RALLY VALLE DEL SOSIO, PROJECT TEAM LASCIA IL SEGNO Stampa
Scritto da Administrator   
Domenica 29 Settembre 2019 20:35

Tags: Giovanni Cutrera | Giuseppe Di Giorgio | Project Team | Totò Parisi

0a0parisi-cascio

Bottino più che soddisfacente per la scuderia Project Team, una volta messo in archivio il 12° Rally Valle del Sosio, valido per la Coppa Aci Sport 8^ zona e per il Trofeo Rally Sicilia (TRS) e andato in scena sugli asfalti del Palermitano e, in parte, dell’Agrigentino.

Tanto per cominciare, da registrare la piazza d’onore conquistata dall’idolo locale Totò Parisi, alla prima uscita stagionale. Il veloce gentleman driver, già sei volte vincitore della corsa di casa (compresa l’edizione 2018), ha affrontato le strade amiche con la Skoda Fabia R5 e in coppia con la nipote Eleonora Cascio, svettando in due delle otto prove speciali effettivamente disputate. A ridosso del podio, in virtù di una prestazione di rilievo, ha concluso il giovane Giuseppe Di Giorgio, su Renault Clio R3. Il figlio del primo cittadino chiusino, con Giacomo Vercelli nell’abitacolo, ha centrato, altresì, il primato in classe R3C. L’ultima posizione utile della top ten, invece, è stata appannaggio degli esperti Giovanni Cutrera e Marcus Salemi, su Renault Clio, veri e propri mattatori della “A7”.

Di poco staccato dai primi dieci, il rientrante Antonio Di Lorenzo, lasciata ai box la fida Porsche 911 d’antan, si è cimentato per la prima volta al volante della Peugeot 207 S2000, sempre assistito alle note da Franco Cardella, disputando una gara in crescendo. Seguito, in classifica generale, dal funambolico Peppe Parisi che, affiancato da Francesco Bellanca su Citroen Saxo VTS, ha pressoché dominato la “K10”. Scorrendo la graduatoria assoluta, Enzo Mistretta (Renault Twingo) e Salvatore Cancemi si sono aggiudicati una competitiva “R2B”, precedendo al traguardo i compagni di squadra Alessio Bruccoleri (Citroen C2) e Max Alduina. Emanuele Buscarino (Opel Astra Gsi) e Antonio Miceli si sono imposti in “N3”, così come i promettenti Andrea Di Caro Cataratto (Peugeot 106 XSI) e Salvatore Vita ma nella “N1”. Da menzionare, altresì, la leadership nella categoria “under 25” di Toti Russello e Gianluca Sorce (Peugeot 106 Rally). Tra i ritiri “illustri”, invece, è incappato, suo malgrado, anche l’appassionato Francesco Di Giorgio, alla guida del comitato organizzatore. Il sindaco “sprint” di Chiusa Sclafani (fulcro della competizione), coadiuvato sul sedile di destra, per l’occasione dall’attore palermitano Rosario Terranova, è stato costretto a dichiarare forfait per problemi meccanici riscontrati sulla Peugeot 208 R2.



Non sono stati da meno gli alfieri impegnati nel 3° Valle del Sosio Historic Rally, valevole per il Trofeo di 4^ zona e per la serie regionale riservata alle auto storiche. Procedendo con ordine, quarto miglior riscontro cronometrico di giornata e successo nel 3° Raggruppamento per  il sempre valido Gandolfo Placa (Opel Ascona 2000), con Lucio Mazzola. Nel 4° Raggruppamento, infine, terzo gradino del podio per Francesco Ospedale (Opel Kadett Gsi) con Giuseppe Di Salvo; nella medesima divisione, ha chiuso quarto il locale Igor Parisi (Fiat Uno Turbo) con Salvatore Francaviglia.

Nella foto Parisi - Cascio