Grifone! Al San Paolo con l'anima e la testa! Stampa
Scritto da Fabiana   
Giovedì 20 Febbraio 2014 19:07

Tags: Benitez | Burdisso | Callejon | Daniele Portanova | Gasperini | Genoa | Hamsik | Higuain | Luca Antonini | Mattia Perin | Napoli | San Paolo

Lunedì sera si giocherà al San Paolo un super posticipo, che vedrà protagoniste due squadre legate da uno splendido e storico gemellaggio, Napoli e Genoa. Lo spettacolo ed i gol non mancheranno, ma sicuramente quello che non verrà a mancare sarà il calore, l’amore e l’appoggio dei tifosi genoani che seguiranno in trasferta il proprio Grifone e che, coglieranno l’occasione per abbracciare i fratelli partenopei.

27175BDD-AC11-45E0-8BB3-28A61E21F248

Sulla carta ad essere favorito è il Napoli, ma nel calcio tutto può succedere; a volte si vince con squadre che sono al top della forma e si perde invece con quelle che non riescono a segnare neppure di mano. Forse il bello del calcio è anche questo, perché è imprevedibile e ci tiene sulle spine fino all’ultima frazione di secondo! La compagine di Gasperini potrà sfruttare la “stanchezza” del club partenopeo, impegnato questa sera in Europa League contro lo Swansea City, al Liberty Stadium, ma dovrà assolutamente tenere ben salda la testa sulle spalle. I rossoblu partirebbero già svantaggiati se si presentassero al San Paolo con una difesa troppo fitta e giocando troppo all’indietro; se si gioca così è più facile prendere gol e segnarne zero. Se invece la squadra si presentasse leggermente offensiva e più alta, allora le cose cambierebbero, anche perché la linea difensiva napoletana non è così imperforabile. Certo, il Napoli in avanti può contare su Callejon, Mertens, Hamsik ed Higuain ma ad aspettarli ci saranno dei veri guerrieri come Portanova, Burdisso e forse Antonini che ha quasi del tutto recuperato e che freme dalla voglia di giocare. Come estremo difensore ci sarà poi Mattia Perin, che giornata dopo giornata si migliora sempre, diventando spesso protagonista di parate spettacolari, degne di un portiere da Mondiali! Il Genoa non partirà per la trasferta abbattuto, pensieroso e già sconfitto, ma partirà per giocarsi una partita alla pari e con gli artigli affilati; questo non significa essere spavaldi, ma significa essere determinati a disputare, con il cuore e con la testa, una buona gara.

Fabiana Rebora