Flavia Pennetta si confida a Sevenpress Stampa
Scritto da Administrator   
Mercoledì 19 Settembre 2012 13:56

Tags: Flavia Pennetta | Monica Seles | Serena Williams

flavia pennetta

Flavia, innanzitutto come stai dopo l'operazione al polso destro?

"L'operazione è riuscita. Ora mi sento bene e dopo un periodo di riposo, subito dopo che avrò tolto i punti, potrò tornare a giocare tra novembre e dicembre".

Sei stata la prima tennista italiana a entrare nella top ten della classifica WTA: un onore non da poco!

"Si, è stato fantastico raggiungere questo obiettivo perché è stato il coronamento di molti sacrifici. Ora ho voglia di riprendere al massimo la mia forma, tornare ad essere competitiva e vincere".

Il movimento tennistico femminile è cresciuto parecchio negli ultimi anni, basti pensare ai successi nella Federation Cup...

"Abbiamo dimostrato di avere la grinta e il talento per vincere proprio come gli uomini. Forse siamo state più competitive degli uomini, e sicuramente abbiamo lasciato un segno indelebile nel movimento. Ed è solo l'inizio"

Quanto è difficile raggiungere traguardi di un certo livello?

"E' indispensabile avere costanza non solo nei duri allenamenti, ma soprattutto nei Tornei, che per noi si giocano praticamente durante tutto l'arco dell'anno. E poi occorre una vera passione che ci guida sempre, e che ci sostiene anche nei momenti no".

L'emozione più grande da quando hai iniziato a tenere in mano una racchetta...

"Sceglierne una è dura perché fortunatamente ho vissuto tante emozioni. Però ricordo sempre con grande gioia la vittoria sulla Zvonareva agli US Open. Annullai 6 match point, il pubblico era molto entusiasta. Conservo grandissimi ricordi di quella partita".

Mercedes-Benz Team - Flavia Pennetta

Sacrifici, impegno, dedizione e rinunce: è dura la vita di un giovane che studia da campione? Raccontaci la Flavia Pennetta alle prime armi...

"Sono andata via di casa molto presto ed ho iniziato a viaggiare da sola. Per questo sono diventata indipendente e matura prima delle ragazze della mia età. Comunque mi sono divertita lo stesso, ma in maniera diversa, abbinando i sacrifici ai momenti di pausa. E poi tutto è stato in crescendo. Se tornassi indietro, rifarei tutto".

Hai un modello a cui ispirarti? Monica Seles?

"Monica Seles è da sempre stato il mio modello ispiratore. E' stata una grande campionessa non solo in campo, ma anche nella vita. Per me un'atleta deve essere completa. E lei lo era".

Avresti mai pensato un giorno di arrivare a giocare un torneo del Grande Slam?

"Ho iniziato a giocare quando avevo 5 anni e da allora non ho più smesso. Ho fatto tante scelte, raggiunto molti traguardi e sono cresciuta con il mio tennis. Ci ho sempre creduto fino in fondo".

L'avversaria che ammiri...

"Ammiro molte atlete ma ora dico: Serena Williams. E' davvero al massimo delle sue potenzialità"

Sai di essere un'icona sexy? Ti piace l'idea?

"Mi fa certamente piacere essere ammirata e mi piaccio, ma non mi definirei proprio un'icona sexy".

Scarpe basse o tacchi vertiginosi?

"Entrambe. Tacco vertiginoso per uscire la sera, magari per un'occasione speciale. Di giorno, in palestra, in campo, ma anche per camminare o fare shopping, preferisco stare comoda e indosso scarpe da ginnastica o basse".

Come conquisti un uomo?

"Credo con la mia spontaneità  e naturalezza".

A chi devi dire grazie?

"Alla mia famiglia prima di tutto e agli affetti che mi sono stati sempre vicini. Al mio amico e allenatore di una vita Gabriel Urpi"

Il tuo sogno sportivo?

"Ci sono tanti tornei meravigliosi dove vorrei fare bene, però quanto sarebbe bello vincere Roma..."

Ti vedi allenatrice un domani?

"La mia vita è il tennis e certamente un giorno mi piacerebbe rimanere in questo mondo, magari, perché no, a contatto con i giovanissimi".

Fai un saluto ai lettori di Seven Press...

"Un bacione a tutti e mi raccomando seguitemi anche sul mio blog http://www.flaviapennettablog.com/. Avrò sempre tante news da raccontarvi.