PILSNER URQUELL PRO TOUR Stampa
Scritto da Massimo Tagliabue   
Venerdì 13 Luglio 2012 00:43

Alessandro Grammatica

Ross Kellett, 24enne scozzese di Motherwell, è in vetta con 63 (-8) colpi  davanti al francese Dominique Nouailhac (64, -7) nel Montecchia Golf Open

, evento internazionale in calendario nell'Alps Tour e nel Pilsner Urquell Pro Tour che si sta disputando sull'impegnativo percorso del Golf della Montecchia (par 71), a Selvazzano Dentro (PD). Hanno offerto una bella bella prestazione e sono nelle prime posizioni il ligure Alessandro Grammatica, terzo con 65 (-6), alla pari con l'inglese Tom Sherreard, con lo spagnolo Carlos Garcia Simarro e con il transalpino Julien Foret, così come il veneto Niccolò Quintarelli, che gioca sul tracciato di casa, e il toscano Alessio Bruschi, settimi con 66 (-5) alla pari con l'austriaco Thomas Feyrsinger e con il francese Julien Gressier.  Poco più indietro Lorenzo Magini, Giacomo Tonelli, Andrea Rota, Matteo Peroni e il bravo dilettante Filippo Bergamaschi, 11.i con 67 (-4), quindi l'altro amateur Stefano Pitoni, 17° con 68 (-3), Andrea Zanini, 22° con 69 (-2), Gregory Molteni, Vittorio Andrea Vaccaro e i dilettanti Francesco Laporta e Giorgio De Filippi, 26.i con 70 (-1).

Sponsor della "quattro giorni" di golf internazionale è Anmin, società che opera per mettere in contatto l'enorme potenzialità del mercato cinese con le migliori aziende e prodotti Italiani. Contribuiscono alla realizzazione dell'evento: Centro Porsche Padova, Ceam Cavi Speciali, Auto Patavium, Omega Snc con il brand STHUB, Morris Golf, Grand Hotel Terme di Montegrotto, Consorzio Prosciutto Veneto Berico-Euganeo, Acqua Sant'Anna, Due Erre Import Export e Antonio Carraro Trattori.

Kellett ha segnato nove birdie e un bogey, hanno fatto percorso netto senza errori Grammatica (sei birdie) e Quintarelli (cinque birdie), mentre è stato più articolato il cammino di Alessio Bruschi con sette birdie e due bogey.

La gara, alla quale parteciperanno 132 concorrenti provenienti da 12 nazioni, si svolge sulla distanza di 54 buche, 18 al giorno: dopo 36 saranno ammessi all'ultimo giro i primi 40 classificati, i pari merito al 40° posto e dilettanti che rientreranno nel punteggio di qualifica. Il montepremi è di 40.000 euro dei quali 5.800 gratificheranno il vincitore. Al primo degli italiani andrà il Trofeo CartaSi.

E' la quarta tappa del Pilsner Urquell Pro Tour, il circuito di dieci gare nazionali allestito dal Comitato Organizzatore Tornei dei Professionisti della FIG di cui è presidente Alessandro Rogato. Oltre che dal brand che fa capo al gruppo Birra Peroni, il Pro Tour è sponsorizzato dal Major sponsor CartaSi, dal Fornitore ufficiale Under Armour, dal Partner ufficiale Webgolf. Media partner: Sky Sport HD; Commercial advisor: RCS Sport.

Felice Lorenzo Magini, 32enne romano e professionista da nove anni, soprattutto per la prestazione: "Ho giocato benissimo, ho preso 17 green su 18, ho mancato solo quello alla buca 6 pagando l'errore con l'unico bogey di giornata. Ho realizzato cinque birdie, ma ho fallito alcuni putt che avrebbero potuto farmi ottenere uno score più basso. Però sono contento così. Sto avendo una stagione altalenante, ma ho effettuato cambiamenti nello swing e quindi ho ancora necessità di ulteriore assestamento. Spero che il risultato di oggi sia l'inizio di una nuova tendenza".

Tutte le notizie relative ai tornei del Pilsner Urquell Pro Tour, agli sponsor e ai circoli ospitanti vengono pubblicate sul sito ufficiale del circuito all’indirizzo: www.italianprotour.com 

Il sito ha assunto quest'anno un ruolo ancora più importante per i giocatori che debbono obbligatoriamente utilizzarlo per inserire le loro iscrizioni e consultare le eventuali liste di attesa. Il sito stesso è integrato con il Social Network Facebook dove è presente una pagina ufficiale (http://www.facebook.com/golfitalianprotour)