Uyba spazzata via dalla Imoco Conegliano nell'ultima gara dell'anno solare. Stampa
Scritto da Roberto   
Sabato 29 Dicembre 2018 23:46

Tags: Imoco Conegliano | Unet E-Work Busto Arsizio | Uyba

IMG 2161 Copia

La Uyba non regge l’urto di Conegliano e si arrende nettamente con un 3-0 mai messo in discussione. 

L’ultima gara del 2018 che chiude il girone di andata e determinerà gli accoppiamenti per i quarti di finale di Coppa Italia, è amara per la Uyba che si arrende per 3-0 a una Conegliano troppo forte che domina la partita in 1 ora e 25 minuti.  La Uyba gioca una gara da dimenticare sotto tutti i fronti, a partire dall’atteggiamento in campo per arrivare agli aspetti tecnici che questa sera non hanno funzionato. Le schiacciatrici non sono al meglio a partire da Gennari, che gioca solo il primo set primo di rimanere in panchina per precauzione per un acutizzarsi in settimana di dolore al ginocchio, Grobelna che in una stagione di alti e bassi si prende un’altra serata di pausa, e la panchina non risolve le problematiche, con Meijners e Piani che non sono in grado di reggere il peso. A salvarsi nel naufragio bianco rosso e la sola Herbots che porta a casa 16 punti nonostante giocasse a mezzo servizio colpita dalla febbre che ne aveva messo in dubbio anche la sua parteciopazione alla gara. Una sconfitta pesante che arriva dopo lo schiaffo di Casalmaggiore nel giorno di Santo Stefano che è stato il primo boccone amaro per le bianco rosse. Le “pantere” dalla parte opposta della rete, nonostante le tante assenze a cui devono fare fronte, e senza che tutte le sue giocatrici si esprimano al massimo del loro livello dominano la gara sin dai primi minuti senza che la loro supremazia sia messa in discussione. Hill in serata di grazia (20 punti con 48%) perfora la difesa della Uyba come coltello nel burro e Danesi (11 punti con 63%) tra muro e attacco è una sentenza di condanna. Chiuso nel peggiore dei modi davanti al proprio pubblico, ora è tempo di mettersi al lavoro per arrivare alla prima del nuovo anno con un piglio differente per iniziare al meglio il girone di ritorno contro la Zanetti Bergamo. 

 

Mencarelli sceglie il sestetto consolidato per la sfida alle “pantere”. Coach Santarelli, deve fare i conti con le tante grane provenienti dall’infermeria e si schiara con l'ex Uyba  Wolosz al palleggio in diagonale con Fabris, Danesi e De Kruijf al centro, Tirozzi con Hill in banda, De Gennaro libero.

Nel primo parziale è la squadra di Santarelli a trovare per prima il break trascinata da Hill. Le giallo blu macinano punti e provano la fuga, ma Busto prova a opporre resistenza affidandosi soprattutto a Herbots. La Uyba non riesce a trovare il bandolo della matassa e lascia spazio a Conegliano che non ci pensa due volte per prendere il largo sul turno di Tirozzi dai 9 metri (0-5) costringendo Mencarelli a fermare due volte il gioco nel giro di pochi punti. Mencarelli nelle ultime battute si gioca le carte Meijners e Piani, ma i giochi ormai sono compromessi. Con nove set ball a disposizione le giallo blu non sbagliano alla seconda chiudendo con Fabris (16-25). Troppo carente l’attacco bianco rosso (16% di squadra) per dare fastidio alla corazzata di Santarelli. La seconda frazione vede la Uyba partire come nel finale del precedente con la capitana Gennari e la belga Grobelna in panchina. La Uyba non ha la testa in campo e Mencarelli lo vede fermando subito il gioco per provare a dare una scossa alle sue. Alla ripresa Busto prova a far vedere qualcosa di buono, ma le soluzioni offensive continuano a scarseggiare. Conegliano non fa sconti e continua la sua galoppata trascinata da Hill e Fabris. Busto non trova la via della resurrezione nonostante lo stop di Mencarelli e affonda a meno sei. Herbots prova a far rialzare la testa alle compagne nel finale riducendo il gap a due sole lunghezze. Meijners regala tre set ball alle ospiti con l’errore al servizio, buona l’ultima con Hill che non sbaglia (23-25). Nel terzo e ultimo set la Uyba inizia in fotocopia ai precedenti cedendo subito il passo alle ospiti fin dalle prime battute. Busto si avvicina a più riprese alle ospiti concretizzando per la prima volta la parità. Si gioca il primo botta e risposta del match in cui Busto prova a dire la sua rimanendo incollata alle ospiti. La Uyba recupera per due volte lo svantaggio e rimane in scia costringendo Conegliano ad un inedito punto a punto. Danesi è una sentenza e alza il muro che indirizza parziale e partita in favore delle compagne. La stessa numero 11 regala quattro occasioni alle compagne che non sbagliano e chiudono la gara con Hill (20-25). 

