PROJECT TEAM IN TRIONFO AL RALLY ITALIA SARDEGNA Stampa
Scritto da Administrator   
Sabato 15 Giugno 2019 14:03

Tags: Project Team | Rally Sardegna | Stéphane Consani

0a0consani-de la haye rally italia sardegna 2019 ph acisport

Foto Aci Sport

Rien ne va plus, les jeux sont faits. Alla luce di una performance da incorniciare, Stéphane Consani si è aggiudicato anche il secondo di cinque appuntamenti del Campionato Italiano Rally Terra (CIRT), disputatosi lo scorso fine settimana nell’ambito del Rally Italia Sardegna, tappa del Mondiale Rally, dopo essersi già imposto all’”Adriatico”, apertura stagionale della serie tricolore di specialità, oltre un mese addietro.

Il portacolori della scuderia Project Team, al volante della Skoda Fabia R5 curata dall’Erreffe Rally Team - Bardhal, gommata Pirelli e assistito alle note dall’altro francese Thibault De La Haye, è passato al comando della gara sin dalla prova spettacolo inaugurale del giovedì sera, la “Ittiri Arena Show”, svettando, l’indomani, in altre tre frazioni cronometrate delle sette effettivamente disputate delle nove totali in programma (la PS2 e la PS7 sono andate in trasferimento) e scavando un vero e proprio solco tra sé e gli avversari.

«Grande soddisfazione l’aver fatto pienone di punti anche nel secondo round del CIRT, approfittando, per l’occasione, del coefficiente 1,5» - ha sottolineato all’arrivo un entusiasta Consani - «Il gran lavoro svolto sulla vettura ha pagato, consentendoci non solo di portare a casa il massimo risultato ma anche di spuntare tempi di assoluto rilievo. Cresce il feeling con la Skoda, anche se dobbiamo maturare ulteriore esperienza per il prosieguo della stagione».

Un’affermazione perentoria sugli ostici sterrati sardi, quella messa a segno dal talentuoso pilota transalpino, ora sempre più leader provvisorio in campionato, in vista del giro del boa: il 47° San Marino Rally, di metà luglio.

Classifica finale Rally Italia Sardegna (CIRT)

1. Consani-De La Haye (Skoda Fabia R5) in 1h41’18”6; 2. Scandola-D’Amore (Hyundai I20 R5) a 47”8; 3. Marchioro-Marchetti (Skoda Fabia R5) a 4’30”5; 4. Squarcialupi-Squarcialupi (Ford Fiesta R5) a 8’08”1; 5. Hoelbling-Fiorini (Hyundai I20 R5) a 9’06”; 6. Maspoli-Menchini (Mitsubishi Lancer Evo X) a 11’35”4; 7. Codato-Dinale (Mitsubishi Lancer Evo X) a 13’59”2; 8. Messori-Pulici (Mitsubishi Lancer Evo X) a 14’32”1; 9. “Barone Jr”-Righetti (Peugeot 208 R2) a 17’20”4; 10. Gallu-Pirisinu (Peugeot 208 R2) a 26’19”6.

Nella foto Consani-De La Haye