Coppa Italia : Unendo Yamamay vincente nel primo atto dei quarti di finale. Stampa
Domenica 01 Febbraio 2015 23:57

Tags: Pomì Casalmaggiore | Unendo Yamamay

 IMG 8542

La Unendo Yamamay dopo oltre due ore di gara vince al tie-break nel primo atto della sfida con Casalmaggiore, lasciando ancora completamente aperti i giochi per la qualificazione alla Final Four di Rimini. Si deciderà tutto nella sfida di mercoledì sera ore 20.30 a Viadana.

Messo in cassaforte il passaggio ai play off a 12 di Champions League, con la vittoria in Finlandia per Marcon e compagne è tempo di pensare ai Quarti di finale Coppa Italia. La Unendo Yamamay contro la Pomì delle grandi ex Serena Ortolani e Marika Bianchini, gioca una buona gara dimostrando di saper tenere bene il campo sia mentalmente che fisicamente per tutti i cinque set. Nel giorno della prima volta in distinta di Freya Albrecht, Busto apre le danze con il vecchio vizio del ko iniziale per poi rialzare la testa nel secondo set, cedere solo ai vantaggi nel terzo e premere sull’acceleratore nel finale chiudendo la gara con la vittoria al tie-break. Tra le bianco-rosse la stella più brillante, capace di fare la differenza, è sempre l’azzurra Valentina Diouf, vera “one woman show”, capace di 33 punti su 65 attacchi totali, di cui ben 7 solo nel quinto set vinto praticamente da sola. Tutto ancora da decidere per il passaggio del turno, mercoledì sera a Viadana si partirà praticamente da uno 0-0 con le due squadre entrambe costrette a vincere per assicurarsi la Final Four.

Parisi recuperate in extremis Wolosz e Marcon, deve rinunciare solo a Rania. Nel primo parziale Busto parte con trend negativo in battuta, subito 3 errori e break di Casalmaggiore con Parisi che ferma il gioco. Le ragazze di Mazzanti tagliano il traguardo dello stop avanti poi provano la fuga chiudendo la saracinesca con Stevanovic, ma Busto non ci sta e si rimette in carreggiata. Nel finale coach Parisi prova il classico cambio inserendo Camera e Perry al posto di Diouf e Wolosz e arriva il break che vale parità e vantaggio. Dall’altra parte della rete Davide Mazzanti lascia spazio a Gennari al posto di Bianchini. Il botta e risposta finale si risolve proprio in favore delle ospiti, brave a capitalizzare il primo set ball regalato da Ortolani (23-25). La retroguardia bianco-rossa soffre soprattutto l’efficacia della numero 1, che fa registrare 6 punti con 62%. Nel secondo set avvicendamento in campo nelle fila della Yamamay con Pisani in campo al posto di Michel. Dopo aver subito ancora il break la squadra di casa reagisce immediatamente creando difficoltà a Casalmaggiore, che subisce una battuta di arresto in attacco. Wolosz al servizio schiaccia sull’acceleratore siglando il 5-0 che vale il medesimo vantaggio. Marcon e compagne gestiscono il margine senza lasciare spazio alle ospiti volando così a prendersi il set(25-19). La terza frazione si apre all’insegna di un gran valzer di errori con le due formazioni che avanzano campando sulle disattenzioni. Busto per due volte firma il break poi spreca tutto e la Pomì si incolla nuovamente. Il terzo break è quello decisivo con la Yamamay che prende il largo amministrando il margine. Quando sembra tutto in cassaforte ecco il ritorno di Casalmaggiore, che ritrova la parità. Il finale si gioca ai vantaggi con la squadra di Mazzanti che dopo aver gettato al vento tre occasioni non fallisce alla quarta chiudendo i conti con Tirozzi (27-29). Il quarto parziale vede le bianco-rosse provare a scappare firmando il break 3-0, dopo un iniziale fase di studio. Le padrone di casa mantengono il ritmo tagliando il traguardo dello stop con le medesime lunghezze. Alla ripresa le ospiti cambiano passo trovando parità. Busto con Perry in campo al posto di Havelkova, fermata dai crampi, trova l’allungo sulla dubbia decisione arbitrale sull’attacco di Gennari (in campo al posto di Ortolani) che vale un giallo per proteste. Il finale è un assolo Yamamay, accelerazione e parola fine al parziale, che vale il tie-break. Nell’ultimo atto è uno show totale di Valentina Diouf, che con esperienza da veterana del volley a soli 21, si prende per mano la squadra e mette a terra la palla per ben 7 volte, oltre metà dei punti totali. La numero 13 è un treno in corsa che non fa fermate intermedie. Busto parte con il piede giusto e con la “dea bendata” dalla sua parte trova il doppiaggio. Le padrone di casa tagliano avanti al giro di boa, poi Gennari al servizio lancia le compagne verso il break che ribalta la situazione. Diouf sale in cattedra regalando tre set ball alle padrone di casa. L’errore in attacco di Bianchini scrive la parola fine alla gara.