 

La Cronaca

 

Unet E-Work Busto Arsizio:  4 Herbots, 5 Grobelna, 6 Gennari, 8 Orro, 13 Bonifacio, 15 Berti, 9 Leonardi (L). All. Mencarelli, 2° Musso.

 

Imoco Volley Conegliano:  5 De Kruijf, 11 Danesi, 13 Fabris, 14 Wolosz, 15 Hill, 16 Tirozzi, 10 De Gennaro (L). All. Santarelli, 2° Simone. 

 

Primo set, primo mini break in favore delle ospiti che si portano avanti con la doppietta di Hill (2-5). Le “pantere” provano la fuga con il muro dell’americana su Grobelna che vale cinque lunghezze (4-9). Herbots prova a suonare la carica accorciando le distanze con una bella doppietta (9-11). La Uyba non riesce a riprendere le redini e Conegliano si porta a più sei con l’ace di Tirozzi che costringe Mencarelli a fermare tutto (10-16). Alla ripresa non cambia la musica con le ragazze di Santarelli che continuano il dominio alzando il muro su Gennari che vale il secondo stop (11-20). Nel finale, la Uyba nonostante Meijners in campo per Gennari, subisce l’affondo di Tirozzi che vale nove set ball (15-24). Buona la seconda con Fabris che chiude in diagonale (16-25). 

 

Secondo set, avvio nel segno delle venete che trovano subito il break grazie ad un inspiegabile indecisione in campo avversario con Meijners e Herbots che guardano la palla cadere a terra (2-4). La Uyba non trova soluzioni in attacco, il muro di Danesi su Piani costringe a rincorrere tre lunghezze (5-8).  Herbots dalla seconda linea si stampa sulle mani di De Kruijf che lancia le compagne (7-11). Non sbaglia nulla o quasi Hill che mantiene la distanza di sicurezza (12-16). Tirozzi ferma l’attacco di Bonifacio con una mano e costringe Mencarelli al secondo stop (14-19). Nel finale Herbots prova a suonare la carica accorciando le distanze sul turno al servizio di Piani (19-22). Meijners spedisce out dai 9 metri e regala tre set ball alle ospiti per il doppio vantaggio (21-24). Conegliano ne sbaglia due e Santarelli ferma tutto, alla ripresa è buona la terza con Hill che chiude (23-25). 

 

Terzo set, parziali fotocopia l’errore di Meijners vale il mini break (2-4). Danesi al centro non perdona e porta avanti tre lunghezze le sue compagne (5-8). Busto a testa bassa prova a reagire confezionando per la prima volta la parità (12-12). Primo botta e risposta da cui ne escono avanti ancora le venete, prima di sbagliare e rimettere tutto in equilibrio (15-15). Il muro di Wolosz su Meijners porta le compagne avanti due lunghezze (16-18). Ancora tutto da decidere perché le bianco rosse questa volta rispondono presente (18-18). Danesi stampa il muro che porta nuovamente avanti le giallo blu costringendo Mencarelli allo stop (19-21). Ancora Danesi in primo tempo regala quattro match ball alle compagne (20-24). Buona la prima con Hill che abbatte Piani e mette la parola fine alla gara (20-25). 

 

Roberto Bojeri 

Ultimo aggiornamento Domenica 30 Dicembre 2018 22:34