Intervista alla promessa della Yamamay : Caterina Cialfi Stampa
Scritto da Roberto   
Sabato 16 Febbraio 2013 19:30

Tags: Caterina Cialfi | Yamamay

Caterina Cialfi

Uno sguardo oltre la seire A1, conoscendo meglio la giovanissima palleggiatrice classe 1995, Caterina Cialfi, giovane promessa prodotto della “cantera” bianco-rossa, in grado continuamente di sorprendere con giovani di talento e pronte ad arricchire con tecnica e nuova linfa la macchina perfetta di Carlo Parisi. Aggregata con la squadra maggiore il 26 Dicembre in occasione del match casalingo contro Modena, Caterina si è fatta subito conoscere e apprezzare anche dal grande pubblico. Nonostante non abbia avuto ancora spazio nella squadra di Carlo Parisi, la palleggiatrice ha potuto confrontarsi con le compagne più grandi e migliorare sotto più punti di vista. Insomma una giocatrice che sta crescendo e che sicuramente mostra buonissime doti e determinazione nel voler diventare grande. Complimenti alla Futura Volley, che mostra sempre di avere un progetto solido e credere nelle giovani promesse valorizzando così le giovani italiane. Disponibilità, determinazione e simpatia non sono certo doti che le mancano, insomma, forse sarà anche presto, forse qualcuno non sarà d’accordo ma credo che Caterina abbia tutte le carte in regola per diventare davvero grande con la maglia bianco-rossa.

1) Innanzitutto una tua descrizione personale come persona e come giocatrice ?

Caterina Cialfi : “Come persona, sono una ragazza semplice e solare… come giocatrice sono molto competitiva, in partita e fuori dalla palestra, diciamo che sono due persone opposte !”

2) Come ti sei avvicinata alla pallavolo ? Hai praticato altri sport da piccola ?

Caterina Cialfi : “ Mi sono avvicinata  alla pallavolo per caso, da piccola ho sempre fatto e voluto fare sport non tanto femminili, giocavo a calcio, basket, pallanuoto, baseball, insomma ero un maschiaccio !! Poi è successo che alle superiori, in particolare in prima liceo, decisi di provare un nuovo sport e mi buttai sulla pallavolo e da li mi sono appassionata ogni giorno di più.”

3) Chi tra i tuoi allenatori ti ha maggiormente aiutata a crescere in questi anni tanto da arrivare a questi livelli ?

Caterina Cialfi : “Sinceramente non so, credo che tutti gli allenatori che ho avuto e ho tuttora mi aiutino a costruirmi sempre di più come giocatore. Comunque A pensarci bene comunque direi che è stata sicuramente importante  l’allenatrice che in under 16 mi ha fatto cambiare ruolo, diventando palleggiatore, quando prima ero centrale.”

4) Come riesci a conciliare la pallavolo a questi livelli con la scuola ?

Caterina Cialfi : “E’ molto difficile ! Anche perché sia la scuola che la pallavolo sono molto importanti per me. Ma se si vuole ottenere risultati bisogna dare il massimo sia nell’ una e nell’altra, anche se costa molti sacrifici.”

5) Chi è il tuo idolo ?  

Caterina Cialfi : “ Indubbiamente Carli LLOYD !!”

6) Sei appassionata di altri sport ?  

Caterina Cialfi : “ Sì, mi piace il calcio !”

Caterina Cialfi2

7) Qual'è stata l'emozione della tua prima partita al PalaYamamay con la serie A1 ?

Caterina Cialfi : “ E’ stato qualcosa di indescrivibile, trovarmi li, il 26 dicembre, davanti a più di 4000 tifosi e spettatori è stato bellissimo, credo che rimarrà un ricordo indelebile.”

8) Qual'è stata invece l'emozione al momento della convocazione da parte di Carlo Parisi ?  

Caterina Cialfi : “ E’ stato un qualcosa di inaspettato, ma ero davvero felicissima.”

9) Il pubblico del PalaYamamay è sempre molto caloroso, come si percepisce e quanto aiuta questo tifo dal campo?

Caterina Cialfi : “ I tifosi della Yamamay e il pubblico sono il “settimo giocatore”, aiuta davvero molto avere un sostegno sempre così caloroso e forte. Sono davvero fantastici !!”

10) Com'è stato l'approccio con le compagne della A1 e quanto ti ha aiutata a migliore questa esperienza ? 

Caterina Cialfi : “ L’approccio lo definirei inaspettato, perché fin dal primo allenamento mi hanno aiutata tutte davvero molto e questo mi ha permesso di ambientarmi subito con più serenità e sicurezza. Questa esperienza mi ha aiutato davvero molto, sia dal punto di vista caratteriale che tecnico.”

11) Per quanto riguarda la serie B1 quali sono i vostri obiettivi? E quale è, a tuo parere, il punto di forza di questa squadra ?

 Caterina Cialfi : “ Il punto di forza è sicuramente il fatto che siamo molto uniti, siamo davvero una bella squadra. I nostri obbiettivi… non si dicono, perché porta sfortuna !!!”

12) Qual’ è secondo te l’antagonista principale in serie B1 ?

Caterina Cialfi : “ Penso che l’ostacolo principale sia l’inesperienza, perché siamo una squadra giovanissima ma molto forte, e spesso capita che commettiamo errori “banali”, che tuttavia penso siano legati alla nostra giovane età.”

13) Infine, il tuo sogno da pallavolista ?

Caterina Cialfi : “ Il mio sogno è quello di vestire la maglia della nazionale maggiore.”

Roberto Bojeri