Volley Laghezza verso la supremazia pure nel giovanile ? Stampa
Scritto da Administrator   
Domenica 21 Aprile 2019 21:52

S4320003

Sbagliato pensare che esista, per quanto trionfale possa esserne stata la marcia che l’ha portato alla Serie B, soltanto il Volley Laghezza Spezia appunto della promozione: quello della Prima squadra, del campionato di C vinto senza sconfitte, quello dei capitan Moscarella e dei “bomber” Lanzoni tanto per dirne un paio; bensì c’è anche il Volley Laghezza dei più piccoli, ma non per questo meno alacri lavoratori, convinti rampanti e talentuosi emergenti (e dunque chissà che non presto a loro volta primattori).

E’ il Laghezza delle Under, 16 e 14, che in biancoblu sono tecnicamente gestite da quell’ Andrea Del Santo il quale in 1.a squadra fa da vice a coach Andrea Cecchi. Si tratta del Laghezza che di recente ha spedito in quella selezione territoriale volta a costituire una rappresentativa locale, che partecipi al Trofeo delle Province, le cinque “promesse” della pallavolo nostrana che andiamo a conoscere…
DIAZ MATTIA / annata 2004 - Attaccante tendenzialmente centrale, è al secondo anno consecutivo di selezione territoriale, cosa che di per sé dovrebbe rendere l’idea.
FREGOSO NICCOLO’ / 2005 - Attaccante dal rendimento trascinante con prospettive da centrale-opposto, molto completo tanto che eccelle pure in difesa e ricezione, non è un caso che sia sotto selezione a livello sia Under 16 che 14.
FOLLONI TOMMASO / 2006 - Fine palleggiatore che data l’età potrebbe pure essere atteso, in futuro, da altri ruoli.
MANGORA FILIPPO / 2005 – E’ l’altro assai promettente palleggiatore, con Folloni, dell’ Under 14 arrivata terza in campionato.
MORA MATTEO / 2004 - Alzatore con due mani eccellenti, dal gioco per adesso elementare, ma tecnica e visione di gioco ne fanno presagire luminoso percorso.
FILIPPO VENTURINI / 2004 - Attaccante che funziona egregiamente non solo da “martello”, ma pure quale ricevitore, tanto che se la cava niente male anche come libero qual’è stato impiegato nella selezione territoriale.

Da sinistra nella foto Folloni, Mora, Venturini, Fregoso e Mangora insieme ad Andrea Del Santo