "Percorsi Sonori", l'ottava edizione della stagione musicale della città di Finale Ligure. Martedì 17 luglio alle ore 21,30 presso i Chiostri di Santa Caterina  a Finalborgo, sarà la volta del Duo composto da due musicisti liguri che vantano un'intensa attività concertistica: Davide Nari al sassofono e Giovanni Piana al pianoforte. L'appuntamento, organizzato in collaborazione con l'Associazione Musicale Terzo Rigo, prevede musiche di A. Glazounov, J. Ibert, D. Milhaud, E. Bozza, P. Iturralde, Eccles, P. Woods. L'ingresso è libero ma non consentito durante l'esecuzione musicale.

Davide Nari ha studiato clarinetto con Lorenzo Monnanni e saxofono con Roberto Rebufello. Ha partecipato a seminari musicali tenuti dai proff. Luigi Gallo, Nobuya Sugawa e Franco Giacosa, col quale studia anche direzione d'orchestra. Ammesso nel settembre 2008 alla classe di sax del Conservatorio "N. Paganini" di Genova, frequenta il VII ed ultimo anno; è direttore artistico e docente di clarinetto e saxofono presso il Corpo Bandistico S. M. Immacolata di Loano. Ha ottenuto svariati premi in concorsi internazionali ("G. De Vincenzi" di Pontinvrea, Giovani Talenti di San Bartolomeo al Mare, Giovani Musicisti di Cervo, di Interpretazione Musicale di Cogoleto e Varese Ligure). Ha anche conseguito la prestigiosa laurea LTCL di Concertista presso il Trinity College of London. Ha all'attivo produzioni e collaborazioni discografiche, tra le quali i cd First con il Saxophobia Sax Quartet e La mia canzone con il gruppo Cristian e la Luna Nueva; partecipa a festival musicali, tra i quali Balla Coi Cinghiali 2011 di Bardineto (SV). Attualmente fa parte del Saxophone Quartet Saxophobia, di gruppi di musica da camera e orchestre della riviera ligure.

Giovanni Piana inizia gli studi musicali all'età di 9 anni, diplomandosi diciannovenne col massimo dei voti presso il Conservatorio  "N. Paganini"di Genova, dove consegue il Diploma Accademico di II Livello. Si perfeziona con M. Damerini, B. Canino e A. Miodini, e in musica da camera col Trio di Parma. Debutta nel '99 col raro Concerto per pianoforte e orchestra di Domenico Puccini. Inizia un'intensa attività che lo porta ad esibirsi, come solista e camerista, presso i più importanti centri culturali genovesi e liguri, a Milano, Brescia, Vicenza, Cuneo, Firenze, Lucca nell'ambito di importanti Associazioni e Festival ottenendo recensioni nettamente positive sui giornali locali. Frequenta i Corsi tenuti dai maestri Fountain, Lonquich, Masi, Austbo, Rév. Nel 2009 frequenta i corsi dell'Ecole Normale a Parigi. Insegna all'Accademia Teresiana di Arenzano. Parallelamente svolge l'attività di maestro collaboratore presso il Conservatorio "N. Paganini" di Genova.

 
L’ON. MICHELE SCANDROGLIO CON MARCO DELPINO A “ENTELLA TV” PDF Stampa E-mail
Scritto da Massimo Tagliabue   
Lunedì 16 Luglio 2012 12:03

Prosegue anche questa settimana la serie di trasmissioni su “Entella TV”, di cui è promotore l’On. Michele Scandroglio del PdL, in collaborazione con l’Associazione “Progetto Levante”. In queste trasmissioni vengono trattati vari argomenti riguardanti il nostro territorio.
Nel quarto appuntamento, condotto dalla giornalista Elisa Folli, si parla della situazione culturale del comprensorio e delle problematiche legate all’unità di intenti per un “Tigullio unito”. Ospite di questa trasmissione, Marco Delpino, Presidente di “Tigulliana”, che ha accolto con piacere l’invito proposto dall’On. Scandroglio.
La quarta puntata, dedicata alla cultura e al territorio, verrà quindi trasmessa da “Entella TV” Lunedì 16 luglio alle ore 20.00, con replica alle ore 23.00 e Martedì 17 luglio alle ore 13.00.

 
<< Inizio < Prec. 11031 11032 11033 11034 11035 11036 11037 11038 11039 11040 Succ. > Fine >>

Pagina 11036 di 11321

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...