Le Under 16 del Basket Pegli vincono la seconda tappa dell’European Girls Basketball League Stampa
Scritto da Administrator   
Lunedì 21 Gennaio 2019 10:16

basket Pegli EGBL vittoria

Cinque su cinque.

En plein di valore eccezionale per le ragazze del Basket Pegli, protagoniste a Sopot (Polonia) di un week end di soli successi e vincitrici della seconda tappa dell’European Girls Basketball League. Le Under 16, seguite in terra polacca da coach Ezio Torchia e coach Jacopo Oneto,  battono il MBK Stara Tura (Slovacchia) per 48-22, si impongono sull’UKS 7 TREFL Sopot (Polonia) per 54-16, hanno ragione del SDJSOR Litvak Odessa (Ucraina) per 75-18, stendono Daugavpils SS (Lettonia) per 53-48 e infine liquidano BS Riga/TTP (Lettonia) per 48-44. Miglior giocatrice del torneo la bluarancio Matilde Pini.

Ecco il racconto di coach Torchia.

“Partiamo per la seconda tappa dell’EGBL con la convinzione di essere in crescita e che anche questa volta avremo da sopperire al gap fisico, con il solito cuore e con i tanti passi avanti fatti sul percorso programmato.
La prima giornata ci vede di fronte alle avversarie slovacche del MBK Stara Tura e successivamente alle padrone di casa del UKS 7 Trefls Sopot. Entrambe le gare finiscono con scarti ragguardevoli, per la nostra capacità di tenere sempre alto il ritmo anche quando le avversarie provano ad abbassarlo con la zona. La seconda giornata si apre con un’altra vittoria larga contro le Ucraine di Odessa, che non oppongono troppa resistenza alle nostre ragazze, mentre nel pomeriggio dopo una bellissima passeggiata sul pontile e sulla spiaggia innevata ed una visita al centro cittadino, incontriamo le Lettoni del Daugavpils sport School. La partita è subito dura e fatichiamo non poco a contenere lo strapotere fisico delle avversarie che sfuggono a metà della seconda frazione sul più 10. In un amen con rientriamo e chiudiamo sul 25 pari il primo tempo. Anche nella terza frazione soffriamo parecchio e siamo costrette ad inseguire, ma paradossalmente proprio quando rinunciamo a Pini prima e poi a Canale condizionata dai falli, con Barberis a marcare l’avversaria più pericolosa (nazionale lettone di categoria) , diamo la zampata decisiva ricucendo il mini strappo e allungando fino alla vittoria finale. A questo punto non rimaneva che affrontare l’ultimo ostacolo costituito dalle altre Lettoni del BS Riga/TTP, avversarie ostiche che come noi avevano sempre vinto in questa tappa e che nella precedente avevano perso solo con le cugine del Rezene. Siamo pronte e cariche e partiamo molto bene con Torchia e Papiri a centrare spesso il canestro da fuori, l’ottima regia di Monachello le incursioni di Padula e la monumentale Pini che è più a suo agio in difesa con avversarie di questa mole e in attacco è veramente ispirata segnando e smistando palloni per i tiri da fuori delle compagne. Le rotazioni sono ridotte rispetto alle altre gare, ma chi entra si fa trovare pronta.
Conduciamo sempre la gara ma le avversarie sono brave a stare sempre attaccate e a ricucire lo strappo ogni volta che arriviamo alla doppia cifra di vantaggio.
Gestiamo benissimo il finale e la tripla sulla sirena non ci disturba più di tanto, per una vittoria di tappa per noi molto significativa.
Fin qui la cronaca… passando ad alcune considerazioni invece, dobbiamo rimarcare che l’esperienza del primo stage è stata messa a frutto in questa seconda tappa, dove le nostre hanno dimostrato foto individuali e di squadra oltre al solito cuore immenso.
Ci piace ricordare che è il secondo torneo internazionale che queste ragazze portano a casa dopo la vittoria a Lund in Svezia dello scorso anno. I moltissimi complimenti ricevuti per quanto visto in campo, sono corroboranti e il confronto tecnico con realtà così lontane ci permette valutazioni, esperimenti e soluzioni che divertono anche per noi allenatori. Quanto fatto dalle ragazze, ci conforta sulla bontà delle scelte fatte per questa stagione anche in termini di impegni agonistici a cui partecipare oltre a ripagarci per tutti gli sforzi fatti in questi anni”.