La Cronaca :

Unendo Yamamay Busto Arsizio : 1 Lyubushkina, 5 Michel, 7 Marcon, 8 Perry, 13 Diouf, 14 Wolosz, 16 Havelkova, 6 Leonardi (L). All. Carlo Parisi. Secondo allenatore : Marco Musso

Pomì Casalmaggiore : 1 Ortolani, 3 Skorupa, 4 Bianchini, 8 Gibbemeyer, 15 Stevanovic, 16 Tirozzi, 5 Sirressi (L). All. Davide Mazzanti. Secondo allenatore : Giorgio Bolzoni

Primo set, equilibrio nelle prime battute con Pomì che trova per prima il mini-break con il pallonetto di Ortolani (3-5). Busto a testa bassa prova l’aggancio, ma il doppio errore prima di Diouf e poi di Michel lancia le ospiti a più tre (6-9). Diouf sigla il primo ace della partita che vale il meno uno (9-10). Alla ripresa dopo lo stop Havelkova si infrange per ben due volte sul muro eretto da Stevanovic, che vale il più quattro (12-16). Le padrone di casa riducono il gap poi scivolano di nuovo a meno tre con il muro di Ortolani su Lyubushkina (17-20). Perry in campo al posto di Diouf risponde presente alla chiamata siglando il pareggio (21-21). Punto a punto finale Casalmaggiore si regala la possibilità di chiudere con il mani out di Ortolani ed è subito buona la prima grazie all’errore di Perry (23-25).

Secondo set, Parisi cambia le carte inserendo Pisani al posto di Michel, al contrario il collega Mazzanti ripropone il sestetto iniziale. Fotocopia del set precedente con iniziale fase di studio e poi break delle ospiti con Ortolani (2-4). Busto reagisce ribaltando la situazione con Havelkova (6-5). Casalmaggiore si blocca in attacco e le padrone di casa ne approfittano (5-0) per scappare a più cinque con l’ace di Wolosz (12-7). Bianchini fa male al servizio, ma non basta per ristabilire la parità (13-10). Le bianco-rosse mantengono le distanze con il muro di Lyubushkina su Tirozzi (18-15). Nel finale le ospiti staccano la spina e la Yamamay mette il turbo con Diouf che regala cinque set ball (24-19). Buona la prima con Havelkova che chiude i conti in pipe (25-19).

Terzo set, stesso parziale del precedente set a parti invertite (4-2). La risposta ospite non si fa attendere firmando la parità sull’errore di Havelkova (5-5). Busto trova ancora il break, poi getta al vento (10-10). Lyubushkina stampa a terra il muro su Tirozzi che vale il più due (12-10). Mazzanti sul 15-12 prova la “carta” Gennari al posto di Ortolani. Busto continua a martellare con Diouf, che sigla il più tre sgretolando il muro avversario (18-15). Ortolani al servizio rilancia le compagne che pareggiano (20-20). Nel finale altro break bianco-rosso e risposta delle ospiti che fissano il punteggio sul 23-23. Si decide tutto ai vantaggi con Busto che annulla tre set ball, ma alla quarta occasione Sirressi fa un miracolo su Havelkova e Tirozzi non sbaglia (27-29).

Quarto set, botta e risposta equilibrato tra le due compagini (4-4). Busto sigla il 3-0, sfruttando il muro di Havelkova (7-4). Pomì non ci sta e accorcia con il muro di Bianchini (8-7). La Yamamay mette nuovamente la freccia per il sorpasso con il muro di Lyubushkina, che fa suonare la campanella (12-9). Alla ripresa contro-break guidato da Bianchini, che vale il pareggio (12-12). La Yamamay abbassa la concentrazione e Tirozzi trova il varco che vale il meno uno (19-18). Busto schiaccia sull’acceleratore scappando a più tre grazie a Lyubushkina (23-20). Il mani out di Diouf mette fine ad uno scambio interminabile con Wolosz che salva l’impossibile e la numero 13 regala il set ball subito capitalizzato da Wolosz con tocco di seconda (25-21).

Quinto set, punto a punto inziale dal quale esce avanti Busto, che graziata dalla “dea bendata” trova il doppiaggio (6-3). La squadra di casa con Diouf eccellente, prova ad amministrare passando con due lunghezze al giro di boa (8-6). Con Gennari al servizio le ospiti trovano il ritmo firmando lo 0-3 che vale il vantaggio (8-9). Nuovo botta e risposta che si protrae fino alle ultime battute quando Diouf sigla la doppietta che vale tre match ball (14-11). Buona la seconda con Bianchini che spedisce out (15-12).

Roberto Bojeri

Ultimo aggiornamento Martedì 03 Febbraio 2015 09:26