Archeologia industriale: Genova e Cornigliano Stampa
Scritto da Administrator   
Mercoledì 19 Settembre 2012 19:30

Archeologia industriale: Genova e Cornigliano
La ricostruzione del paesaggio con l'Â’aiuto della tecnologia


Chiara Gardella, storica dellÂ’'arte

sabato 22 settembre, ore 17.00

Spazio Aperto di Via dell'Â’Arco, Santa Margherita Ligure

Anni ’50: le acciaierie di Cornigliano costituiscono uno degli esempi più avanzati di tecnologia e organizzazione industriale.
Oggi sono una testimonianza del passato, degna di attenzione dell'Â’archeologia: da riscoprire e rivalutare in chiave storica.

La dott.a Chiara Gardella, storica dell’'arte, ha sviluppato una particolare sensibilità verso questo patrimonio e si è dedicata alla sua promozione e valorizzazione.
Si è occupata in particolare della “ricostruzione” del paesaggio attraverso tecnologie digitali, che consentono di visitare i luoghi e ricomporre monumenti ed edifici alterati dal tempo, dall'’incuria o dal “progresso”.

Un pomeriggio presso l'’Associazione “Spazio Aperto di Via dell'’Arco” dedicato non solo a rievocare nella memoria e nelle immagini tempi ormai passati, ma soprattutto a renderli comprensibili: ad esempio l'’area industriale di Cornigliano che aveva interessato un territorio dedito a pratiche agricole ed a sua volta è stata inglobata nel tessuto urbano.
Cornigliano e i suoi gasometri, “pentoloni” che fornivano energia alla cosiddetta “area a caldo”, diventati simbolo di questo “divenire”: monumenti del progresso di un tempo, oggi abbattuti.

L'Â’incontro ha il patrocinio del Comune di Santa Margherita.
Appuntamento sabato 22 settembre alle ore 17.00, in via dell'Â’Arco 38 a Santa Margherita Ligure.
L'’ingresso, come per tutte le iniziative dell'’Associazione “Spazio Aperto”, è libero e gratuito.