GARDA TRENTINO TRAIL È STATO RINVIATO AL PROSSINO 19 SETTEMBRE - PATERNOSTRO, ATTO DI DOVEROSA SENSIBILITÀ AL TERRITORIO CHE CI HA AIUTATO Stampa
Scritto da Administrator   
Venerdì 10 Aprile 2020 15:30

Tags: Garda Trentino Trail | Matteo Paternostro

0a0agardatrentinotrail

Il Garda Trentino Trail 2020 è rinviato al prossimo 19 settembre.

Il perdurare dell’emergenza sanitaria che colpisce gran parte del pianeta rende ora impossibile l’organizzazione dell’evento per sabato 16 maggio come inizialmente previsto, spiegano gli organizzatori. Ma il comitato che cura la gara di 60 chilometri con 3.500 metri di dislivello, disegnata tra i laghi di Garda, Ledro e Tenno, non vuole alzare bandiera bianca e rilancia per una versione di fine estate di un evento che nel giro di pochi anni ha saputo raggiungere la soglia di oltre 1000 iscritti.

“Dopo aver ricevuto per anni supporto dal territorio pensiamo che sia corretto restituire tale fiducia mantenendo in vita l’edizione 2020 e contribuire nel nostro piccolo a dare una mano anche al settore turistico. In queste ultime settimane ci siamo costantemente confrontati anche con gli enti locali - spiega Matteo Paternostro, presidente di Garda Trentino Trail - e una volta maturata l’evidenza dell’impossibilità di organizzare il Garda Trentino Trail nel mese di maggio, abbiamo individuato nella seconda metà di settembre, nello specifico sabato 19, la nuova data, per venire incontro anche alle richieste del comparto turistico. È una nuova sfida che il Garda Trentino Trail accoglie con grande entusiasmo. E a tutti i tanti atleti che si erano già iscritti all’edizione 2020, dico che l’iscrizione sarà naturalmente valida anche per settembre. Nel giro di pochi giorni, ognuno di loro riceverà una comunicazione via email con tutte le istruzioni per rinnovare l’iscrizione o in alternativa per recedere. Gareggiare a settembre sarà un’esperienza nuova per tutti noi: tra il cuore della primavera e l’inizio dell’autunno ci sono più differenze di quello che suggerirebbero i 4 mesi di distanza e proprio per questo mi sento di invitare tutti a vedere l’effetto che fa”.

Il Garda Trentino Trail 2020 - quinta edizione della manifestazione - sarà disputato in senso orario, nel rispetto della tradizione di alternanza annuale del verso di percorrenza: partenza dunque dal lungolago di Riva del Garda e risalita verso la Valle di Ledro lungo il sentiero della Ponale per poi raggiungere la cresta delle Alpi di Ledro ed il sentiero della Pace, dove lo sguardo può spaziare dagli appennini alle vette di confine, con le Dolomiti di Brenta a fare da spettacolari quinte, quasi a portata di mano.

Oltre alla distanza maggiore, l’offerta proporrà ancora una volta con medesimo traguardo il Ledro Trail (42km e 2400m dislivello, partenza da Ledro) ed il Tenno Trail (30km per 1500 metri dislivello, partenza da Tenno), con la grande novità della Garda Trentino Run sulla distanza di 11km e 600 metri di dislivello e partenza dalla stessa Arco.

I NUMERI - Dopo solo tre edizioni, il Garda Trentino Trail ha sfondato il muro dei 1000 partecipanti, in una costante crescita iniziata nel 2016 quando il Comitato Organizzatore ha provato a proporre una gara impegnativa ma inserita in un contesto di grande ricchezza ambientale e profonda vocazione turistica. Anche così si spiega la forte presenza di atleti stranieri su tutte le distanze, ribadita dalla Garda Trentino Xmas Trail, la versione invernale (30km, 1200 metri dislivello) che da tre anni anticipa il Natale, coinvolgendo lo scorso dicembre oltre 800 runner.

Nel 2019 il Garda Trentino Trail ha incoronato sul traguardo di Riva del Garda il trentino Enzo Romeri e la genovese Simona Gambaro mentre gli ultimi ad imporsi sul tracciato in verso orario sono stati nel maggio 2018 l’altoatesino Christian Hofer e la padovana Francesca Dal Bosco.

Il PERCORSO - Il tracciato integrale, di 60 chilometri, prenderà spunto da Riva del Garda (68 metri di quota), con il lungolago tanto caro a Gabriele D'Annunzio ad aprire la strada verso l'imbocco del sentiero della Ponale, inno all'ingegno e alla perseveranza umana, primo vero collegamento della storia tra l'Alto Garda e la Valle di Ledro ed oggi riproposto come suggestivo sentiero di fama internazionale. Toccate le sponde del lago di Ledro e l'attigua area palafitticola risalente all'Età del Bronzo, i trailer si inerpicheranno verso Bocca Saval per raggiungere il punto più elevato del tracciato, oltre i 1700 metri, e quindi percorre il Sentiero della Pace fino a Bocca di Trat, all'altezza del Rifugio Nino Pernici.  Dopodiché una lunga picchiata condurrà il gruppo verso Tenno, il suo lago ed i suoi borghi medievali - su tutti quello di Canale - tra i più belli e conservati d'Europa: quindi si tornerà a salire, sfiorando la cima del Monte Calino transitando per il Rifugio San Pietro, autentico balcone naturale sul Garda Trentino, fino a raggiungere Cima Biaina ed affrontare l'ultima ripidissima discesa che si concluderà solo nel cuore di Arco, dove è posizionato il traguardo.

Ultimo aggiornamento Venerdì 10 Aprile 2020 16:22