KARATE CLUB SAVONA - MICOL e TOMMASO di BRONZO alla COPPA del MONDO GIOVANILE Stampa
Scritto da Administrator   
Martedì 17 Dicembre 2019 15:28

Tags: Genta Micol | Karate Club Savona | Lorenzetti Tommaso

IMG 20191214 231630

I savonesi LORENZETTI TOMMASO (classe 2004) e GENTA MICOL (classe 2006), nati entrambi tra le fila del KCS, conquistano un risultato di prestigio ottenendo la medaglia di bronzo alla Youth League di karate, svoltasi a Jesolo (Ita) i giorni 14 e 15/12/2019, IV tappa di Coppa del Mondo Giovanile WKF (World Karate Federation).

Circa 3200 gli atleti partecipanti provenienti da tutti e cinque i continenti con una presenza di 2460 club.
La Trasferta è cominciata venerdì mattina quando Alessio Caleffi, Nicolò Ferrari, Micol Genta, Paola Giordani, Tommaso Lorenzetti, Beatrice Manca Perotti, Andrea Odello e Gian Lorenzo Pica accompagnati dal tecnico Raffaella Carlini hanno raggiunto Jesolo per effettuare le operazioni di peso e accredito alla competizione mondiale.
Sabato sono scesi sul tatami i cadetti: Tommaso si aggiudica una preziosa e meritata medaglia di bronzo, mentre Nicolò ed Alessio hanno affrontato il primo incontro carichi di troppa tensione. La poca esperienza in campo internazionale ha influito sulle prestazioni di Nicolò (CA 57 kg – 139 atleti) che si ferma al primo turno con un Russo, e di Alessio (CA 63 kg – 143 atleti) che supera il primo turno vincendo per 4 a 2 con un atleta croato e perde al secondo incontro contro un ragazzo veneto.  Rimane comunque per i due Savonesi una grande esperienza e la voglia di riscatto l’anno prossimo.
Domenica sono scesi in campo i più piccoli, gli Under 14: il primo è Andrea (U14 40 kg – 96 atleti) che tira fuori tutta la sua grinta e lotta incontro dopo incontro, superando al primo turno un francese per 2 a 0 e al secondo un rumeno 4 a 4. Approda così al terzo incontro dove perde di misura con un ragazzino giapponese che poi giungerà terzo negando la possibilità al savonese dei ripescaggi. Il secondo a salire sul tatami è Gian Lorenzo (U14 50 Kg – 82 atleti); il savonese perde il primo incontro 6 a 0 con l’atleta vincitore della categoria il Giapponese, e ripescato viene fermato per 4 a 0 da un rappresentante della Repubblica Ceca, fermandosi al 13° posto in classifica. Nel pomeriggio è il momento delle ragazze: Micol che si aggiudica la preziosa medaglia di bronzo, mentre Paola e Beatrice, nonostante abbiano affrontato il primo incontro con la giusta concentrazione, sono state entrambe sfortunate nel sorteggio e hanno incontrato due atlete che poi si sono contese la medaglia di bronzo, non permettendo alle italiane di partecipare ai ripescaggi.
Ecco nel dettaglio il percorso dei due medagliati:

- per Tommy la medaglia arriva nella categoria Cadetti - 52 kg, che contava ben 146 atleti in categoria: 8 gli incontri disputati. Il sorteggio gli riserva la poule con gli atleti più titolati, battuti nel seguente ordine:
3 - 0 Ucraina ?
1 - 1 Canada ? vince per squalifica dell'avversario.
1 - 0 Italia ?
1 - 0 Italia (convocato in Nazionale) ?
5 - 1 Italia (campione Italiano in carica) ?
3 - 1 Romania ?
4 - 7 Germania ?  (il tedesco accede alla finale e il nostro atleta infortunato disputerà la finale per il bronzo);
FINAL MATCH FOR BRONZE MEDAL
1 - 1 Romania ? vince mettendo a segno il primo punto.

- per Micol la medaglia arriva nella categoria U14 - 42 kg, che contava 84 atlete in categoria: 5 gli incontri disputati. Il sorteggio le riserva la poule con l'atleta più forte della categoria al primo turno:
0 - 2 Montenegro? (la montenegrina accedendo alla finale porta ai ripescaggi la nostra atleta);
recuperi
1 - 1 Francia ? vince per squalifica dell'avversaria.
6 - 2 Italia (campionessa Italiana in carica) ?
1 - 0 Francia ?
FINAL MATCH FOR BRONZE MEDAL
7 - 0 Russia

Tommaso e Micol frequentano rispettivamente il secondo anno del Liceo scientifico Grassi e la terza media alle Scuole Pertini con ottimi risultati, tanto che Micol a novembre aveva ricevuto la borsa di studio del Premio “Con l'UNVS studenti sportivi ... studenti vincenti”. Nettamente soddisfatti dell’operato di tutti perché oltre ad aver dimostrato di essere dei grandi atleti sono anche dei bravi ragazzi, i Maestri Fassio, Quaglia e Zucconi, sperano che questi risultati siano di buon auspicio e di esempio per chi è appena entrato a far parte del gruppo agonisti del KCS.

www.karateclubsavona.it